Lì dove i fiori non appassiscono

Una ragazza. Un giardino. Un ragazzo. Un amore che durerà all'infinito. Baci, parole, litigi. Una avventura entusiasmante che tratta un argomento romantico quanto contemporaneo. Una ragazza dal cuore di ghiaccio. Una ragazza diffidente. Una ragazza che non sa che il ghiaccio col tempo si scioglie.

10Likes
28Comments
17713Views
AA

33. Colpi di scena

Non so se essere arrabbiata, confusa o felice. Potrei essere arrabbiata per la faccia tosta di Harry, potrei essere felice perché mi ha baciata ma più di tutto mi sento confusa perché mi sento euforica e infuriata allo stesso tempo. Avrei tanta voglia di dire al mio subconscio: Hey bello, sai cosa? Mi sembri una ragazzina lunatica con il ciclo. La prossima volta, al posto del turbinio di emozioni che mi fai provare, vammi a comprare del gelato. Al cioccolato. E già che ci sei, voglio anche la panna.

Quando mi stacco da Harry sento la faccia che sta per esplodere, devo essere diventata tutta rosa perché Harry mi guarda e mi sorride. Come se stesse cercando di trattenersi dal ridere.

"Hey tu!" Dico mentre gli punto un dito al petto "Non pensare di cavartela con un bacio eh. Ti do dieci, e dico dieci, minuti per spiegarmi quello che è successo, e se mentirai, o se la verità non sarà soddisfacente, me ne scappo via. E ti dirò, non è affatto sexy baciare la tua ragazza quando poco prima hai pomiciato con un'altra persona, che tra parentesi, è Kevin"

Sento in lontananza Doll che scoppia in una risata isterica, ma poco dopo si mette di nuovo a piangere silenziosamente.

"Okay, Rose. Le cose sono andate più o meno così. Appena te ne sei andata con Doll in paese, io e Kevin ci siamo messi a parlare, o meglio. Kevin si è messo a spettegolare a tutta furia, parlando del più e del meno. Per la maggior parte del tempo sono stato ad ascoltare, nel frattempo stavo mangiando una ciambella al cioccolato. Era buonissima. Ma non è questo il punto.

Dopo un quarto d'ora circa siamo andati a fare una passeggiata nel campeggio sempre parlottando di cose a caso. Ma la cosa più strana è che Kevin era a proprio agio, mi parlava e mi stava accanto come se ci conoscessimo da una vita. Non lo so, mi metteva a disagio. Dopo un bel pó di tempo abbiamo fatto il bagno assieme, e siamo andati a fare due tiri a pallacanestro il tempo è passato in un lampo. Mi ha detto che doveva mostrarmi un posto. Mi ha portato in una specie di buco in una siepe; mi ha offerto del fumo ma io ho rifiutato. Lui ha fatto due tiri e dopo un pò ha completamente perso il controllo. Si è messo a dirmi quanto fossi carino, simpatico gentile. Poi mi si è avvinghiato a dosso, così forte che non sono riuscito a scollarmelo e mi ha baciato. Non erano passati nemmeno due secondi che sei arrivata tu e ci hai visti..."

Aspetto un qualcosa come dieci secondi buoni per aspettare che il racconto finisse, ma Harry non prosegue. "Tutto qua?"

"Emmh, sì... Ma giuro che è successo proprio questo"

"E io ti dovrei credere?"

Silenzio.

"Mi è sembrato che il bacio ti piacesse" gli dico

"Beh devo ammettere che..." Fa Harry sarcastico

"Sei incredibile...!"

'È incredibile' dice la mia vocina interiore

Lo so. È impazzito

'Impazzito completamente'

Si è fumato anche lui della marijuana?

'SICURAMENTE'

Continua nel frattempo il mio dialogo interiore.

"Rose, è vero" Doll si avvicina a grandi passi, ha finito di piangere ma è ancora rossa in viso come un neonato che non ha mangiato.

"Come scusa?" Dico nel modo più acido possibile

"Io sapevo tutto" inizia Doll "Fin dall'inizio. Kevin si è preso una bella cotta per Harry. Fin dal primo momento. In piscina, quando lui è Harry si sono visti per la prima volta, lui è scappato in bagno a piangere. E so anche il perché. Harry è la copia esatta di Simon, il suo migliore amico"

Ora è tutto chiaro... O forse ancora tutto più scuro.

"Simon... Il ragazzo che morì per eccesso di droga... Kevin ce ne ha parlato quando abbiamo giocato a obbligo o verità... Giusto?" Domando

"Esattamente." Mi risponde Doll "Kevin mi ha chiesto di aiutarlo"

"Di aiutarlo a fare cosa?" Azzardo

"A far innamorare Harry di lui"

"Io non so cosa dire..." Sono solo del tutto shoccata, nulla di che...

"Dimmi solo che mi ami ancora" si intromette Harry

"Io non ho mai smesso..."

Harry posa le sue labbra sulle mie, velocemente, rubandomi un bacio.

"Senti Rose..." Doll è diventata pallida, le trema la voce "Devo solo chiederti di non essere troppo dura con Kevin. Ha passato un brutto periodo, e con tutto l'eccesso di droga che lo sta consumando, ha un po... Beh... Ha perso il senno della ragione. Lui non voleva farti del male, davvero, è solo che Harry... Seriamente... Sei identico..." Doll soffoca un singhiozzo. "Potresti essere Simon, gli stessi occhi, capelli, sorriso..."

Tutto a un tratto mi sento in pena sia per Kevin, ma anche per Doll perché penso di aver capito perché parlando di Simon è diventata improvvisamente un cadavere.

"Anche tu amavi Simon, vero?" Chiedo senza riuscire a trattenermi, al diavolo la riservatezza e la privacy.

"Si, ero innamorata di Simon, ma Kevin non lo sa. E non lo saprà mai..." Doll è scossa, come se tutto a un tratto si fosse liberata di un peso enorme che portava sulle spalle da troppo tempo ormai, ma mi sembra strano comunque, la facilità con cui ne parla.

"Troppo tardi..." Una voce alla mia sinistra parla con voce roca e profonda, come se salisse direttamente dal terreno su cui sto poggiando i piedi. È Kevin. "Ho sentito tutto, Doll..."

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...