Abbie Allison Styles ღ

  • by
  • Rating:
  • Published: 23 Dec 2013
  • Updated: 18 Apr 2015
  • Status: Complete
«Vuoi saperlo davvero?» Annuii decisa. «Vuoi sapere perchè in questi anni sono stato così lontano da te?» «S-si..» «Vuoi sapere perchè ti trattavo male, i miei sbalzi d'umore?» «Si...si!» Sospirò. «Speravo questo momento non arrivasse mai..» farneticò. «Cosa..quale momento?» «In cui ti dicevo tutta la verità..» -------------------------------------------- Zayn Jawadd Malik, un ragazzo cupo e solitario. La sua vita è cambiata nel corso degli ultimi anni, si comporta male con tutti, persino con i suoi amici. Ma c'è un motivo per il suo improvviso cambiamento? Egli nasconde un terribile segreto che però non rivela in giro. Perchè Zayn non ha bisogno di nessuno, neanche di colei che gli ha segretamente rubato il cuore. O almeno lei così crede. Riuscirà una turbolenta vacanza in California a calmare le acque? Troverà Zayn la pace? Riuscirà a fidarsi della sorella del suo migliore amico?

78Likes
447Comments
60530Views
AA

56. 56.Capitolo Cinquantasei

56 •Capitolo Cinquantasei


-Che succede?-
-Niente, volevo solo sapere stasera cosa facciamo.- mormorò gettandosi di peso sul divano.
-Oh....noi..- incominciò Harry.
-Niente discoteca.- lo interruppi sedendomi in braccio a Zayn.
-Ragazzi la California è grande, possiamo andare in qualche pub del centro..o..- propose Liam.
-E' grande si, ma non stasera. Domani dobbiamo svegliarci presto.- enunciò Louis sospirando.
Ci fu un momento di silenzio ma tutti e sei ci guardavamo reciprocamente.
-Non voglio tornare..- scoppiò Niall.
-Già neanch'io..non posso credere che quest'estate sia finita.- pronunciò Liam prendendo una lattina di coca cola dal tavolino.
-Eppure sono successe tantissime cose.- disse Zayn accarezzandomi la coscia lentamente.
Poggiai una mano sulla sua stringendola.
-Già...beh adesso non stiamo qui a piangerci addosso, è vero si l'estate è finita ma abbiamo ancora sette ore prima di andare a dormire e di sicuro non me ne starò qui con le mani in mano.- enunciò Louis con tono da duro alzandosi dal divano.
-Lou hai fatto la valigia?- chiese mio fratello alzando un sopracciglio.
-Oh cazzo è vero!- sgranò gli occhi correndo di sopra.
-Hai sette ore di tempo.- urlò Zayn ridendo.
-Coglione!- sentimmo Louis dal piano di sopra.
Il moro scoppiò a ridere, sentire quella risata così cristallina provenire proprio da dietro di me mi fece sorridere e giurai di aver sentito, anche solo per un momento, quelle dannatissime farfalle che scorazzavano su e giù nel mio stomaco.
Mi voltai e gli sorrisi ancora poggiando una mano sulla sua gamba per mantenermi di lato, Zayn si fermò guardandomi negli occhi, con una mano prese il mio viso accarezzandolo per poi baciarmi dolcemente.
Avevo così tanto bisogno delle sue labbra, avevo così tanta voglia di restare lì a baciarlo per ore, di sentire il suo profumo, il suo calore. Il moro approfondì lasciando che la sua lingua si scontrasse con la mia, intanto con la sua mano mi accarezzò tutta la coscia salendo sul fianco.
-Secondo te Zayn e Abbie..- sentii sussurrare da Liam.
-No ma sta zitto idiota.- rispose Harry.
Non riuscii a trattenere una piccola risata staccandomi dal bacio, il moro aveva ancora gli occhi chiusi invogliandomi a continuare quello che avevo interrotto. Gli lasciai un bacio a stampo e poi un altro sulla punta del naso, ma niente..Zayn aveva ancora gli occhi chiusi. Sorrisi avvicinandomi nuovamente e lui racchiuse il mio labbro inferiore con un leggero morso...poi sorrise aprendo gli occhi.
-Ti amo.- sussurrò spostandomi i capelli dietro le spalle.
Di tutta risposta lo baciai nuovamente poi mi accoccolai al suo petto tra le sue enormi braccia.
Trovammo i ragazzi "leggermente" imbarazzati, tanto che Niall accese la tv, Liam prese a giocare con il cellulare ed Harry aveva ancora una mano tra i ricci.
-Vado ad aiutare Louis, è da tanto che è lassù.- si alzò quest'ultimo.
-Sono passati solo due minuti Harry.- rise Zayn notando l'imbarazzo solcargli il viso.
Mio fratello guardò l'orologio ansioso, forse era vero...erano davvero passati due minuti.
-Ragazzi stasera c'è un party sulla spiaggia, non vi va di andarci?- proposi mettendomi seduta sulle gambe di Zayn facendo scattare qualcosa di positivo negli occhi di Liam..e qualcosa di negativo da parte del moro.
-Oh e tu lo dici adesso?- pronunciò Liam eccitato.
-Me ne ero dimenticata.- risi -beh allora?- 
I ragazzi erano davvero contenti a quell'idea..tranne Zayn che non emise una parola.
-Perchè no...è come una discoteca, ma all'aperto.- ammiccò Harry.
-Diciamo....allora andiamo?-
-Ovvio Abbie..- disse Niall.
-Zayn e tu?- mi voltai ma lui aveva lo sguardo altrove.
-Cosa? Oh il party...beh se non abbiamo altra soluzione..- alzò le spalle.
Lo scrutai attentamente...non sapeva mentire con me.
-Ci divertiremo.- lo pregai.
-Dobbiamo vedere cosa ne pensa Louis.- disse con uno sguardo assente.
-Dirà di si vedrai.-
-Cosa dirò di si?- scese le scale quest'ultimo.
-Stasera c'è un party in spiaggia..- spiegai -Zayn non viene se non ci sei anche tu.- scherzai ma il moro rimase impassibile.
-Ottimo!- enunciò euforico.

***

Ero in camera mia scegliendo un vestitino adatto, ne avevo rimasti due o tre fuori dalla valigia, scelsi uno molto carino, lo avevo poggiato sul letto e mi ritrovavo a osservarlo immobile per vedere se fosse quello giusto oppure no.
La porta si aprì e Zayn entrò circondandomi i fianchi appoggiando la testa nell'incavo del mio collo.
Forse gli era passata.
-E così scegli il vestito giusto per quello lì?- domandò pungente come immaginavo.
-Quello...Wren?- scoppiai a ridere -ma sei fuori?-
-Oh è così che si chiama.- disse baciandomi il collo lentamente.
-Si...ma non scelgo il vestito per nessuno sappilo.- 
-Per nessuno ho capito.- ripetè amareggiato.
Sospirai staccando le sue mani dai miei fianchi.
-Zayn che c'è?- andai dritta al sodo, quelle battutine non mi piacevano per niente.
-Non ho niente.- alzò le spalle.
-Si invece, quando ho parlato del party di stasera è come se fossi scomparso sei diventato più freddo.- spiegai.
-Davvero?- chiese indifferente.
-Basta Zayn! Adesso mi dici che ti prende.- andai a chiudere la porta mentre lui si sedeva sul mio letto -allora?-
Si guardava intorno con aria distratta, ma non accennava ad alzare lo sguardo sul mio.
-Dai Zayn, ci divertiremo. Noi..-
-Da quando, quando sto con te mi interessa divertirmi?- enunciò lasciandomi spiazzata.
-Mi dici cosa ti prende? Per favore, prima eri così sereno..- decisi di rimanere calma.
-Non ho niente!- ripetè alzandosi -adesso vado a prepararmi, dovresti farlo anche tu...il tuo amico ti aspetta.-
-Cosa? Zayn lui......non c'è bisogno di essere gelos..-
-Io non..- si fermò facendo un lungo sospiro.
-Sicuro?- mi avvicinai facendo un piccolo sorriso, lui voltò lo sguardo per poi ripuntarlo nel mio.
Sbuffò.
-Uff non capisco perchè ti dia così fastidio un semplice party, te lo si legge negli occhi che sei contrariato..sei davvero impossibile!-
-Vuoi sapere perchè mi da fastidio?- alzò la voce incutendomi un po' di paura -non me ne frega un cazzo di quell'inutile festa sulla spiaggia io stasera avevo programmato una serata diversa...con te...da soli.- confessò alterato.
Rimasi con la bocca spalancata, aveva programmato una serata romantica a sorpresa ed io gli avevo rovinato tutto...complimenti Abbie.
-Oh...io..-
-Tu sei tutto per me.- disse poggiando le mani sulle mie braccia -non....uff...io non..voglio che accada nulla...almeno per stasera volevo stare sereno e passare quest'ultima serata con te...solo io e te.- farfugliò con un filo d'imbarazzo in volto.
Abbassai lo sguardo sul pavimento, mi sentivo una stupida.
Affondò le mani nelle tasche senza più dire una parola, eravamo entrambi in silenzio...poi lui aprì la porta ed andò via.
Senza pensarci lo seguii.
-Scusa!- sbottai facendolo rimanere immobile, stava per entrare nella sua camera ma ritornò indietro.
-No scusami tu...non era di certo questo il modo in cui volevo dirtelo.- rispose solamente alzando le spalle.
-No invece...uff....sono una stupida, avrei dovuto pensare che tu..-
-Ehi calma non è successo nulla.- sorrise, ecco di nuovo quel dannato sorriso che mi fece sciogliere.
-Possiamo lasciar andare i ragazzi e noi due..-
-Non sarebbe più una sopresa.-
-Cavolo Zayn così mi fai sentire in colpa.- incrociai le braccia e lui scoppiò a ridere avvicinandosi sempre di più.
-Voglio stare con te.- enunciai allacciando le mani dietro al suo collo.
-Staremo insieme al party.- rispose lui allacciando le mani attorno i miei fianchi.
-Io e te da soli.- precisai, lui fece un sorrisetto.
-Era anche una mia idea.-
-Al diavolo il party Zayn.- lo guardavo con occhi pieni d'eccitazione.
-Hai già dato la tua parola a Wren.- sussurrò ironico a pochi centimetri dalle mie labbra.
-Non me ne frega nulla di Wren e tu lo sai.- lo baciai improvvisamente.
Mi attirò a se prendendomi le gambe e allacciandole attorno la sua vita, entrammo in camera mia e mi poggiò delicatamente sulla scrivania posizionandosi al meglio.
Continuammo a baciarci finchè non mi staccai...avevo qualcosa da dire.
-Voglio te Zayn...adesso.- sussurrai cogliendolo un po' di sorpresa.
Poi lo attirai baciandolo nuovamente, le sue mani vagavano sul mio corpo, le mie erano attaccate nei suoi capelli per poi spostarle ai lati della sua maglietta alzandola e togliendola definitivamente.
Sentire il suo petto nudo sotto le mie dita non fece altro che aumentare la voglia, il desiderio di lui ardentemente.
-Abbie...- mi richiamò ma non gli diedi retta.
-Abbie...aspetta..- si fermò guardandomi intensamente.
-Zayn io..-
-Lo so...ma adesso non possiamo, dobbiamo prepararci e di là ci sono i ragazzi, cosa credi che farebbe se in questo momento entrasse Harry e mi vedesse così?- indicò la sua maglietta per terra mentre io lo fissai stupita.
-Wow Zayn che addominali!- dissi poi entrambi scoppiammo a ridere -forse hai ragione....ma io..-
-E' dura per te quanto lo è anche per me.- sussurrò impaziente.
Era chiaro che lui fosse stato pronto da settimane, ma la colpa era sempre mia..come al solito.
-E' difficile aspettare?- chiesi maliziosa.
Lui rise dandomi un morso sul labbro.
-Tu non sai quanto.- sentenziò baciandomi a stampo per poi rimettersi la maglietta. 
Scesi dalla scrivania ritornando con lo sguardo sul vestitino poggiato in precendenza sul letto.
-Allora? Metterai questo?- chiese avvicinandosi.
-...Non lo so...questo non mi piace, sono troppo indecisa.- sospirai -...se resto qui a pensare ancora per molto finirà per passarmi la voglia di uscire.-
-Tranquilla, con comodo.- scherzò sedendosi sul letto accanto a me.
-Sul serio.-
-Senti..so che forse la mia opinione potrà non esserti d'aiuto, ma a me non importa ciò che indosserai..qualunque cosa tu decida sarai sempre la mia piccola e dolce Abbie e questo mi piace.- ammiccò spostando lo sguardo da me al vestitino.
Abbassai lo sguardo torturandomi le mani...era troppo tenero quel ragazzo.
-Su vieni qui.- allargò le braccia accogliendomi calorosamente sul suo petto. 
-Non bastano parole per descriverti.- sussurrai entusiasta.
-Allora restiamo in silenzio.- disse avvicinando le sue labbra alle mie.
-Per sempre?-
-Per sempre.- rispose baciandomi ancora.
-Ragazz...oh cazzo..scusate volevo solo sapere se eravate pronti.- entrò Liam cogliendoci sul fatto.
-Si...si arriviamo.- risposi io alzandomi.
-Indossa questo..sarai perfetta.- mi diede un ultimo bacio poi sparì dietro la porta.

***

-Potrebbero abbassare un po' il volume!- si lamentò Zayn scendendo dalla macchina.
-E' una discoteca Zayn rilassati.- mormorò Louis eccitato.
Il moro mi guardò alzando le spalle, poi con un sorriso intrecciò la mia mano con la sua camminando verso l'entrata.
Lì fuori c'era proprio Wren, il quale ci accolse con un enorme sorriso.
-Abbie! Sei venuta alla fine!- urlò non appena vide il mio viso tra i ragazzi.
Annuii imbarazzata e la stretta di Zayn sulla mia mano diventò più pesante.
-Si...Wren loro sono Louis, Liam, Niall, Harry mio fratello.-
-Piacere.- strinse la mano a tutti e quattro per poi arrivare al moro.
-E..Zayn..il mio..r..-
-Il suo ragazzo.- mi anticipò quest'ultimo stringendogli la mano.
Rivolsi un'occhiataccia al moro, ma un lato positivo c'era...era bellissimo quando era geloso.
-Piacere Zayn...beh fatemi sapere come trovate questo party. Allora laggiù ci sono..- iniziò a spiegare ma si bloccò  visto che i ragazzi erano già spariti.
-Fanno sempre così.- spiegai imbarazzata.
Anche Zayn si girò attorno e notando che eravamo rimasti solo noi tre scoppiò a ridere.
-Divertitevi.- 
-Grazie.-
Attraversammo quel terrificante bar, proprio quella mattina ero stata quasi aggredita da Andy e ritornare lì mi faceva un certo effetto, per poi arrivare alla nostra spiaggia abituale solo con qualche tocco in più. C'erano fari con luci multicolori, ben due console per la musica, divanetti e poltrone, tavolini con bibite alcoliche ovunque...era fantastico.
-Ah però, non me la ricordavo così questa spiaggia.- disse Zayn nel mio orecchio, non si sentiva un bel niente.
Le nostre mani erano ancora intrecciate, lui mi teneva stretta, non mi avrebbe lasciata andare per nessun motivo.
-Che facciamo?- domandai ad alta voce.
-Cosa si fa in una discoteca?-
-Ma non è una discoteca!-
-Musica, alchool..-
-Vorresti ubriacarti?- 
-Non ho detto questo.-
-Si come no, su andiamo a sederci.- lo trascinai su un divanetto più lontano possibile da quel caos.
-Secondo te i ragazzi dove sono?- chiesi preoccupata.
-Sta tranquilla, fanno sempre così.- ammiccò avvicinandosi alle mie labbra.
Quello fu uno dei baci più dolci che mi siano mai capitati, anche perchè c'era un motivo ben preciso per cui Zayn lo aveva fatto...stava marcando il suo territorio..dimostrava agli altri qualcosa, qualcosa che solo lui aveva in mente.
-Se dobbiamo restare qui a baciarci tutta la serata avrei preferito stare a casa.- enunciai sorridendogli.
-Vogliamo ballare?- chiese notando che proprio in quel momento era stato messo un lento.
-Io non so ballare.-
-E' un lento...tutti sanno ballare un lento.- si alzò porgendomi la mano facendo un plateale inchino.
Sorrisi guardandomi intorno per poi accettare la sua mano che prontamente baciò.
Ci dirigemmo in mezzo alla pista da ballo, beh più che pista avrei detto sabbia da ballo, menomale che non avevo scelto di mettere i tacchi.
Le sue mani si posarono sui miei fianchi e le mie dietro al suo collo. Lo guardavo sorridente mentre ci muovevamo a tempo di musica, avevo il suo volto d'angelo proprio di fronte e non feci altro che pensare a tutto quello che avevamo passato per ritrovarci in quel momento, era stata un'estate un po' movimentata ma fantastica, la più bella che avessi mai passato. Continuavo a guardarlo fiera di ciò che stavo facendo, fiera di ciò che eravamo diventati..si stava conlcudendo un'altra estate ma con un epilogo un po' diverso.
-Sei perfetta.- mi sussurrò poggiando le labbra sul mio collo.
Chiusi per un attimo gli occhi ed un sorriso istintivo si aprì sul mio volto. Ritornò a guardarmi negli occhi lasciandomi un bacio a stampo.
-Posso rubartela un attimo?- azzardò Wren facendo voltare di scatto Zayn.
Zayn alzò entrambe le sopracciglia guardandolo acido.
-Amico, ti ha già ringraziato stamattina non credo avrete nient'altro da dire.- 
-Zayn.- ruotai gli occhi fulminandolo con lo sguardo.
-Hai detto un attimo....aspetto qui piccola.- disse baciandomi per poi 'lasciarmi andare'.
Seguii Wren, insieme facemmo un giro per la spiaggia, mi sentivo un po' a disagio accanto a lui.
-Così sei venuta.- sorrise guardando le onde che s'infrangevano lente sulla riva.
-S-si....sono riuscita a convincere i ragazzi.- risi.
-Convincere? Qualcuno non ne aveva voglia?- 
-Oh...no...beh si...Zayn...lui non...ama queste cose, sai musica, caos..- scossi la testa.
-Secondo me aveva altre intenzioni.- pronunciò guardandomi con un sorrisetto.
Rimasi tra l'essere scioccata e l'incredulità...non sapevo a cosa si riferisse.
-C-cos...cosa..-
-No non fraintendermi, non pensare male...intendevo qualcosa di più romantico..questa è anche l'ultima tua serata qui..- 
-Zayn vive nella mia stessa città.- dissi.
-Oh...bene..- scoppiammo a ridere -hai sempre la risposta pronta a quanto pare.-
-Così sembra.- ammiccai.
-Comunque lasciatelo dire, stasera sei stupenda.-
Già "stasera" quindi solo con "quel vestitino addosso"....Io lo avevo sempre detto che Zayn mi apprezzava per ciò che ero!
-G-grazie.-
-Di nulla, ci tenevo a dirtelo sai.-
Rimasi in silenzio facendo solo sorrisi di cortesia, il discorso era diventato un po' imbarazzante per me e non sapevo cosa rispondere.
-Ma sono tutti alcolici quelli lì sopra?- chiesi tanto per cambiare discorso.
-No...nono, non c'è nessun alcolico stasera, la 'Summerend' deve finire tutto liscio, se qualcuno vuoledivertirsi va in discoteca.-
-La....Summerend?-
-Si...oh scusa dimentico che non sei del posto. La festa di fine estate, così l'abbiamo soprannominata.- rise -questo è il terzo anno consecutivo che la programmiamo, è un successone ogni anno.-
-Ah...allora...qui il bar è di tua proprietà?-
-Mio padre è il proprietario dell'intera spiaggia, anche di quell'hotel lassù, così mi ha lasciato il bar in gestione, a patto che mi comporti bene.-
-Comportarti bene?- risi.
-Beh diciamo che non sono un tipo molto tranquillo, ho provocato parecchi problemi ai miei...- mi irrigidii -in ambito lavorativo è chiaro.- 
Tirai un sospiro di sollievo, ci mancava solo che mi trovassi in balia di un violentatore, in un posto isolato, il mio ultimo giorno in America.
-Perchè sei tutta rigida?- chiese accarezzandomi il braccio.
-No scusa è che...- scossi la testa sospirando -nella mia testa ho ancora l'immagine di stamattina..-
-Tutto bene?-
-Si...credo..- risposi spostando lo sguardo sul mare.
-Menomale che ho detto a mio padre di creare una chiave universale.-
-...Si..- risposi infreddolita, oramai non mi importava più di nulla, volevo solo tornare indietro tra le braccia di Zayn.
-Scusa la domanda, ma cosa ci facevi lì da sola?-
-Da...da sola?-
-Si beh, il tuo ragazzo ti ha lasciato andare lì da sola quando prima per domandare di te mi ha quasi tolto la testa dal collo.- scherzò ma sapevo che c'era qualcosa di vero.
-...Ehm...si lui....- farfugliai.
-Non c'è bisogno di dire nulla.- rise -lo capisco...ed anche molto bene, non si fida di lasciarti con il primo che capita.-
-Già...lui...-
-Neanche se questo qualcuno ti ha salvato la vita.- ammiccò.
Mi stava provocando o sbaglio?
Abbassai lo sguardo sulle mie scarpe rimanendo in silenzio, davvero non trovavo parole da dire.
-Wren..-     -Abbie..- pronunciammo insieme per poi scoppiare a ridere.
-Scusa, prima le ragazze.-
-Beh..io domani dovrei svegliarmi presto, credo sia ora di andare...a cercare Zayn almeno...o i ragazzi, devo mettere insieme tutti i pezzi stasera.- mi voltai per cercarli con lo sguardo ma non c'era nessuna traccia di loro.
-Andiamo! E' la tua ultima serata qui o sbaglio? Non preferisci divertirti invece? Chissà quando ci ritornerai.-
-Wren credo che il tuo concetto di divertimento sia un po' diverso dal mio.- gli feci notare.
-Scommetto che Zayn è lì in mezzo che si scatena come un pazzo mentre tu sei qui a preoccuparti per lui.-
-Zayn....lui....- scossi la testa individuandolo all'entrata del bar appoggiato alla porta a parlare con Harry -non credo farebbe una cosa del genere.- sorrisi vittoriosa.
-Posso farti conoscere gli altri miei amici che hanno aderito alla Summerend?- rise -dopo andrai dove vorrai, adesso sei mia ospite.-
-Io devo...- dissi osservando Zayn appoggiato con un piede vicino la porta.
-Venire con me..- mi porse il suo braccio che con un po' di indecisione accettai.
Passammo nel bar ma di Zayn ed Harry non c'era più nessuna traccia, forse Wren aveva ragione...era lì in mezzo che si scatenava come un pazzo ed io mi preoccupavo troppo...no ma ovvio che mi preoccupavo...Zayn era il mio ragazzo!

***

-Così l'idea è venuta da me.- spiegò il ragazzo castano proprio davanti a me mentre sorseggiava qualcosa dal bicchiere -vuoi un po'?-
-Oh nono grazie.- sorrisi continuandomi a guardare intorno.
Dopotutto però i suoi amici erano simpatici, ci avevo preso gusto a stare tra di loro, ma nulla poteva sostituire le battutine squallide di Lou.
C'era anche una ragazza, doveva essere la sorella di Wren, Hannah se non sbaglio.
-Così domani torni?- si lamentò quest'ultima -sei davvero simpatica, mi dispiace averti conosciuto così tardi.-
-Si anche a me dispiace tornare adesso che avevo conosciuto anche qualcuno, è stata un'estate fantastica.-
-Adesso ti devo lasciare...Wren vado su, dopo pulite tutto chiaro? Ciao Abbie.-
-Ciao Hannah.- la salutai facendole un enorme sorriso.
-Pulite tutto?- obiettò irritato.
-L'idea della Summer come si chiama è stata vostra.-
-Wren...io credo che si sia fatto tardi...devo andare..- mi alzai seguito da tutti gli altri.
-Ciao Abbie.- mi salutarono quei tre.
-Beh è stato bello conoscerti..spero di rivederti, cerca di fare il possibile l'anno prossimo.- scherzò facendo un piccolo sorriso.
-Ci penserò.-
-Avete finito?- una voce mi fece distrarre facendomi temere il peggio.
Mi voltai verso la porta e tutte le mie paure si avverarono...Zayn era lì con le braccia incrociate appoggiato al muro, aveva lo sguardo più scuro ed omicida di sempre.
-Ciao Zayn.- lo salutò amichevolmente Wren.
Il moro non si mosse, ma lo guardò male...malissimo.
Temevo davvero che gli fosse saltato addosso.
-Andiamo Abbie!- mi prese per un braccio trascinandomi fuori.
-Zayn!..Ciao Wren.- scossi la testa e lui mi salutò con un cenno di mano.

-Guarda che so camminare da sola, non c'è bisogno di tirarmi!- alzai la voce ma lui continuò indisturbato.
-Ma cosa fai?!- con uno scatto mi liberai dalla sua presa.
-Difendo ciò che è mio.- pronunciò a denti stretti.
-Cosa..-
-Cosa voglio? Avevo programmato una serata da soli ma tu come al solito mandi tutto all'aria.- pronunciò arrabbiato -avevi deciso di stare insieme a me a questo party del cazzo ma come al solito fai sempre di testa tua!- si fermò a guardarmi irritato.
-Zayn!-
-Che c'è?!-
-Io non...umpfh...-
-E i messaggi? Non dirmi che Wren testadicazzo ti ha impedito anche di leggere un messaggio!- era serio, arrabbiato, infastidito, chi ne ha più ne metta.
-Messaggi quali messaggi?- presi il cellulare ed aveva ragione, nove messaggi e tre chiamate perse tutti di Zayn.
Sgranai gli occhi alzando lo sguardo su di lui.
-Io non...non me ne sono accorta.- dissi in tono di scuse.
-Già, scommetto che eri troppo impegnata a guardarlo negli occhi!-
-Zayn! Come puoi dire questo?-
-Come posso? Oh io posso eccome!-
-Calmati.- mi avvicinai ma si scansò.
-'Spero di rivederti, cerca di fare il possibile l'anno prossimo'..ridicoli.- sbuffò guardando altrove.
Rimasi a fissarlo finchè non lo fece anche lui.
-Per una serata, l'ultima qui...volevo essere tranquillo e stare con te....ma tu..-
-Rovino sempre tutto eh?- lo anticipai irritata...mi ero stancata di sentire quella frase uscire dalle sue labbra.
-Già...rovini sempre tutto!- alzò la voce andando via.
Ruotai gli occhi al cielo richiamandolo ma non ci fu nessuna risposta da parte sua.
Arrivai dai ragazzi che si trovavano già vicino la macchina, il moro non c'era ancora..la mia paura era che fosse andato da Wren.
-Dov'è Zayn?- domandai guardandomi intorno.
-Com'è dov'è? Non eravate insieme?- ripose Louis.
Scossi la testa abbassando lo sguardo...il castano capì.
-Si risolverà.- mi abbracciò nello stesso momento in cui sentii arrivare il moro.
-Andiamo?- disse subito senza rivolegermi la parola...o un semplice sguardo.
-Si andiamo! Domani ci aspetta una lunga giornata.- 

***

-Zayn ascoltami.- pronunciai per....l'ennesima volta?
Lui invece faceva finta di non sentirmi.
-Ti prego..- continuai a pregarlo ma continuava indisturbato a preparare le ultime cose da mettere nel borsello.
-Senti....uff...- scossi la testa osservando mentre fingeva di non vedermi...mi passava persino di fianco.
Lasciai perdere tornando in camera mia, quella notte...avevo intenzione di passarla tra le sue braccia..ma le cose erano un po' cambiate.
-Sapevo che questo stupido party potesse rovinare tutto!- urlai buttandomi sul letto.
Mi sedetti al centro di esso incrociando le gambe, avevo lo sguardo abbassato sulle mie mani, scrutavo ogni centimetro di esse, con la speranza che da quella porta potesse arrivare Zayn.
Sentii però qualcuno aprirla, quel suono mi sembrava così familiare, voltai lo sguardo verso colui che era entrato trattenendo il respiro...

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...