Oltre quel bosco


5Likes
2Comments
183Views
AA

1. ribellione

Fin da piccola ero abituata a trasgredire ai divieti che mi imponeva mia mamma , il vero motivo non lo so ma credo che sia stato un segno di ribellione contro il divorzio dei miei genitori . Mia madre e mio padre litigavano spesso per motivi inutili , ogni volta che lo facevano io mi chiudevo in camera mia e , senza far rumore , uscivo dalla finestra , tutto questo quando avevo 6 anni . Uscita dalla finestra iniziavo a correre e correre , fino ad arrivare ad un bosco , il quale mi vietava sempre di entrare mia madre , mia madre mi vietava anche di uscire di casa , quella regola non la rispettavo , però in quel bosco non ci volevo andare , c'era un qualcosa che mi teneva distante , allora cambiavo direzione e continuavo a correre in mezzo ai campi di orzo , quella sensazione di libertà , i miei capelli che si muovevano al vento , gli uccelli che volavano , le cavallette che saltavano con la velocità dei miei passi , tutto quello ormai era la mia droga . Quando tornavo dopo qualche ora i miei stavano ancora discutendo e allora entravo e nessuno si era accorto di niente . Era un paio di giorno che mia mamma non si arrabbiava con me ... E prima che potessi gioire di ciò entrò in camera mia madre con tono severo dicendo :- mi hai stufato , sei sempre muta e in silenzio , mi hai rotto le scatole -

Io sorpresa non risposi ma dentro di me pensai :- cosa ho fatto adesso ??-

Era una domanda senza risposta , si vede che era nervosa per qualche motivo , chissà quale !Lei uscì dalla mia stanza e io mi arrabbiai , uscii dalla finestra e iniziai a correre come una volta , la gente per le strade mi guardava male , sorpresa , andai in quei campi .l'aria fredda mi sfiorava il viso come una dolce carezza, aprii le braccia come segno di libertà , i capelli intanto volavano dietro di me , il suono del vento era l'unico che sentivo ed era piacevole , intanto avevo sul viso un sorriso involontario . Correvo e non pensavo ad altro . Mi fermai di colpo , come se quel bosco davanti ai miei occhi fosse comparso dal nulla , rimasi incantata per qualche secondo e il vento smise di sfiorarmi le guance . La curiosità mi portò ad entrare, seguendo il sentiero formato da anni di camminata delle formiche , dopo qualche passo sembrava che fossi da chilometri in mezzo a quel oscuro bosco ... Non vedevo niente oltre che alberi , la cosa mi portò a proseguire dritta .

Il bosco diventava ogni minuto più scuro , vidi in lontananza una casa ...il buio mi oscurava la visione , tutto era silenzioso , avevo paura , di cosa non lo so ... La notte era ormai arrivata e io mi sdraiai addosso un albero , incominciai a chiudere gli occhi .

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...