I Need Your Love


7Likes
3Comments
515Views
AA

1. save me,please

Ciao sono Ashley Davinson,ho 17 anni e vengo da Napoli in Italia. Sono anni che mio padre mi rende la vita impossibile,vi parlo piú chiaro,dalla morte di mia madre mio padre ha incominciato a bere e a stuprarmi e ad incolparmi della sua morte.Mia madre morí quando io avevo 3 anni in un incidente stradale dove ero presente anche io e lei per salvarmi ha rinunciato alla sua vita.Tutto cominció il 7 luglio del 2004,nel giorno del mio compleanno,mio padre mi regalo una busta bianca senza scritte la aprì con molta indifferenza quando mi accorsi che era una maglietta con scritto "I Love My Mum" ero cosí felice che mio padre mi avesse fatto quel regalo ma poi mi rivolse delle parole

"Ti Piace?"mi disse con voce bassa e indifferente

"Si è molto bella"risposi con felicitá pensando che il mio incubo fosse finito

"Cosí ora ricorderai tua madre che per te ha perso la vita!" disse duro verso di me.

"ma perché mi fai questo"risposi prendendo coraggio

"perché non meriti di vivere,sei inutile"disse con aria arrrabiata anzi furiosa

"va bene allora me ne vado "dissi anch'io furiosa salendo le scale per andare nella mia cameretta.Presi tutti i miei vestiti e li buttai violentemente in una valigia vecchia di mia madre presi i miei risparmi e me ne andai;Vi starete chiedendo dove una bambina di sette anni sarebbe andata?!risolvo subito la questione...presi dei pulman e treni per tutta la giornata senza paura e corsi dalla stazione fino casa della sorella di mia madre

Bussai violentemente su quella porta quando mi venne ad aprire una donna uguale a mia madre mi venne spontaneo dire "Zia"

"Ashley,cosa ci fai qui?entra"mi sorrise dopo essere entrate nel salotto incomiciai il mio discorso

"penso sia l'ora di parlare..."dissi con molta decisione

"di cosa?"mi guardo perplessa

"Di mio padre"la guardai

"dimmi tesoro"disse con la sua voce dolce da mamma

"Sai,da quando la mamma mi salvò in quell incidente stradale papá incomincio a bere e ogni volta che tornava a casa mi...stuprava e picchiava e io non sapevo come salvarmi ero troppo piccola per scappare...Ma oggi mi ha fatto un regalo"dissi io mettendo le mani nella valigia e cacciando quella maglia"bella vero?ma per sfortuna non ha il significato che pensavo anzi che speravo"sospirai e ripresi a parlare"mi ha detto che cosí posso ricordarmi sempre che mia mamma é morta per colpa mia"abbassai lo sguardo senza piú parlare per pochi minuti ma poi mia zia disse

"Perchè non me lo hai detto?ti ha fatto del male per tutti questi anni?O mio Dio tu resterai qui con me ..."mi guardo con sguardo autoritario e straziato da quelle parole che poco prima io avevo pronunciato

"resteró qui solo per pochi anni e poi partiró per New York"dissi

Lei mi guardo e in silenzio incominció a salire le scale cosí la seguií apri una porta e ancora una altra

"questa é la tua stanza spero che ti piaccia"disse ancora triste

"grazie mille zia !"dissi abbracciandola forte

Dopo un po rimasi sola in quella stanza e siccome ero tutta sudata decisi di farmi una doccia calda anzi bollente quando finalmente uscí indossai uno di quei pochi pigiami che avevo e mi sdraiai sul letto a pancia in sù..

***

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...