Dreaming of Manhattan

Narra di una ragazza di 15 anni circondata dalle solite cose : amore, scuola, amici, famiglia. una ragazza normale, non diversa da tutti noi. seguite la mia "movellas" e datemi pure delle dritte, voglio coinvolgervi tutti.

4Likes
1Comments
331Views
AA

6. °Capitolo 6°

Saliamo su per le scale del piccolo condominio fino ad arrivare al primo piano.

Bella suona al campanello e poco dopo Rebecca ci apre.

<Ciao ragazze, manca Jade e poi ci siamo tutte!>

Entriamo e le vediamo tutte tranne Jade sedute sul divano.

Ci salutiamo e sentiamo ancora il campanello e questa è Jade. Infatti la vediamo entrare.

Entrò arrabbiata, con passo veloce e forte.

Ha gli occhi rossi, credo dalla rabbia anche se non so ancora niente.

Poi dice <Ragazze in camera.Ora!>

e sfrecciò in camera.

Noi la seguiamo tutte con un punto interrogativo in testa.

è sul letto in gambe incrociate.

Piano piano si avvicina Bella che con voce confortante le chiede <Amore, cosa è successo?>

Tutte intanto ci sediamo intorno a lei.

Iniziò un po' a singhiozzare.

Ha iniziato molto piano a parlare. <Pietro.>

Carlotta <Pietro!>

<Si,Pietro!> rispondendo subito arrabbiata.

Pietro era il suo ex fidanzato, ma si erano lasciati già da tanto, tipo 8 mesi fa.

lo aveva lasciato lei pure e si era messa con un altro, quindi era un po' difficile comprenderla.

L'ho visto giù di sotto con una ragazza. Si tenevano la mano.>

Chi era sta ragazza?> chieoi io.

<Non ne ho idea. Non l'ho mai vista prima. A scuola da noi non viene se lo saprei, ma sta ragazza è apparsa dal nulla!>

Rebecca le chiede <Ma Jade, è storia vecchia. Pure tu sei andata avanti, anche prima di lui. Ora tu non puoi essere arrabbiata con lui perché si vede con un'altra, che poi non siamo neanche sicuri che escano insieme in quel modo>.

Lei guardava dritta davanti a lei, con lo sguardo del vuoto. Lei non era d'accordo con noi ma sapeva che Rebecca aveva ragione e che lei aveva torto.

<Andate giù e scoprite chi è!> ci dice a noi.

Ci guardiamo tra noi e poi io dico <Dai vado io, Elli vieni con me!>

Elli non se lo fece richiedere un'altra volta, adora fare queste cose.

Uscendo dalla stanza io mi girò e le dico <Comunque un per favore non guasta mai.>

In effetti è questo il difetto di Jade, un po' troppo capa ma nessuna si fa mettere i piedi in testa da lei.

Io ed Elli scendiamo, entriamo nel bar e ci guardiamo un po' in giro. Pietro è in fondo con quella ragazza. è una ragazza carina. Ha i capelli corti ondulati, pelle chiara e un sorriso naturale.

Non vogliamo farci vedere da Pietro quindi rimaniamo all'inizio dove ci sono i tavoli da biliardo.

I tavoli da biliardo solo posti vicino alla porta davanti a un enorme vetrata che da sul corso.

Ai biliardi c'è Andrea, un mio amico.

Io ed Elli andiamo da lui.

<Ciao Vitto, ciao elli!> dice appoggiando la stecca e baciando ognuna.

iniziamo a parlare delle stesse cose e poi io gli chiedo.

<Senti Andre, ma Pietro?>

Andrea mi dice <Pietro cosa? Non dirmi che ti piace. Ti ricordo che è stato il fidanzato della tua migliore amica>.

<Andrea come al solito non hai capito niente. comunque volevo solo sapere chi è la ragazza li con lui>

Lui mi sorride e mi guarda con faccia ambigua <Poi non capisco niente! Lei è Paola, se ricordo bene. Me l'ha fatta conoscere prima, non so molto. So che ha 16 anni e che frequenta l'artistico.>

Elli mi guarda, io guardo Elli. Poi lei si gira e dice <Grazie Andre. Ci vediamo dopo magari, ciao!>

Elli mi prende per mano e mi porta fuori dal bar andando su a casa di Becky. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...