Life is difficult...

Attenzione contenuti forti! Elisabeth è una ragazza italiana che per svoltare pagina decide di partite per Sydney dove incontrerà un ragazzo molto speciale... (Accenni 1D ma ff sui 5sos con possibile aggiunta di personaggi famosi)

9Likes
22Comments
2714Views
AA

22. all i want for christmas is you

Era oramai dicembre, per la città si adorava il natale, e la felicità era talmente tanta da poterla tagliare con un coltello.

Da parte mia ero veramente felice, sia per Luke, che ora sta meglio di un pasha, ma anche perché avrei finalmente rivisto i miei!

Felicissima all'idea saltellavo per tutta al casa.

"Hei hei hei tranquilla, mi metti ansia solo a vederti!" Mi disse Anastasia con il suo bel pancino, oramai era 4 mese di gravidanza e la pancia cresceva sempre di più, quasi fosse una pagnotta che lievitava.

"Sono felice!" Esclamai prendevo in braccio Alaska e improvvisando un valzer.

Il mio cellulare però squillò, erano i miei !

Risposi con enfasi "buon natale!" "Ciao Elisabeth..." Girai gli occhi al cielo "no dimmi di no quando mi chiamo così devi dirmi o qualcosa di brutto o ho combinato un casini, è dato che da quaggiù mi è un po' difficile la seconda...su dimmi" si senti un verso dal altra parte del telefono, un verso di dispiacere "non...possono venire" tutta la mia felicità sparì in quelle poche parole.

"Perché?" Chiesi delusa e demoralizzata "sai che tuo fratello sta Male non possiamo venire con lui che ha la polmonite..."

"Bhe vengo io li" "mi piacerebbe molto cara ma qui è in atto una tempesta di neve, non smetterà fino a capodanno e il traffico si è come paralizzato..." "Oh bhe allora buon natale.." E misi giù.

Non li avrei visti, neanche quel mese non avrei visto la mai famiglia.

Mi sedetti sul divano in un tonfo unico "hei che succede?" Mi chiese An accarezzando Dylan.

"Non lo incontrerò questo natale..." Intanto guardavo il vuoto.

"Mi dispiace davvero molto" mi abbracciò lei "puoi venire con noi dai genitori di Calum..." Io annui, pensando all ipotetico natale che mi poteva aspettare.

"Senti An...dobbiamo andare a prendere i regali" mi sorrise "okok ricevuto mi preparo e andiamo al centro commerciale" sorrisi felice salendo le scale.

Decisi di mettere la felpa dei "Corvonero" che mi aveva regalato Sara, un mia vecchia compagna di classe potter head come... Come lui, quel lui che magari era già partito per le Baleari per qualcuno che mi aveva ferito, quel qualcuno di cui mi ero fidata.

"È un vero peccato, mi ha colpito chi mi aveva accarezzato" scrissi come stato di Whats app, presa dallo sconforto improvviso per il ricordo di Willlie.

Una volta pronta scesi e io e An andammo al centro commerciale, era pieno di luci anche se era pieno giorno, c'era un sole che spaccava le pietre e un caldo della miseria.

"Cosa ne pensi di questo per Cal? Gli piacerà?" Mi sventolò davanti gli occhi una felpa dei Ramones "ehm penso di si?" Le risposi incerta "perfetto vorrà dire che la prenderò"

Io avevo già preso quasi tutti regali ma mancano all'appello il regalo per mio fratello e per Luke. Non avevo idee o almeno non mi venivano in quel momento...

Per gli altri, mi sembrava di aver azzeccato, un capello di lana nero per Hannah con la scritta "AMNESIA" in bianco, per Michael una nuova tinta rosso corallo, per Ash delle nuove bacchette fluo per la batteria, per Calum delle nuove vans nere e per An (ovviamente di nascosto) una collana con il ciondolo a forma di. Cuore apribile per inserire le foto.

Avevo lasciato Anastasia al negozio di profumi, voleva comprare qualcosa per i suoi mentre io cercavo qualcosa di decente, quando davanti agli occhi mi ritrovai un negozio sportivo...

Dove un pallone della nazionale australiana trionfava, così entrai.

Era pieno di ragazzi che si bloccarono quando mi videro,certo forse poche ragazze entravano li ma almeno potevano chiudere la bocca...

Mi avviai verso la cassa quando un fischio mi raggiunse "10 punti ai Corvonero!" Urlò una voce profonda dal fondo del negozio facendomi avvampare.

"Mi dica bella" mi si avvicinò un ragazzo biondo e spigliato "io.. Vorrei qu-el pall-one" balbettai insicura indicando la vetrina.

"Oh si certo." Pagai, cestinai i tentativi di rimorchiare e mi precipitai fuori il più velocemente possibile... Finendo così in un negozio di musica.

Subito una fender mi colpì, ovvio ma che scema, una chitarra quale miglior regalo per Luke!

Per fortuna che era in saldo se no mi sarebbe costata un occhio della testa.

"Elisabeth hai finto?" Mi chiese Anastasia colma di pacchi e buste.

"Si certo possiamo tornare..."

Angolo autrice

Eccomi tornata in tema natalizio! Non vedo l'ora che sia natale giuro.

Ehm di questo capitolo non ho da dire molto...quindi se vi piace spolliciate e mi raccomando lasciate il vostro commento!

Baci Eli

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...