Life is difficult...

Attenzione contenuti forti! Elisabeth è una ragazza italiana che per svoltare pagina decide di partite per Sydney dove incontrerà un ragazzo molto speciale... (Accenni 1D ma ff sui 5sos con possibile aggiunta di personaggi famosi)

9Likes
22Comments
2740Views
AA

11. bimbi su bimbi

Pov Elisabeth

I ragazzi se ne erano andati verso le 9:30 poiché l'orario delle visite finiva li, mi lasciarono da sola a pensare con me stessa dato che non avevo neanche una compagna di stanza. Pensa e ripensa all'accaduto chiusi gli occhi solo per un attimino...

"Elisabeth...Elisabeth..."una chioma rossa sta cercando di svegliarmi, sorrisi "buon giorno " "buongiorno Anke a te bella addormentata " mi ritornò in mente quando sull aereo mi aveva chiamato così, non ci conoscevamo neanche quasi e ora era il mio migliore amico "come mai sei venuto tu a prendermi ?" Mi sedetti composta "beh perché ho chiesto e mi hanno detto che potevo" mi sorrise,ma non era un sorriso dei suoi quelli che ti fanno dimenticare tutto, era più un sorriso tirato "dai sputa il rospo cosa hai?" Rise "a te non si può nascondere niente...ecco non piangere però" rimasi leggermente scioccata" io devo dirti una cosa..." Lo interruppi bruscamente "non mi bacerai questa volta spero " rise forzatamente "No e che io...ho comprato un bar !" Mi ci volle un po' di tempo per assimilare la notizia "tu brutto imbecille non sai quanto mi hai fatto preoccupare "è gli tirai un pugnetto giocoso sulla spalla ma lui non rise "è che é un po' lontano ..." Sorrisi "ti verrò a trovare in macchina o in bus " mi guardò "la cosa è un po' più complicata....il bar si trova a Magaluf, Baleari!" Il mio cervello rielaborò almeno 5 volte quelle parole nella speranza di cogliere un tono della voce scherzoso o anche nella sua faccia ma niente. Le lacrime iniziarono a formarsi sugli occhi ma gli avevo promesso di non piangere quindi mi trattenni "ma é bellissimo William sono contenta per te ..." E lo abbracciai "non sei arrabbiata?" "No che non lo sono, certo mi mancherai, ma non posso farti mandare il tuo sogno a puttane e poi quando ritornerò in Italia saremo più vicini "si staccò dall'abbraccio "tu si che sei saggia, in Harry Potter saresti una Corvonero " sbuffai, era un appassionato di Harry Potrer ed ogni argomento era buono per arrivare a Potty (?) "dai ora andiamo" scesi dal letto e andai in bagno per rimettermi i vestiti di ieri "dai sono pronta andiamo "uscii dal bagno prendendolo per mano. Mentre passavamo per i corridoi alcune infermiere ci guardavano dolcemente pensando che fossimo fidanzati a tal punto che una signora ci fermò "come siete carini, vi posso consigliare una buona wedding planer se volete" cosa? Il matrimonio? Ma se io è lui non eravamo neanche fidanzati! "No scusi deve aver frainteso ma noi non siamo neanche fidanzati" disse William, quel ragazzo mi leggeva nella mente "oh bhe peccato i vostri figli sarebbero bellissimi" e sorrise complice. Wait bella mia, io sono ancora vergine ! "Già lo penso Anke io, ovvio se prendessero dalla madre..." Arrosii violentemente "ma io e lei non stiamo insieme quindi niente bimbi " e sorrise alla signore che sorrise di rimando "arrivederci" "a non rivederci,sapete questo è un ospedale e non vi auguro niente di brutto" rispose lei "ahhahahaha ha ragione" e questa volta andammo via veramente.

Una volta sull'autostrada Willie esordì "molta gente pensa che io e te siamo una coppia, lo detesto,maschi e femmine non possono essere solo amici?" "Mhh io penso che il più delle volte uno dei due voglia qualcosa e questo sia lo stereotipo che la gente si faccia di noi" distolse per un attimo lo sguardo dalla strada e mi guardò di striscio mentre io ero persa fuori a guardare dal finestrino. "Hai ragione piccola Corvonero" sbuffai e lui rise "lo sai che non mi piace quel soprannome!" "E come ti dovrei chiamare?" "Mhh tutto tranne che centri con Harry Potter..." "Ok piccolo panda paffuto " "ecco vedi? Già meglio!" Ridemmo "ma allora come va con Josh?" Si incupì, aia avevo toccato l'argomento tabù ..."non gli interesso minimamente e penso che questo mi abbia fatto più convincere di partire,sai ero combattuto,rimanere con te o realizzare il mio sogno, poi ho chiesto a te e mi hai dato via libera..mi mancherai sicuro." Prese una pausa"e a te come va con il biondino?" Non credo di capire ciò che intenda "Luke intendi?" "Si esatto" "a bhe normale è un mio amico..." "Nono io voglio sapere la verità !" "Ma è questa..." Sorrise "bugiarda so che provi qualcosa " sbuffai "si provo tanto fastidio per le persone che non mi credono!" Rise "ok ok hai ragione tu!"

Dopo 10minuti buoni arrivammo a casa di Anastasia "ciao panda io ora devo andare al lavoro"e mi salutò con un bacio sulla guancia. "Ciao Willoso !" E uscii dalla macchina chiudendo la portiera della piccola Smart .

Entrai in casa "hei gente " e trovai sul divano gli zii e Anastasia con Calum "oh Elisabeth come stai !" Zia e zio mi si fiondarono addosso tartassandomi di domande del tipo: stai bene e bla bla bla ....io annuivo solamente poi mi sedetti cessate le domande "ma cosa ci facevate tutti qua seduti ?" Chiesi "emh io e Calum dovremmo dirvi una cosa..."e Anastasia scoppiò a piangere ,tutti noi la guardavamo sconcertati "non vi sarete mica lasciati vero?" "Nono non potrei mai" rispose Cal sconsolato "ecco ...io aspetto un bambino!" Esordì alla fine Anastasia. ERO SCIOCCATA ...non parlavo neanche e guardavo l'espressione sul volto di zio e zia che era un misto tra rabbia,preoccupazione e sorpresa "avete pensato ad abortire?" Chiese zio Philip "NO papà non uccideremo nostro ..figlio..." Tentennò Anastasia sull'ultima parola " da quanto lo sapete?" Chiesi io uscendo dalla mia fase sotto shock "da ieri, era per quello che ero un po' agitata" gli zii avevano superato la fase shock ed erano passati alla rabbia. "Ma non sapete che esistono degli anticoncezionali !" Urlò arrabbiata zia Emma "avete solo 17 anni!" "Ma ci prenderemo cura del bimbo vero Cal ?" "Io...scusa An devo andare...ho bisogno di capire un attimo cosa sta succedendo arrivederci" le lacrime di Anastasia iniziarono a casate sul divano "ecco ora abbiamo una figlia zitella incinta di 17anni " sussurro lo zio ma si senti comunque . "Io..."e An corse via "aspetta Anastasia!" Corsi su per le scale fino quando non arrivai alla sua porta, da dove provenivano dei singhiozzi .

Bussai "Anastasia mi fai entrare..." "No" "sicura ?magari ti puoi sentire meglio.." Tre scatti di serratura e la porta si aprì "entra dai..." Mi sedetti ai piedi del letto dove lei si era stesa"Elisabeth non fare mai il mio stesso errore" annui "io non lo vedo come un errore, è tuo figlio, non sarai mai un errore sarà la cosa che amerai di più in tutta la tua vita" mi guardò con quegli occhi scuri e arrossati dalle lacrime "hai ragione ma non a 17 anni..." Questo era vero però, quindi stetti zitta "Calum non ritornerà " inizio a piangere "si che lo farà, gli farò un bell lavaggio di testa e tornerà da vostro figlio"rise leggermente "vorrei si chiamasse Ocean" Bene era entrata nella fase 3 l'accettazione, si perché c'erano ben 7 fasi : -shock -disperazione -accettazione -felicità -rabbia -agitazione -gioia "e se è maschio?" "Mhh Dylan " "Ocean non mi piace granché ma Dylan è un bell nome" sorrisi e restai li a parlare del bimbo per ore...

Pov Calum

"Io ...scusa...An devo andare...ho bisogno di capire un attimo cosa sta succedendo arrivederci" e uscii di casa.

Non potevo crederci stavo per diventare padre a 17anni, è Anche vero che in quei giorni stavamo esagerando ma non potevo sospettare che finisse così! Voglio dire padre...io? Non credo di essere pronto.

Prima di rendermene conto stavo correndo senza una metà precisa con le lacrime che scivolavano sul mio volto pensando che starai stato la delusione della famiglia, avevo messo incinta una ragazza...a 17 anni ! "Hei amico dove corri?" Mi girai e seduti ad un tavolino del pub della città c'erano Ashton e Michael "Calum cosa è successo?centra An?" Nn rispondevo "hei ragazzi ecco le vostre..." Luke stava portando 3 boccali di birra "An è incinta!" Urlai e a Luke dallo shock caddero le birre interra "Oh.." Ashton si lasciò sfuggire "siediti qua Calum che ne parliamo" Michael picchiettò accanto a se "senti...tu cosa hai intenzione di fare?" Mi chiese "non so io...sono troppo giovane per diventare padre" "non vorrai lasciarla da sola spero!" Luke si sedette al tavolo "Anke lei è molto giovane come te e cosa credi che sia pronta!?!" Chiese Michael, per lui era una cosa famigliare, a sua cugina era successo e lui l'aveva subito capita. "Avete pensato all'aborto ?" E gli altri due si girarono furenti verso Ash "spero tu stia scherzando, non ucciderei mai mio figlio/a se mai all'adozione quello si" dissi "no!" Una ragazza dai capelli lunghi mori fino alla schiena e gli occhi marroni coperti però dagli occhialoni da vista si girò "oh scusate non volevo sentire la vostra conversazione ma non ho fatto apposta e volevo dirti...Calum se non sbaglio che io sono stata adottata e avrei voluto conoscere i miei genitori naturali e ora non so neanche dove siano come si chiamino o cose del genere e fa tanto male sapere che non mi volevano, ero comunque loro figlia" e se ne andò . "Io vado a parlare con Anastasia " e corsi verso casa Sendrik...

Pov Anastasia

Ero stesa sul letto a parlare ancora con Elisabeth, mi stava aiutando moltissimo in questo brutto/bello momento . Sentii il campanello suonare e mi precipitai a vedere chi era "hei ..." Era Calum "hei ...possiamo parlare?" "Certo, saliamo in camera" salii velocemente i gradini fino ad arrivare in camera mia dove Elisabeth stava scrivendo al cellulare ,alzò la testa dallo schermo"oh io vado in bagno...sai la natura chiama" e corse via imbarazzata "dai parla" mi sedetti sul letto "ecco io voglio tenerlo nostro figlio, non voglio darlo neanche in adozione o cose del genere, per mantenerlo farò alcuni lavoretti dopo la scuola e potremmo andare ad abitare nell'appartamento di Zio Maximus che è momentaneamente in Scozia e..." Mi alzai e lo baciai, "mi sembra una buona idea a parte la cosa di zio Max, per il momento è un po' presto ci penseremo..." Sorrisi e mi mise la mano sulla pancia "qui c'è nostro figlio" Risi "bhe si è ancora microscopico però c'è " rise Anke lui, che bello ero così felice "dobbiamo dirlo hai miei però"ci incupimmo "quando?"chiesi"oggi stesso" "mhh ok" "dai avviamoci" e andammo a casa Hood. "Oh Anastasia che piacere!" Mi salutò cordialmente la mamma di Calum, io sorrisi "allora cosa ci fate qui? C'è voglio dire...certo che ci potete stare ma...c'è no ..." "Mamma io e An dovremmo dire qualcosa a te e papà " la donna rimase un po' pietrificata "oh ok ...Caro scendi un attimo!" Dalle scale si udirono tonfi di passi scendere "salve ragazzi" ci salutò il nonno di mio figlio..."dai sedetevi che è meglio" la voce di Calum era preoccupata quanto la faccia dei suoi "dai cosa ci volevate dire?" La mamma di Calum poteva anche saltare in aria da tanta ansia "ecco io...so..." Iniziai io ma Cal mi sussurrò un parlo io allora mi zittii "Noi avremo un...bambino" esitò sull'ultima parole come me con i miei. Gli occhi del papà erano fuori dalle orbite mentre la mamma stava per svenire "come pensate di mantenerlo?lo tenete?come farete?" Sospirai "con dei lavoretti, si e vedremo." "Bhe allora auguri... Io sto per diventare nonna!" Esclamò alla fine la nonnina saltando in aria "si"rise Calum"Oddio sono vecchia devo andare a mettermi la crema antirughe !" E corse di sopra "santo cielo...bhe ciao ragazzi vado a finire il mio lavoro e auguri"ci fece l'occhiolino e salii al piano superiore "bhe ora é ufficiale" e abbracciai il papà ....

Pov Elisabeth

Mi era arrivato un messaggio da Luke -mi serve una mano quei babbei non mi vogliono aiutare vieni almeno tu- -per fare cosa?- digitai -te lo spiego dopo- in quel momento entrarono An e Cal "oh io vado in bagno sai...la natura chiama" scesi velocemente le scale e mi precipitai da Luke ma poi mi venne in mente una piccola insignificante cosa...io nn sapevo dove abita! Decisi di chiamarlo -arrivi?- -bhe se sapessi dove abiti- -vai infondo alla tua via poi svolta a destra, la terza casa sulla sinistra, bianca con un pino nel giardino- e mise giù. Feci ciò che mi aveva detto e arrivai in pochi minuti a casa sua,suonai"entra é aperto"entrai e una vampata di puzza mi arrivò addosso mi portai la felpa sulla faccia lasciando scoperto il ventre "cosa hai combinato Luke ti sei cagato addosso ?" Sentii delle risate lontane "no e togli la felpa dalla faccia" la tolsi e trovai la casa piena di...cacca ?!? Prese due mollette e me la mise sul naso e l'altra sul suo"aiutami almeno non come quei coglioni che ridono di me " "va bene" disse senza capire che coglioni diceva"visto lei mi aiuta!" Si girò orgoglioso Luke verso lo sgabuzzino "é ovvio che ti aiuta ha una cotta per te!" Arrosii violentemente "non è vero! E comunque chi c'è nello sgabuzzino? Perché sei ricoperto di merda?e perché ci sono un sacco di bimbi che dormono senza pannolini?!?" Sbuffò sconsolato "io dovevo badare a miei cugini Ken, Ben, Woody, John, Alicia, Ross, Steven, Elen e Samantha ma mi sono addormentato e quando mi sono svegliato avevano tolto tutti i loro pannolini e avevano sparso tutta la loro profumatissima popo da tutte le parti così ho chiamato i nostri amici ma invece aiutarmi si sono chiusi nello sgabuzzino!" Risi "salvati Anke tu Elisabeth!" Michael mi urlò dall armadio "taci" lo rimproverò Luke, risi "dai tanto in Italia per guadagnare un po' facevo la baby sitter con Hannah quindi me la cavo con i bambini...." Sospirò sollevato "alleluia ho trovato un angelo!" E si inchinò alzando le braccia e la testa al cielo come per ringraziare "tu pulisci la merda io prendo i bimbi li pulisco e poi gli faccio da baby sitter e ti istruisco" annui disgustati dal lavoro che gli spettava. Mi avvicinai al bimbo più piccolo ancora nel girello e chiesi"lui chi è?" "Oh lui è Woody un angioletto" mi sorrise tornando in sala con una paletta e un sacco dell immondizia, sorrisi e lo presi in braccio e lo portai in bagno(l'ho trovato dopo 15minuti buoni in quella reggia) lo appoggiai sulla lavatrice per cambiarlo ma lui si svegliò"ma-ma..,"dato che era sveglio riempii la vasca d'acqua calda e bagnoschiuma e facendo attenzione a non farlo cadere dentro gli feci fare il bagnetto. "Ma -ma" sorrisi era così tenero, mi ricordava mio fratellino quando era più piccolo! Scesi di sotto dove ben 3bimbi si erano svegliati e stavano assaltando Luke "pupuuuuu" urlavano in coro "ehi silenzio" esordii io scendendo dalle scale e si zittirono "chi sono loro ?" Chiesi a Luke "sono Alicia,Ken e Ben " Alicia era completamente diversa dai suoi cugini occhi scuri e capelli neri mentre gli altri avevano quasi tutti capelli e occhi chiari come per esempio Ken e Ben i due gemelli. "Dai venite con me" gli porsi la mano che solo Ken accettò"su forza cosa state aspettando!" Urlai indicando le scale e i 2 bimbi rimanenti corsero di sopra, feci la stessa cosa di Woody e li portai in camera di Luke a giocare "Elisabeth!" Scesi di corsa le scale con Woody in braccio e trovai Luke sommerso dagli altri bimbi"ma hai 17anni sei capace di farti rispettare!" Urlai esasperata "guarda che sono più intelligenti di quanto pensi!"risi insieme a Mickey e Ash "hai pulito li?" Chiese Ash "quasi..." Mormorò, la casa era ancora come prima "ma ti vuoi dare da fare?!? Comunque come si chiamano loro?" "Samantha, Ross, Elen, John e Steven" porsi la mano e loro si avvicinarono "dai andiamo a fare il bagnetto bimbi" loro mi seguirono e John mi diede la mano mentre gli altri mi seguivano. Uno ad uno li lavai velocemente e scesi al piano di sotto "wauh bell lavoro Luke " Ashton e Mickey uscirono finalmente dallo sgabuzzino "che bravi che siamo stati" di complimentò Ash cingendo Mickey sulle spalle come per complimentarsi "é già!" LUKE DIVENTÒ FUCSIA come la maglia di Elen poi cambiò colore diventando rosso "oh mi sa che dobbiamo andare" i due si catapultarono fuori e Luke cercò di prenderli ma non ci riuscì urlando un "ME la pagherete !!" Risi

"Aly..."era Steven che mi tirava la maglietta (non sapeva dire il mio nome come mio fratello...Aww *-*) mi abbassi"si?" "Noi abbamo pame!" Sorrisi "si ora andiamo" e ci dirigemmo in cucina "Luke a che ora tornano?" Ci penso un attimo poi mi rispose "verso mezzanotte, sono andati ad una cena di famiglia e mi hanno lasciato qua con le pesti" "bhe ora io devo and..." Non mi fece finite che si lanciò ai miei piedi inginocchiato"no rimani faccio schifo con i bimbi e tantomeno a cucinare !" "Io..."mi fece gli occhi da cucciolo "eh no così nn mi convinci" e mi avviai verso la porta "nooo" si avventò sui miei piedi facendomi cadere"ok ok rimango!" Urlai disperata ,Si alzò sorridendo e aiutando me "dai io chiamo An tu prepara la tavola" andai in salone per chiamarla -biip pronto?oh ciao Ely! Io e Calum abbiamo fatto pace ed ora è ufficiale oh e Ashton mi ha detto cosa è successo a Luke -rise -pieno di merda comunque dove sei tu adesso?- alleluia mi fa parlare!- An rimango da Luke ad aiutarlo con i bimbi- -no Tu torni a casa sai che è uno...-messi giù, tanto sapeva dove ero che cosa aveva da preoccuparsi, tanto il proverbio non è 'meglio mal accompagnati che da soli' ?!? O forse no...vabbe

Ritornai in cucina dove Luke stava cercando di apparecchiare "dai metto l'acqua per la pasta tu fai vedere qualcosa hai bimbi" "uffi che palle tocca fare tutto a me!" Lo guardai malissimo "ok ok vado !...dai bimbi andiamo a vedere i cartoni!!!!" "Siii" corsero tutti in sala

La pasta era pronta e anche la pappetta per Woody "ragazzi a tavola!" Mi sentivo una mamma con il grembiule di Liz "finalmente non ne potevo più di guardare Peppa pig!"Luke tornò in cucina con Woody in braccio e il resto della banda che lo seguiva, risi e presi il piccolo dalle sue braccia per prenderlo e metterlo nel seggiolone, mi avvicinai più del dovuto e quando ci toccammo una leggera sensazione di vuoto nello stomaco mi raggiunse ma non ci badai troppo, ero affamata si doveva essere quello..."dai sedetevi bimbi" misi Woody al suo posto e io accanto a lui che gli raffreddavo la pappina "mhh bona la pappa" sorrise John e sorrisi Anke io "Uhuh l'aereo planino " dissi facendo arrivare a Woody la pappa poi presi una forchetta di pasta e la divorai ...ero affamata problemi?!? "Dai io ho finito lo imbocco io tu mangia " Luke si alzò dal suo posto e venne verso di me "sei la fidanzata di Lucas?" Mi chiese Elen la più grande (4anni) arrosii violentemente mentre Luke mi guardava e rideva "che hai da ridere !" Si piegò in due dalle risate"devi vedere la tua Faccia Elisabeth!" Sbuffai "ah ah ah che ridere ora imbocca Woody!" E andai a sedermi al posto di Luke "ecco il trenino che va in galleria chuf chufff" Aww *-* era così tenero "Ely..."era Samantha "abbiamo finito possiamo andare in salotto "certo" e corsero via e io finii il mio piatto di pasta in santa pace ! Mi alzai e inizia a sparecchiare mettendo le cose sporche nella lavastoviglie e sbattendo fuori la tovaglia "Elisabeth Woody ha finito!" Un urlò arrivo dalla cucina "ok" risposi io a mia vola urlando e ritornai in cucina "dai torniamo dai bimbi amore" come mi aveva chiamato?!? "Cosa scusa?" Diventai rossa ma per fortuna non se ne accorse "ma si bhe stiamo recitando la parte dei genitori quindi..." Mi circondò la vita con il suo braccio "bhe anche se fosse non avrei 9 figli ...." "Bah secondo me se ti sposassi con me si li avresti" "ma infatti non mi sposo con te" lo zittii e camminammo verso il salotto "Luke possiamo vedere Toy Story 2?" Chiese Samantha innocentemente "certo piccola" "Lukeee" questa volta era Ross "sembrate mamma e papà " in effetti con Woody in braccio e la pozione di prima si, poi avevo anche il grembiule! "Hai ragione " sentenziò lui tirandomi più stretta di prima "Luke io vado a portare Woody nella tua stanza a dormire "lui annui, mi lasciò e preparò tutto per vedere il film mentre io gli rimboccavo le coperte al piccolino. Scesi e mi sedetti accanto a Luke ma a debita distanza mentre i bimbi erano stesi sul tappeto, però tutto d'un tratto si fece buio....

"Oh che teneri che sono " una voce di donna disse "shhh così li svegli !" Aprii leggermente gli occhi, mi trovavo nella camera di Luke nel suo letto a 1 piazza e mezza con i bimbi intorno e addosso e avevo la testa su un morbidissimo cuscino caldo e massaggiante....Alt perché si muoveva?!? Con il mio stupore più generale che mai ero abbracciata a Luke con la MIA testa sul SUO petto mentre lui mi stringeva a se "dai prendiamo i nostri figli " ed uno ad uno presero i propri figli senza cercare di svegliarli "Ma chi è questa ragazza abbracciata a tuo figlio Liz ?" Chiese un altro voce femminile "bah in realtà non lo so però lasciamoli così sono teneri" "spero non abbiano fatto schifezze davanti ai bimbi " una vociona roca disse " ma piantala Paul lei lo avrá aiutato con i bimbi dato che Lucas senza offesa è un disastro con i bimbi!" Brava la signora ora si che si ragiona! Luke si girò e mi strinse di più a se, avevo il suo viso a pochi millimetri di distanza dal mio ma poco mi importava ero troppo stanca e mi lasciai cullare dai respiri di Luke verso il mondo dei sogni...

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...