The true story of Emily Jones

Non Si parlava d'altro, i giornali, riviste, telegiornali, perfino la gente non smetteva di parlare di emily jones. Chi è Emily Jones? Semplice,una ragazza di 17 anni. No,non è la ragazza "cool" della scuola, Non è nemmeno la piú "popolare". Allora come mai tutti parlano solo di lei? «Emily Jones,17 anni,Nata il 1943 data di morte 1960. Causa del decesso, Accoltellamento al torace Ed estrazione del cuore. Scena del crimine, Lago di skaneateles, È confermata la presenza Di acqua nei polmoni. Colpevole: Harry Styles.» Questo è ció che è stato scritto dalla Questura e il detective taylor. Tutte le prove portano a lui. Tranne una. Una prova essenziale,ma mancante, Per danneggiamento prove. Ma siamo sicuri che le prove siano state Danneggiate involontariatamente? Harry è davvero il serial killer Che sta terrorizzando tutta New York?

9Likes
12Comments
556Views
AA

4. capitolo terzo

Sono completamente paralizzata dalla conversazione che ho appena avuto.

ho appena dialogato con un serial killer, no no no!

sono una stupida!

cammino avanti e indietro nella stanza finchè non prendo una decisione.

andare alla polizia.

prendo la mia borsa ed esco di casa.

arrivo alla caserma e raggiungo lo studio del detective Taylor un uomo slanciato capelli scuri e occhi verdi.

c'è molta gente ad aspettare il propio turno,penso che questa cosa sia molto piú urgente di piccole denunce per furto.

cosí mi presentai davanti la segretaria dell'ufficio del detective.

"vorrei parlare col-"

"la fila"mi interrompe

prima di parlare mi guardo intorno per vedere se qualcuno mi sta sentendo.

"si tratta di harry styles"sussurro

la signora a quel nome non esita a prendermi e sbattermi dentro lo studio del detective.

"salve Jeanette"dice appena entro.

"coma fa a sapere il mio nome?"domando

"oh,questo non è importante,perché è quí"

"per parlarle di, harry styles"

a quel nome non mostra nessun segno di entusiasmo o interessamento,potrei definirlo quasi,paura.

Si siede dietro la sua scrivania di ciliegio e mi invita a sedermi e raccontare quello che mi era successo.

"okay. le faremo sapere."dice mantenedo un sorriso stampato sulla bocca.

arrivo a casa tutta stanza e mi siedo subito sul divano.

"sei stata stupida."dice una voce.

"chi sei?"domando.

"non ci siamo visti poco fa?"dice

"h-harry"

"brava hai indovinato"ride nervosamente

"vattene!stammi lontana tu sei solo un pazzo!"urlo

"oh Jeanette,quí il pazzo non sono io,se solo tu sapessi.."

"sapere cosa?!che hai ucciso e strappato il cuore a una ragazza?!"urlo spaventata

"non sono stato io,non sono stato io! basta urlare!"urla

"allora chi è stato a uccidere quella povera ragazza?!"quasi piango

"è stato lui.lui l'ha uccisa e poi le ha strappato il cuore come le altre..."

"cosa?!"

"non ne ha uccisa solo una"sbuffa

"che?!"

"già, è orribile. E pensare che quasi mi piaceva Emily."ride nervosamente.

"sei un mostro" urlo alzandomi

"oh,non io,lui."

"lui chi?!"inizio ad arrabbiarmi

tutti questi giochi di parola mi mettono in confusione.

"questo lo scoprirai molto presto,ma devo dire che gli hai facilitato le cose"

"come?"domando

"gli sei andata in contro"finisce prima di andarsene.

"aspetta harry!"urlo

lui si ferma davanti la finestra e si gira piano.

"quindi tu cosa centri?"domando

"io mi devo curare"

"che?!"

"non sto bene"dice abbassando la testa.

"oh certo,ovvio che non stai bene!sei un pazzo che strappa il cuore alle ragazzine e poi le butti sempre nello stesso fottuto lago finchè la polizia non le trova!"dico

"oh cara Jeanette,loro l'avevano già trovata ancor prima che morisse"

"E perchè uccidi ragazze per curarle?!"quasi urlo

"oh no,io non le uccido,le uccide lui.E loro diventano la mia cura. Il loro cuore puó guarirmi."

"tu sei pazzo,sei completamente pazzo." rido nervosamente.

"uccidere ragazzine non ti aiuterà!"dico

"invece sí, lo ha detto lui"

"ma lui chi? harry!"dico disperata

"questo non posso dirtelo,ma non so,Jeanette tu...tu non ti meriti questo,no,tu non ti meriti questo.tu..tu forse hai ragione.

loro non mi aiutano a guarire ma se non le uccide io moriró, oppure..forse hai ragione.

forse uccidere non mi aiuterà a guarire.

Jeanette,aiutami a sconfiggerlo."

"sconfiggere chi?"

"non vuole che si dica il suo nome,lui si fa chiamare heart"

"heart? cuore?"

"si,ma questa volta non dirlo a nessuno sopratutto alla polizia sai lui è sempre preparato."dice scappando.

non è possibile.

quindi harry non centra niente,lui da retta a un persona "malvagia" che evidentemente (come dice lui) io ho incontrato e parlato.

ma chi?

E se invece fossero frottole?

No,mi avrebbe già uccisa, ma chi è questo "Heart"? che cos'è successo veramente a Emily Jones? E perchè Harry ascolta quest'uomo?

perché Harry vuole il mio aiuto?

Forse non dovrei ascoltare Harry, Infondo è un assassino,chi ascolterebbe un assassino?

E se non fosse un assassino? se dice la verità?

Harry ha detto che ci ho parlato..e se fosse...Kimberly?

no non penso.

ma in questi giorni sto parlando con suo fratello zayn.

forse è lui,infondo ha anche la stessa età di Harry e non sembra un bravo ragazzo...

In ogni caso meglio aspettare domani mattina.

salgo le scale mi metto il pigiama e mi addormento sul mio caldo letto.

{spazio autrice}

hey ragazze!

spero vi piaccia il terzo capitolo!

mmm chissà chi è quest'uomo miaterioso!

per sbaglio ieri ho cancellato la storia e ho dovuto riscriverla.

si lo so,non sono molto brava a "maneggiare" wattpad.

infatti,sono alla ricerca dj qualcuno che mi dia una mano a fare cose peobabilmente stupude per voi con wattpad.

per esempio come mettere il "cast".

se lo sapete mi fate un favore!

inoltre consiglio da leggere “The change” per i fan come me dei “5sos”

grazie lettrici,spero di raggiungere presto i vori che avevo prima e magari superarli!

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...