La mia avventura con Niall Horan

Io Alice (si legge Elis), ragazzina londinese di famiglia modesta, può diventare la ragazza di uno dei più famosi ragazzi irlandesi al mondo?
Leggete per saperne di più ;)

11Likes
8Comments
973Views
AA

2. 2.La domanda

Arrivati sotto casa mia stavo per scendere quando lui bloccò le serrature della macchina e mi disse di aspettare perché mi doveva parlare. Io sapevo che quel momento sarebbe arrivato, le lacrime si stavano preparando a uscire, pensavo che mi dovesse dire che era stato bene con me ma si sa, lui è famoso e io no quindi tra noi non poteva essere niente possibile. Bhe mi sbagliavo. Quello che mi disse fu questo: << Lo so che è da poco che ci conosciamo, cioè tu no, ma io si e quindi è ancora presto per arrivare a certe conclusioni. Ma io credo che tra noi potrà nascere qualcosa un giorno e io spero al più presto, ho passato una magnifica serata in tua compagnia e spero si possa ripetere altre volte. Sei una ragazza molto bella Alice.>> io ero rimasta senza parole, le lacrime mi scesero lo stesso ma non di tristezza bensì di gioia. Erano 3 anni che sognavo quel momento e adesso che finalmente si stava avverando io ero li, a sorridere e a piangere come una scema. Non sapevo che rispondere e lui leggendo la mia insicurezza negli occhi mi baciò. Ma non fu un bacio qualsiasi, no. Fu un bacio intenso che solo due innamorati possono darsi. Le sue labbra erano qualcosa di meraviglioso, morbide e lisce. Ci staccammo e lui mi guardò fisso negli occhi e mi sorrise. Quanto era bello quel sorriso. Il sorriso più imperfetto\perfetto che avessi mai visto. Scesi dalla macchina con fare malinconico perché era chiaro che non volevo lasciarlo andare così gli dissi << Vorrei rivederti, un giorno. Chiamami!>> e senza attendere sua risposta entrai dentro casa e scoppiai a piangere dalla felicità.

Passarono alcuni giorni e le vacanze di Natale erano finite, così dovetti ritornare a scuola. E voglia di andare la e passare 5 ore della mia vita a non essere accettata da nessuno non ne avevo proprio. Appena entrai a scuola notai che tutti mi guardavano strano e per me non era una cosa molto normale perché di solito io per gli altri ero invisibile e tutti quegli sguardi mi infastidirono molto. Ma lasciai perdere e mi diressi in classe mia. Quando entrai notai un mazzo di rose bianche sul mio banco e un biglietto con su scritto {Sei bellissima quando arrossisci. Baci. Niall <3} Compresi il perché di tutti quegli sguardi, anche perché quasi tutta la mia scuola era fan dei famosissimi One Direction. Diventai automaticamente rossa. Entrarono due mie compagne di classe a cui ultimamente mi ero molto affezionata: << E tu quando avevi intenzioni di dirci che la nuova fiamma di Niall, quella di cui parlano tanto i giornali, sei tu?>> disse una sbattendo sul banco un giornale con la nostra foto abbracciati sul London Eye. << Non c’era niente di cui spiegarvi, siamo solo amici tutto qui.>> sinceramente non ne ero neanche più tanto sicura dopo l’altra sera. La nostra discussione venne interrotta dalla voce da oca della professoressa di chimica. Le ore passarono velocemente e per mia fortuna durante l’intervallo nessuno mi calcolò minimamente o così mi sembrò. All’uscita c’era una grande limousine nera parcheggiata davanti alla scuola, mi avvicina e notai un foglietto sul finestrino con su scritto “Per Alice, sali”. Io non ci pensai su e salì, era molto grande e dentro trovai un altro biglietto firmato, questa volta “Fidati del conducente, ti porterà da me. Niall” Appena appoggiai lo zaino sul sedile, la limousine partì e mi portò fuori città, in spiaggia. Ero meravigliata. I miei genitori si erano divorziati quando avevo appena 5 anni e dal giorno in cui mi affidarono a mia madre in tribunale non ho più rivisto mio padre, e quindi con mia madre che lavorava costantemente per mantenere me e mia sorella non sono mai potuta andare in spiaggia. Per me era tutto nuovo. Quando l’auto si fermò non feci in tempo ad aprire la portiera che un cameriere dal’aria conosciuta venne ad aprirmi:<< Alessandro che ci fai qui?>> chiesi sgranando gli occhi. Era un mio compagno di classe, nonché mio cugino. Ero molto affezionata a lui. << Oddio! Mi hanno chiamato urgentemente per fare un servizio a casa di questo giovane molto famoso che doveva incontrarsi con una ragazza… non pensavo che quella ragazza fosse mia cugina! >> disse. Evidentemente era molto sorpreso di trovarmi li. Mi accompagnò dentro da Niall. Era stupendo. Indossava uno smoking che lo rendeva ancora più bello di quanto già non fosse. Appena mi vide mi corse incontro e mi abbracciò. Si, mi era mancato il suo dolce profumo. Quando ci staccammo, Alessandro mi diede una busta e mi accompagnò in un bagno e mi disse di cambiarmi e indossare quello che avrei trovato la dentro. Aprì il sacchettino e trovai un abito nero sbrilluccicante, scollato che arrivava sopra al ginocchio e un paio di scarpe sempre nere con quasi 15 cm di tacco, si ero molto bassa. Subito pensai a Cher (la ragazza che mi sgridò stamattina per il mancato aggiornamento). Adoravo sempre di più quella ragazza, decisi di chiamarla non appena sarei arrivata a casa. Indossai il vestito e le scarpe e mi diressi in salone. Appena misi piede notai Niall cambiare espressione e diventare molto rosso. << Sei bellissima, ma di questo non avevo dubbi >> mi disse, venendomi incontro a darmi un bacio sulla guancia. Non poteva mancare il mio stupido rossore. << Sediamoci >> dissi, e lui obbedì. Mentre mangiavamo e io continuavo a fissare le sue bellissime labbra, mi chiese:

Niall: Come mai mi fissi sempre?

Alice:*arrossì* Scusa è che non capita tutti i giorni di pranzare insieme al tuo idolo…

Niall: A già dimentico spesso che tu sei una nostra fan, e che per te tutto questo è solo un sogno che si avvera.

Sorrise e io ricambia il suo sorriso. Dopodichè nessuno dei due parlò, e si creò un certo imbarazzo che decisi di interrompere io

Alice: So che sono maleducata a chiedertelo, ma mi domandavo perché mi hai portata qui?

Niall: Volevo farti una sorpresa. Voglio conquistarti e anche conoscerti. Te l’ho già detto l’altro giorno in macchina e te lo voglio ripetere adesso, sei molto bella Alice. Quando ci siamo conosciuti ti ho portata in quel bar non solo per farti riprendere ma anche perché appena ti ho vista ho pensato “questa un giorno sarà mia” e quindi ho fatto di tutto per conoscerti. Adesso sono io a farti una domanda, avrò mai una possibilità con lei, signorina Rue?

Conosceva il mio cognome, com’era possibile? Subito mi venne in mente una persona. Alessandro. Lo cercai con lo sguardo e appena lo trovai gli lanciai un’occhiataccia, lui mi rispose sorridendomi.

Niall: Alice ci sei?

Alice: Sisi scusa.*sorrisimi imbarazzatissima* Comunque fai certe domande Horan. Hai tutte le possibilità di questo mondo con me! *sorrisi di nuovo**lui ricambiò il sorriso*

Niall: Lo so che è presto, ma ti va di uscire insieme per conoscerci meglio... Sai... Io... Ecco.... Vorrei tanto essere il tuo ragazzo!

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...