Lì dove i fiori non appassiscono

Una ragazza. Un giardino. Un ragazzo. Un amore che durerà all'infinito. Baci, parole, litigi. Una avventura entusiasmante che tratta un argomento romantico quanto contemporaneo. Una ragazza dal cuore di ghiaccio. Una ragazza diffidente. Una ragazza che non sa che il ghiaccio col tempo si scioglie.

10Likes
28Comments
17703Views
AA

16. Due Rose

Ieri è stato un giorno bellissimo, mi sento diversa... divisa a metà. Ho conosciuto due ragazzi splendidi che mi amano e io non so scegliere. È possibile amarne due alla volta? Beh io ne sono la prova.

Come si fa a decidere fra due persone di cui sei innamorata? Impossible.

Ma non posso nemmeno frequentarli due alla volta, cioè è da stronzette.

Insomma, sono confusa, da una parte la ragazza ghiacciata, invernale, d'altra parte quella primaverile, floreale.

E sono anche diventata poetica, fico!

Cioè ricapitolando, non ho concluso granché, quindi non devo ricapitolare nulla.

...

8.10 pm

"Hey ciao Amore, scusami tanto per la bidonata di ieri!"

"Ah ma fa niente, le belle persone come te si fanno desiderare"

"Ah ah, scherza pure bel bimbo!"

"Non scherzo!" 'Ah non scherza!'

"Dolcissimo! Piccolo mi accompagni in classe?"

"Certo" mi prende la mano e insieme ci incamminiamo verso la mia classe.

...

6:34 am

Cammino lentamente e cauta, passo dopo passo senza far rumore. Dopo pochi passi faccio un salto felino e atterro sulla schiena di Harry.

Urlo come una forsennata e poi mi lascio cadere sul prato ridacchiante. Harry si gira verso di me e mi ci si a butta accanto.

"Hey! Mi hai fatto prendere un colpo Rose! Sei una bastarda!"

"Hahaha e fiera di esserlo!"

"Dai scherzo" dice e mi accarezza la guancia molto piano

"E quindi..."

"E quindi..."

Ridiamo piano

"Ma allora stiamo insieme?" Dice molto lentamente

...

8:13 pm

"Hey grazie mille per avermi accompagnata"

"Ma di che? Adesso vado in classe anche io..." Poi si avvicina piano a me è mi mette al muro. "Ma prima..." Inizia a baciarmi lentamente e appassionatamente.

"Hey hey calma" mi stacco da lui "Ho lezione" sguscio via dalla sua presa.

"Ciao Principessa"

"Ciao piccolo"

Lo abbraccio e faccio qualche passo ma poi mi volto e torno indietro e gli salto in braccio.

"Cambiato idea?"

"Che domande" e insieme corriamo fuori nel cortile

....

6:36 am

"Penso di si Harry, si, stiamo insieme"

"Ti amo tanto Rose"

"Ti amo tanto Harry"

...

8:15 pm

"Ti amo tanto Principessa"

"Ti amo tanto anche io"

...

Mi guardo allo specchio e vedo una persona diversa, sono tanto cambiata in questi mesi. Ho i capelli più lunghi, sono più alta, più grande. Sempre impacciata e scoordinata, certo, ma sono comunque maturata.

Vedo una ragazza che ha degli amici, due ragazzi che la amano è una vita migliore. Ripensando a com'ero prima non mi riconosco. Sono diversa, ma non sono migliore.

Mi passo una mano nei capelli e mi accascio sul letto, Coffee mi salta sulle ginocchia e inizia a farmi le fusa. Gli do una grattatina dietro le orecchie e lui salta via a graffiare il cuscino.

Mi alzo in piedi a malavoglia e mi tolgo il pigiama restando in reggiseno e mutande; vado in bagno e mi lavo, mi trucco e mi profumo poi torno in camera e mi vesto.

Scelgo per la mattinata domenicale, che di tradizione passo con la famiglia a casa degli zii, un vestito rosa pastello smanicato con la gonna che mi arriva sopra il ginocchio, la spalla che si chiude con una cerniera dorata. Metto delle scarpe con il tacco bianche.

Poi una collana con una bambolina e degli orecchini con delle perle al lobo.

Sembro una principessa, strano, ma mi piace!

Scendo le scale e rimpiango di non aver mangiato i pancakes di mia madre perché la mia pancia brontola.

"Mamma?" Urlo

"Dimmi tesoro!"

"Ci sono dei pancakes?"

"No, finiti!"

"Ma come? Ce n'erano dodici in più oggi! Io ho fame, esigo che tu mi sfami!"

"Sono finiti"

"Chi è stato che lo picchio"

"Harry!"

Vado in cucina e trovo Harry chino sul piatto che fa la scarpetta con il dito sullo sciroppo.

"Hey, oggi vengo con voi a pranzo!"

"Perfetto Harry!" Faccio con un sorriso a trentadue denti "che ne dici se usciamo prima di andare a pranzo?"

"Sicuro! Ciao signora-mamma-di-Rose"

"Ciao Harry!"

Usciamo dalla porta e Harry mi mette il braccio intorno alla vita "Come sei elegante, e sei anche bellissima"

"Wow grazie! Smettila però che mi viene il diabete per la tua dolcezza"

"Mi dispiace ma è un dato di fatto"

"Smettila" 'oh no, continua! CONTINUA!'

"Andiamo in bici?"

"Ho la gonna!"

"Giusto, a piedi?"

"Ho i tacchi!"

"E toglili!"

"Ok li lascio qui!"

"Brava!"

Mi tolgo i tacchi e sospiro di sollievo, sono una tortura tremenda! Vado a piedi nudi sul prato della mia casa e sento l'erba fresca sotto i piedi che me li solletica.

"Andiamo!" Mi sento bene, mi sento un fiore.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...