Dark inside

Forse Gwen è solo un errore, uno stupidissimo errore di madre natura,orfana e criminale è costretta a cambiare costantemente città, ma un giorno a New York farà una conoscenza molto speciale... ||non è basata su nessuna celebrità||

5Likes
9Comments
494Views
AA

8. é stato Luke!

La mattina seguente mi sono svegliato già stanco... non avevo proprio voglia di andare a scuola.

Come sempre, la mia sveglia era Nash e le sue leccate sulla mia faccia.

Quando mi alzai,ovviamente, la prima cosa che ho fatto è stata dare da mangiare a Nash,poi venivano tutte le altre cose. Mi vesti con una camicia nera,una maglietta rosso porpora e i miei soliti jeans attillati.

Quella mattina avevo voglia di portare le mie preziose Vans. Non mi andava di prendere il giubbino... perciò indossai una semplice felpa. Qualcosa mi diceva che stavo facendo uno sbaglio però non ci feci caso.

Presi la cartella in spalla e la sacca per l'ora di educazione fisica. Per fortuna che oggi c'era quella materia,mi diverto un sacco durante quelle ore. Salutai Nash e usci di casa. Durante il cammino mi chiesi cosa avremmo potuto fare oggi durante l'ora di fisica.

Bhe,tanto per me non faceva differenza,io me la cavavo in qualsiasi sport. Tirai fuori il cellulare dalla tasca e spedi una messaggio a Gwen,le chiedevo se oggi dovevo passare a prenderla.

Dopo qualche minuto mi rispose che oggi era meglio se non passavo per casa sua. Rimasi perplesso da questo messaggio ma faci come mi diceva.

Quando mancava ancora un pezzo per arrivare a scuola inizio a nevicare,così senza nessun preavviso. Io avevo indosso solo qualcosa di leggero! Cominciai a correre con il cappuccio in testa. Quando arrivai a scuola ero gelato. Una volta entrato in classe vidi Gwen gia seduta, mi sedetti vicino a lei e la salutai.

Lei mi rispose con i denti che sbattevano per il freddo. Mi guardai intorno e tutti erano allo stesso stato di Gwen. Poi mi alzai e detti un'occhiata ai caloriferi,su cui c'era scritto:"guasti,in attesa di riparazione." Pensai subito che oggi sarebbe stato un giorno molto duro.

Mentre tornavo al banco notai che Gwen era vestita solo con una maglietta e una canottiera molto leggera. Io stavo morendo di freddo,ma preferivo l'assiderazione che vedere Gwen in quello stato.

Mi spogliai di felpa e camicia e le feci indossare a Gwen. "Sei sicuro? Tu non hai freddo? " mi domandò lei. "Non ti preoccupare, io non sento freddo" la rassicurai,anche se ero rimasto solo con una maglia a maniche corte. Per 4 ore me ne stetti seduto nel mio banco,senza aprire bocca.

Tanto anche se avrei voluto farlo non avrei potuto, perché mi si stavano congelando le labbra. Anche gli altri non fiatarono. I professori erano meravigliati,ma penso che abbiano capito il motivo del nostro silenzio... al suono della campanella il prof di storia mi chiese:"Foster,ti senti bene?" "Certamente, perché me lo chiede?" Risposi tremante. "Sei molto pallido e le tue labbra sono completamente viola" gli risposi di non preoccuparsi per me.

Al fine della quarta ora tutti esultarono,finalmente potevamo fare un po di movimento! Arrivati negli spogliatoi della palestra,indossai i miei amati pantaloncini neri e gialli della adidas. Cambiai anche la maglietta ma non avevo nient'altro da mettermi addosso,la felpa e la camicia le Indossava ancora Gwen.

L'anziano prof ebbe l'idea di farci fare una partita a palla prigioniera. Io sono bravissimo in quel gioco! Inizammo a giocare e mano a mano che tiravo il freddo scompariva. Come al solito, le ragazze si ritirarono in un angolino e non fecero neanche un tiro.

Finita la partita dovevamo andare a cambiarci. Io mi cambiai tranquillamente e mi avviai verso l'atrio che precedeva la palestra. Per arrivarci bisogna percorrere un lungo corridoio,lungo il quale c'e l'entrata dello spogliatoio femminile. Guarda caso mentre stavo percorrendo il corridoio Luke, l'elemento peggiore della nostra classe che per giunta ce l'aveva con me, mi sorpassó da dietro e proprio mentre passavo davanti alla porta dello spogliatoio femminile apri la porta,offrendomi la visuale di tutte le ragazze della classe in mutande. Le ragazze iniziarono subito a strillare e per caso mi cadde lo sguardo proprio su Gwen.

Aveva delle gambe fantastiche.

Anche se ero tentato di rimanere a guardare ma mi coprì subito gli occhi. Quando chiusero la porta fui preso dal panico. Ora le ragazze erano sicuramente molto arrabbiate con me e io ci tenevo alla loro amicizia. Ma poi mi venne subito in mente che posso spiegargli che è colpa di Luke e poi non dovevo preoccuparmi,io ero per tutte il ragazzo più simpatico e gentile della classe, quindi mi avrebbero perdonato.

Quando uscirono,infuriate, mi accerchiarono e mi fecero indietreggiare fino a farmi arrivare all'angolino di quello stupido atrio."cosa ti é saltato in mente?! Non pensavamo che fossi un ragazzo del genere! Ti credevamo uno sensibile e gentile non come gli altri! "

"Scusatemi non è stata colpa mia. È stato Luke ad aprire la porta, io non lo farei mai." A quel punto usci in fretta e furia Gwen dallo spogliatoio. Si fermo davanti a me e si rivolse alla folla:"Ha ragione ragazze! Non è stato lui,ho visto con i miei occhi Luke che sgattaiolava via."

"Per stavolta ti perdoniamo,ma solo perché Gwen ha dimostrato la tua innocenza.Sei stato avvertito Foster."

Quando se ne andarono rigraziai di cuore Gwen per avermi difeso.

Mi rispose che sapeva che non farei mai cose del genere. Uscimmo da scuola e la accompagniai a casa. La neve era diventata più fitta e io ero ancora in maniche corte. Proposi a Gwen di accelerare il passo, stavo morendo di freddo.

Durante il tragitto non fecimo parola di quello che era successo,parlavamo e ridevamo come sempre. Una volta davanti a casa sua mi restitui i vestiti e le riposi un bacio sulla guancia prima di vederla entrare in casa.

Mi vesti e corsi a casa. Avevo una fame da lupi.

Angolo autrice

Ecco qui! Innanzitutto premetto che non ho avuto tempo di controllare sono di fretta quindi pubblico il capitolo che mia ha mandato il mio amico.

Volevo fare i complimenti a one_di per la sua "Abbie allison Styles" una storia bellissima, e niente, grazie mille a tutte voi che leggete e spero che vi piaccia!

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...