•I need your love•

Mi chiamo Allison Payne, mio padre è un alcolizzato, mi sono trasferita a Londra da questa estate a causa di molti problemi. La mia migliore amica si chiama Chelsea, mio fratello Liam. Mi promisi che non mi sarei mai più innamorata ma...!

4Likes
2Comments
135Views
AA

3. Capitolo tre

Quel ragazzo era strano, aveva sbalzi d'umore e sembrasse ce l'avesse con me.

"Niall mi piacerebbe davvero" dissi facendo finta di ignorare il ragazzo scontroso

"Allora è deciso" affermó molto sorridente

Così risalì sopra e mi misi su fb. Dopo poco qualcuno busso alla porta ma senza dandomi il tempo di rispondere entró

"Sorellina stiamo uscendo un po se ti va ti possiamo lasciare da Chelsea" mi disse Liam

"Oh si ma vado a piedi grazie tesoro" gli dissi

Così annui e richiuse la porta

Dopo circa un ora uscì, chiusi casa e mi diressi verso casa di Chelsea a circa 10 minuti dalla mia.

Decisi di passare al bar per comprare delle gomme così entrai

"Ciao bella, vieni con me!"

Non sapevo chi fosse ma credo avesse circa 20 anni, aveva i capelli neri e gli occhi scuri. Avevo paura.

"Lasciami stare!" Uscì dal bar

"Dai vieni con noi, sei davvero carina sai?!" Disse ridendo in modo spregevole

"Lasciami andare" mi prese a quel punto per il braccio, e mi strinse a se guardando la V della mia maglia. Avevo paura e una lacrima rigó il mio viso...

"Dai stai tranquilla bella! Siamo amici di tuo padre...cercherò di non farti male ahahahha" così mi spinse in macchina ma a quel punto senti che allentó la presa e un forte colpo

"PEZZO DI MERDA NON LA TOCCARE" non riuscivo a vedere chi fosse, avevo gli occhi annebbiati dalle lacrime

"Vieni andiamo a casa su!" Mi accorsi subito che era il ragazzo dalle iridi verdi, ma prima che riuscissi a parlare svenni e al mio risveglio mi ritrovai sul letto della mia camera con accanto Harry

"Ti senti bene?" Mi disse avvicinandosi a me e accarezzandomi la guancia

"S-si credi di si" tentai di dire una frase di senso compiuto

In quel momento sembrava davvero carino con me, insomma mi aveva salvata, mi aveva portata a casa e era stato tutto il tempo con me

"C-chi erano?" Chiesi

"Non lo so Allison ma cerca di riposare" mi disse sorridendo

Non gli risposi

"Che succede?" Mi chiede perplesso.

Che succede? Davvero mi sta chiedendo che succede? Cioè prima fa l'antipatico, esce con noi portandosi dietro quella ragazza, poi mi chiede scusa, inventa scuse per giustificare le sue scuse, fa l'antipatico e poi fa il dolce ragazzo che mi salva?

Non so che fare

"N-niente" gli dissi

Non volevo più avere a che fare con quel ragazzo. Era strano.

Si diresse verso la porta chiudendola a chiave

"Tu finché non mi dici che succede non ti muovi da qua."

Era impazzito, i suoi occhi erano diventati di un verde cupo, un verde che metteva timore

"I-io non c-capisco perché insomma tu s-sei così!" Gli confessai

"Così come? Io non dovrei nemmeno stare qui con te adesso, ho una ragazza di cui mi devo occupare e una vita!" Mi quasi urló

"Allora vai via! Ti ringrazio per avermi salvata ma non mi serve più niente da te, addio Harry" gli dissi trattenendo le lacrime

Non so il motivo però ci stavo male, stavo male per i suoi comportamenti, lui riusciva sempre a farmi sentire un peso. E solo lui ci riusciva così bene.

Aprì la porta e uscì sbattendola. Da quel momento mi promisi che non gli avrei mai più rivolto uno sguardo.

Così scesi dal letto, mi vestii velocemente e scesi di sotto a mangiare un panino.

Dopo poco suonó il campanello così mi affrettai ad andar ad aprire

"Siamo tornati!!" Urlo Liam sbracandosi sul divano.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...