Abbie Allison Styles ღ

  • by
  • Rating:
  • Published: 23 Dec 2013
  • Updated: 18 Apr 2015
  • Status: Complete
«Vuoi saperlo davvero?» Annuii decisa. «Vuoi sapere perchè in questi anni sono stato così lontano da te?» «S-si..» «Vuoi sapere perchè ti trattavo male, i miei sbalzi d'umore?» «Si...si!» Sospirò. «Speravo questo momento non arrivasse mai..» farneticò. «Cosa..quale momento?» «In cui ti dicevo tutta la verità..» -------------------------------------------- Zayn Jawadd Malik, un ragazzo cupo e solitario. La sua vita è cambiata nel corso degli ultimi anni, si comporta male con tutti, persino con i suoi amici. Ma c'è un motivo per il suo improvviso cambiamento? Egli nasconde un terribile segreto che però non rivela in giro. Perchè Zayn non ha bisogno di nessuno, neanche di colei che gli ha segretamente rubato il cuore. O almeno lei così crede. Riuscirà una turbolenta vacanza in California a calmare le acque? Troverà Zayn la pace? Riuscirà a fidarsi della sorella del suo migliore amico?

78Likes
447Comments
60496Views
AA

9. 9.Capitolo Nove

                                              9.Capitolo Nove
 

Ritornai a casa, mi asciugai le lacrime e dopo essermi calmata entrai, trovando Harry sul divano. Appena mi vide corse ad abbracciarmi.

-Abbie! Ma dov'eri? Perchè non rispondi mai al telefono?- mi chiese preoccupato

-Harry è tutto apposto, ero da Z-Zayn..-

-Cosa facevi da Zayn?- disse

-Volevo vedere se per caso..aveva preso il mio biglietto.- spiegai

-Hahahaahah non ti arrendi mai vero? E allora?-

-No, niente.-

-Abbie!- urlò mia madre venendomi incontro

-Mamma non ho trovato il biglietto, mi costa partire vero?- chiesi triste

-Mi dispiace tesoro! Dai l'America ti piacerà, ti divertirai tantissimo.-

So che l'America mi piacerà, era la compagnia che mi dava il voltastomaco!

Sospirai poi andai di sopra. Mi cambiai e mi sdraiai sul letto, non cenai..non ne avevo proprio voglia, nella mia testa c'era ancora l'immagine di Zayn che mi urlava contro, i suoi occhi pieni di rabbia e disprezzo...mi faceva male!

Stavo per addormentarmi, ma entrò Harry.

-Abbie, è da quando sei tornata che sei strana...hai qualcosa che non va?- mi chiese dolcemente sedendosi sul letto accanto a me.

-No, non preoccuparti.- sorrisi 

-Sei sicura?- mi chiese ancora

Annuii

-Però devo chiederti una cosa.- continuai

-Tutto quello che vuoi!- mi sorrise

-Puoi dormire qui con me?-

Vidi Harry sorridere poi andare nella sua camera. Ritornò con un pigiama al quanto imbarazzante, era blu mezze maniche e pantaloncino, con sopra disegnati dei gattini..

Scoppiai in una sonora risata

-Cosa c'è? Non disprezzare i gattini!- disse incrociando le braccia

-Harry! Hai diciotto anni!- risi

-E allora? Visto che ho diciotto anni non posso amare i gattini?-

-Ah ci rinuncio.- sorrisi

Si sdraiò accanto a me abbracciandomi, mi teneva stretta...mi sentivo così fottutamente bene tra le sue braccia.

-Buonanotte piccolina.- mi diede un ultimo bacio sulla guancia, poi mi accoccolai al suo petto abbandonandomi in un sonno profondo...

 

'-Sei forte...sei forte e ce la farai.- piangevo, piangevo a dirotto osservando il viso del ragazzo incosciente e pieno di ferite su quel lettino d'ospedale

-A-abbie...- ormai mancava poco, stava andando via, via da tutto..via da me!

-Zayn! Ti prego...sii forte...- singhiozzai

-S-scusa se...ti ho t-trattata male, la verità è che..-sussurrava, stava decisamente peggiorando

-Zayn non lasciarmi..- piangevo osservando i suoi occhi perdere vitalità.

-è che io ti.......-

*Tiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii*

-Zayn! ZAYN!- urlai'

 

-ZAYN!-

-Abbie!- Harry corse nella mia camera seguito da quest'ultimo -Abbie stai bene?- mi accarezzò la fronte abbracciandomi

-S-si! C-cosa è successo?- toccai le mie guancie, erano bagnate..

-Un brutto sogno. Però hai urlato il suo nome..-mi disse indicando Zayn

Quest'ultimo mi guardava, era preoccupato....

-S-stai bene?- mi domandò poi.

-Brutto sogno.- risposi distaccata

 

 

....

 

 

-Cosa stavi sognando?- chiese il moro con una faccia tosta.

-Non sono affari tuoi!- risposi indifferente ritornando in camera mia.

-Oh si invece, hai urlato il mio nome.- alzò le spalle

-Vattene!-

-No.-

-Invece si!-

-Non ci penso nemmeno.-

-Ti odio.-

-Invece no.-

-Cosa? E tu che ne sai?-

-Lo so!-

-Esci dalla mia camera.- 

-Mhm forse...-

-Vuoi un calcio Malik?!?- 

-Dipende dove.-

-Basta, va via!-

Lo spinsi fuori, poi si voltò..

-Non so come ti sopporterò per due mesi!- disse ad un centimetro dalla mia bocca.

-Già vale anche per me.- mi allontanai. -ciao- gli chiusi la porta in faccia.

Era così odioso! Eppure nel sogno era il contrario, in quel momento mi sentivo così male, Zayn stava per morire...sembrava così reale!

Forse mi stavo affezionando troppo e sapevo che correvo dei rischi. 

 

'-Abbie lui non fa per te, è molto più grande ed è mio amico! Smettila di fare la bambina e poi...tu...a lui non piaci!-'

 

Come potevo affezionarmi ad una persona che non mi rivolgeva la parola, che mi trattava male e che mi snobbava tutto il tempo? Perchè?

Stavo decisamente correndo troppo, Zayn non era assolutamente interessato a me, lo dimostrava ogni giorno! Eppure c'era una parte di lui...chissà quale....che mi attraeva, ero sicura che infondo al suo comportamento da immaturo e menefreghista, c'era del tenero. Era come se indossasse una maschera, ma per far cosa? Per paura? Di me? O degli altri? Su una cosa però ero certa...Zayn Malik non era quello che dava a vedere, era turbato...aveva qualcosa che lo assillava, ed io di sicuro l'avrei scoperto.

 

Passarono i giorni, l'America si avvicinava, i ragazzi avevano superato l'esame e il mio biglietto spuntò come per magia nella mia camera. Quel giorno non potevo crederci, come non avevo pensato di vedere sotto il letto? Era sempre stato lì, diamine!

Zayn? Bhe lui è sempre più assente con me, avrei pagato oro per sapere che problemi aveva.

Arrabbiato? Ma senza motivo...

Eravamo agli inizi di Luglio, ed io stavo preparando la valigia. I miei genitori erano già partiti e sarebbero tornati a settembre, proprio come noi.

-Abbie!!- mi chiamò Harry dal salotto -Scendi le valigie che Liam è qui, dobbiamo caricare la macchina-

-Potevamo caricarle stamattina no? Perchè dobbiamo fare tutto stasera?-mi lamentai

-Perchè Liam stamattina era a lavoro, avanti scendi!-

Bhe vieni a darmi una mano! Queste valigie sono pesanti!- lo sentii ridere

Dopo aver finito, entrò in camera..

-Ah finalmente ho finito!- dissi chiudendo la valigia 

Appena mi voltai la corrente saltò oscurando tutta la stanza. Oh no io avevo paura del buio!

-Harry!!- urlai saltandogli in braccio, il quale prontamente afferrò le mie gambe e le poggiò ai lati dei suoi fianchi -Harry ti prego abbracciami!- avvolsi le mani attorno al suo collo e lui mi tenne stretta.

-Harry? Perchè non parli?- dissi mettendo la faccia nell'incavo del suo collo.

-Bhe forse perchè io non sono Harry??- Disse una voce affannata.
 

Colpo al cuore..

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...