The mystic people

[..] Guardavo i suoi capelli che illuminavano la notte, i suoi occhi che scrutavano l'orizzonte, affascinati come se non avessero mai visto niente di così splendente. Le sue gambe erano comodamente penzoloni hai due lati dell'alante che la stava facendo volare così lontano dal suolo e così vicino alle nuvole, credo che in quel momento Zeus avesse voluto fulminarmi. [..] "Tu sei sempre così, vero?" Li chiesi senza nemmeno rifletterci. "Così come?" chiese dubbioso. "Silenzioso" -affascinante, bello, e così incredibilmente sexy- hey, aspetta cosa? Tu stupida vocina dentro la mia testa, muta devi stare. "Io non mi definirei silenzioso, sono solo di poche parole, è anche questo un motivo per cui non ho molta confidenza con i ragazzi del campo" disse scrutando la distesa d'acqua dopo aver spostato con riluttanza un ciuffo di capelli corvini che li erano caduti sulla fronte e si erano sistemati all'angolo del suo occhio destro provocandoli fastidio. "Non è giuso, insomma anche se una persona è "di poche parole" come dici tu, non è giusto che le persone non vogliano avere a che fare che lui. A me piacciono le persone silenziose e di poche parole, perchè so quanto valgono quelle poche parole"

1Likes
3Comments
100Views
AA

1. Prologo

Ester Loi è una sedicenne diversa dagli altri, è dislessica e iperattiva, so quello state pensando, “molte persone ne sono affette”, beh è vero, ma Ester sente di essere diversa.

Le altre persone della sua età praticano sport, si impegnano o se ne fregavano delle studio, escono ogni giorno con gli amici oppure passano giornate a divertirsi in casa ecc. ma Ester non è così, lei non pratica sport, studia poco, ha pochi amici che però non vede quasi mai, e quando esce è quasi sempre da sola, ormai è un abitudine intrattenersi con cose stupide o insignificanti tipo stare al computer, leggere, disegnare. A volte va a fare un giro per vedere cose nuove, scoprire nuovi sentieri per poi tornare sempre a casa, non perché non ci volesse stare, ma si sentiva rinchiusa, fuori dal mondo, lontano dalle cose belle che la circondano.

Questa è la vita di Ester Loi, o meglio lo era, diciamo che i suoi pensieri “sull’essere diversa’ non erano poi tanto sbagliati, ma, in un certo senso, nemmeno molto positivi.

*Spazio autrice*

Lo so che è corto, anzi cortissimo, ma è solo il prologo quindi per piacere siate pazienti!

Comunque questa è la vita di Ester Loi spero che vi abbia interessato.

Il primo capitolo lo metterò domani e da li ogni settimana ce ne sarà uno nuovo!

Spero che mi seguirete e mi aiuterete in questa storia ,e nella vita, di Ester!

Recensite la storia !Ci vediamo domani !

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...