The true story of Emily Jones

Non Si parlava d'altro, i giornali, riviste, telegiornali, perfino la gente non smetteva di parlare di emily jones. Chi è Emily Jones? Semplice,una ragazza di 17 anni. No,non è la ragazza "cool" della scuola, Non è nemmeno la piú "popolare". Allora come mai tutti parlano solo di lei? «Emily Jones,17 anni,Nata il 1943 data di morte 1960. Causa del decesso, Accoltellamento al torace Ed estrazione del cuore. Scena del crimine, Lago di skaneateles, È confermata la presenza Di acqua nei polmoni. Colpevole: Harry Styles.» Questo è ció che è stato scritto dalla Questura e il detective taylor. Tutte le prove portano a lui. Tranne una. Una prova essenziale,ma mancante, Per danneggiamento prove. Ma siamo sicuri che le prove siano state Danneggiate involontariatamente? Harry è davvero il serial killer Che sta terrorizzando tutta New York?

9Likes
12Comments
556Views
AA

9. capitolo ottavo

"Eccomi"dico entrando con le valige in mano.

Appena entro c'è Harry seduto sul letto,ha la testa bassa e le mani su i capelli.

"uccidila,uccidila"sussurra

"No i-io le voglio bene"sussurra ancora

"shh è quì ci sente,scoprirà il nostro piano"continua a sussurrare.

Mi sono persa qualcosa?

"Non c'è un cazzo di piano!'urla

"invece si,ho giá in mente come liberarcene,preparo io la cena."sussurra per l'ennesima volta

"cazzo no,non tela mangerai come hai fatto con l'ultima!"urla

"Harry ti senti bene"

"uhm"deglutisce

"alla grande Jeanette,vieni"mi dice con un sorriso stampato in faccia.

ha tutti i capelli aggrovigliati e gli occhi neri.neri ha gli occhi tutti neri,non c'è minima presenza di luce nei suoi occhi che prima erano color smeraldo.

"dove mi porti?"oso domandare

spalanca la porta del bagno e apre la doccia.

cosa sta facendo?

continuo a non capire.

"H-harry,sicuro di stare bene?"balbetto

"ti ho già detto che sto benissimo"ringhia

L'acqua della doccia è ormai aperta e del vapore esce,presumo sia abbastanza calda.

"se volevi farti la doccia non c'era bisogno che io ti accompagni"

"ma la tua presenza è essenziale per me"dice prendendo il manico della doccia

"Harry è bollente"dico togliendo il dito che avevo messo per sbaglio

"Lo so"ghigna

mi prende tutte e die le mani e le mette sotto l'acqua bollente

"HARRY! LASCIAMI TI PREGO!È BOLLENTE,TI SUPPLICO HARRY! MI STAI FACENDO MALE,PER FAVORE!!"urlo iniziando a piangere.

"zitta"scatta

"ma che stai facendo?!sei pazzo?! così si ustionerà!"urla

"Lasciami Harry"piango

"No"scatta

"Si invece,lei non merita questo!"urla mollando la presa

"questa volta hai vinto tu"sussurra

"zitto"urla

"tu,tu sei un malato!"urlo

"Jeanette io non volevo"

"si dì pure questa"borbotto

"non era il vero Harry credimi!"urla

"certo.."dissi aprendo la porta ma fallì.

avevo le mani tutte rosse e non riuscivo a toccare qualcosa per paura di farmi male.

"apri la porta,Harry."

"Jeanette davvero,scusami,n-non ero io"balbetta

"fa come vuoi,ma ora apri la porta."mi lamento

"Jeanette?"

"Si? Harry."

"mi dispiace"dice abbracciandomi forte.

Harry,Harry Styels, quello che mi ha quasi ustionato mi ha abbracciato.

Sono un po perplessa per il gesto dolce che ha fatto ma decido comunque di ricambiare l'abbraccio.

"Io,io ti voglio bene Jeannette,non permetterò più che lui ti faccia del male."

"okay è-è tutto okay Harry,credo"lo rassicuro

"Scusami,scusami tanto io non volevo,davvero."sussurra continuando ad abbracciarmi.

sto andando a fuoco.

"H-harry,noi due dobbiamo parlare,ora apri la porta"

si stacca dal nostro abbraccio e apre la porta.

ci sediamo entrambi sul letto.

"Che è successo a Emily Harry?"gli domando

"è morta"dice

"perchè?"

"i-io.."balbetta

"okay,lascia stare. almeno,dimmi Harry,chi è il vero colpevole."

"È è stato Harry"sussurra

"Cosa?"

"idiota"urla a se stesso

"sei solo un emerito coglione!non dovevi dire niente!"urla

"lei non si merita questo"scatta

"Si lei deve morire come tutte le altre,vero Jeanette?"dice guardandomi

"tu devi morire insieme alle altre 20!"mi urla

"Harry?!"domando preoccupata

"non c'è Harry ora. ora ci sono io"mi sussurra a un orecchio

"Vieni"dice trascinandomi in cucina

"no harry lasciami stare ti prego!!!"urlo

"Zitta"scatta

apre con una mano il casseto delle posate e sfila un coltello.

"Harry,Harry ti prego no. basta basta perpiacere"

"farà un po male"ghigna

"NO! lasciami stare!"

dico dimenandomi dal lui.

"Stai con me Jeanette,non vorrai mica abbandonarmi,vero?"ringhia

"N-no"balbetto

mi prende la mano sinistra e inizia a fare un taglio profondo sul palmo scavando sempre più a fondo.

"harry,ti prego smettila"supplico

"so che mi odi,lo so. sei come tutte le altre mi odi!"urla continuando a tagliare

"no non è,non è vero Harry. io,io ti voglio bene."gli dico quasi piangendo

E lo penso veramente,io voglio bene a Harry.

Non so il perchè,ma li voglio bene.

non si merita tutto ciò,lui non si merita questo.

Sento come il bisogno di aiutarlo,di aiutarlo a sconfiggere le sue paure,e a sapere cosa sia successo veramente a Emily.

voglio sapere la vera storia di Emily Jones

sembra che faccio tutto ciò per interesse,ma non è così,veramente,voglio bene a Harry.

Harry che mi ha minacciato di uccidermi

Harry che mi ha quasi ustionato le mani

Harry che mi ha tagliato in profondità il palmo della mano.

Si,forse,provo qualcosa più di un semplice "ti voglio bene" nonostante tutto quello che mi sta facendo.

nonostante tutte le volte in cui abbiamo litigato,forse,provo qualcosa per lui.

Ma infondo l'amore è pazzo,e questa cosa penso che valga anche per una persona,oserei dire psicopatica.

riuscirò mai a rispondere a tutte le mie domande?

A capire dive realmente sbaglio?

sarebbe bello,si sarebbe fantastico,ma non penso ci riuscirò,tutto ciò è impossibile,tutto ciò è pazzo.

Forse è la pazzia viene dalla gente,che noi chiamiamo normale ma che in realtà non è,pazzi non si nasce,pazzi si diventa,una persona non può nascere psicopatica no,non credo.

Penso che la pazzia venga dal male che soccombe la povera infanzia di un bambino.

Un bambino cresciuto nel male e nell'odio è destinato a una vita succube dall'oscurità,dal male e dall'odio.

Dall'odiare tutti per paura che possa accadere di nuovo tutto il male che si ha passato nell'infanzia.

Si,questa è la pazzia.

Paura del male che porta a un esaurimento,a un crollo,alla depressione e alla solitudine,finché non si diventa il male stesso.

"Jeanette"dice Harry interrompendo i miei pensieri.

"grazie"rispondo notando la mia mano bendata e disinfettata

"mi dispiace"sussurra

"non fa niente-sospiro-piuttosto,andiamo a dormire,è tardi."dico notando l'ora.

"okay"dice trascinandomi nella camera da letto.

"se vuoi dormo nel divano"mi dice soffermandosi a guardare il letto matrimoniale.

"no non fa niente"dico infilandomi nel letto

"okay"dice togliendosi la maglia e i pantaloni rimanendo in boxer.

ah

avrei pensato dormisse in tuta,come me.

"buona notte"gli dico dandogli le spalle

"Jeannette?"mi chiama da sotto le coperte

"si Harry?"gli rispondo

"non darmi le spalle ti prego"mi supplica

"o-okay"balbetto girandomi verso di lui

"grazie"sussurra

"Harry,dove sono i tuoi genitori?"

"sono morti"scatta cambiando umore

"oh"

"no,in realta no"dice

cosa?

"spiegati"lo incito a parlare

"mia madre era in depressione e ora è in una clinica."

"e tuo padre"

"l'ho ucciso"dice calmo

sgrano gli occhi a sapere quello che ha fatto.

"picchiava me e mia madre,lo odiavo"dice facendo una smorfia di disgusto.

"gli ho tagliato le mani in modo che non potesse piú fare del male,la lingua in modo da non ferire piú nessuno,e poi,poi gli ho tolto gli

occhi in modo che non potesse piú vedere l'odio.

E quando aveva patito abbastanza il dolore lo trascinai nel lago,si quel lago dove hanno trovato le altre e..uhm e Emily.

lì gli ho tagliato il torace e gli ho strappato il cuore seppellendolo insieme a gli altri,poi l'ho buttato nel lago,senza vita."ghigna

"lo hai fatto davvero?"domando impaurita

"si"scatta

"oh"

"ma non farei tutto questo al mio angelo,tu sei un angelo,tu mi aiuterai. vero Jeanette?"mi guarda

"si"rispondo

"grazie"dice guardando il soffitto

"Harry?"

"si?"

"Davvero,davvero tu mi vuoi bene?"domando

"Jeanette, io ti voglio piú che bene"

"credo"aggiunge.

oh.

{spazio autrice}

heyy bellezze!

spero il capitolo vi sia piaciuto!

votate e commentate!

spero di aggiornare presto.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...