Abbie Allison Styles ღ

  • by
  • Rating:
  • Published: 23 Dec 2013
  • Updated: 18 Apr 2015
  • Status: Complete
«Vuoi saperlo davvero?» Annuii decisa. «Vuoi sapere perchè in questi anni sono stato così lontano da te?» «S-si..» «Vuoi sapere perchè ti trattavo male, i miei sbalzi d'umore?» «Si...si!» Sospirò. «Speravo questo momento non arrivasse mai..» farneticò. «Cosa..quale momento?» «In cui ti dicevo tutta la verità..» -------------------------------------------- Zayn Jawadd Malik, un ragazzo cupo e solitario. La sua vita è cambiata nel corso degli ultimi anni, si comporta male con tutti, persino con i suoi amici. Ma c'è un motivo per il suo improvviso cambiamento? Egli nasconde un terribile segreto che però non rivela in giro. Perchè Zayn non ha bisogno di nessuno, neanche di colei che gli ha segretamente rubato il cuore. O almeno lei così crede. Riuscirà una turbolenta vacanza in California a calmare le acque? Troverà Zayn la pace? Riuscirà a fidarsi della sorella del suo migliore amico?

78Likes
447Comments
60484Views
AA

52. 52.Capitolo Cinquantadue

                                         52.Capitolo Cinquantadue

-Io non sono geloso...sono solo..-
-Io ti capisco! Credimi, provavo la stessa identica cosa quando ti vedevo con Melissa, sentivo qualcosa bruciare nel mio stomaco, vederti insieme a lei, quando hai passato un'intera vita solo con me..capisco come potrai sentirti! Ma per me è stato peggio, perchè lei è una ragazza nuova di un mondo nuovo. Non l'abbiamo mai vista, non la conoscevamo prima di venire qui e per me è stato difficile abituarmi ma per te..Zayn è il tuo migliore amico, lui ti conosce a fondo e tu conosci a fondo lui, non c'è da preoccuparsi..-
-Io...- sospirò pesantemente -I-io...ho paura di perderti, di vederti soffrire, io non voglio che qualcuno ti faccia stare male, perchè la colpa sarebbe solo mia.-
-Invece no Harry, non devi darti colpa per tutto...prima o poi questo momento sarebbe arrivato e tu sapevi che sarebbe arrivato.-
-Temevo sarebbe arrivato..- annuì con lo sguardo basso.
Rimanemmo entrambi in silenzio.
-Perchè tu puoi stare con lei ed io no?!-
-Non stiamo più insieme! L'ho l-lasciata.- sbottò facendomi rimanere perplessa
-E per quale motivo scusa?- abbassò la testa -Bhe?- lo incoraggiai.
-Tra un po' torneremo a casa, non....non può funzionare.-
Quella frase, quelle trentasette lettere, mi fecero salire la rabbia fin sopra i capelli.
-Sei un coglione! Come puoi lasciarla per un motivo così banale? Come credi che dovrebbe sentirsi adesso?Se prima stava male perchè dovevi partire, non immagino adesso! Le hai solo spezzato il cuore, altro che 'non può funzionare'.-
Non rispose, cosa che mi fece diventare nera dalla rabbia.
-Adesso non conta parlare di lei!- era seduto ai piedi del letto e con le mani incrociate mi guardava insistentemente.
Ancora silenzio.
-Harry mi manchi..- rabbrividii alle mie stesse parole, sentivo gli occhi gonfi..le lacrime stavano per venir giù.
Il riccio continuava a mordersi le labbra insistentemente io non facevo altro che aspettare una sua risposta...che purtroppo non arrivò.
Harry si alzò ed uscì sbattendo la porta.
Mi alzai dalla sedia sentendo una lacrima bagnarmi la guancia...avevo davvero perso mio fratello?

***

In salotto, Harry e Louis appoggiati sulla testiera del divano, io e Zayn seduti sui gradini mentre Niall e Liam in piedi accanto a noi. Eravamo nel bel mezzo di una conversazione, ma ovviamente la mia mente era altrove.
-Quindi non ti ha dato ascolto?- sussurrò Zayn nel mio orecchio.
Scossi la testa alzando le spalle.
-Bhe quindi stasera non usciamo ragazzi?- propose Liam ma nessuno rispose -Wow non così in fretta.- scherzò attirando lo sguardo di Harry perso nel vuoto.
Io continuavo a guardarlo rammaricata, sentivo la tristezza divorarmi internamente, volevo fare qualcosa...vederlo lì triste con lo sguardo perso..era soltanto un dolore peggiore.
-Ma allora non ti manca Melissa?- chiese Louis appoggiandogli un braccio sulla spalla.
Proprio in quel momento alzò lo sguardo verso di me con le lacrime agli occhi.
-Mi manca la mia sorellina..- pronunciò testuali parole lasciandomi sorpresa.
Con uno scatto mi alzai in piedi e corsi verso di lui abbracciandolo, l'impatto fu talmente forte che cademmo all'indietro sul divano, i ragazzi scoppiarono a ridere..perfino lui.
-Ahi ahi ahi mi stai stritolando!- farfugliò a fatica.
-Dio mio finalmente!- scherzò Louis.
Continuavo a tenerlo tra le mie braccia, quanto cavolo mi era mancato. 
-Sarai sempre la mia piccolina giusto?- mi sussurrò.
Annuii senza fiatare, le lacrime mi stavano bagnando le guancie.
-Scusa piccolina mia..- mi diede tanti baci sulla guancia e con una mano mi asciugò le lacrime.
Alzai la testa per ammirarlo sorridere ancora una volta, sapevo che c'era qualche speranza.
-Scusa se non te ne ho parlato prima, scusa se sono stata una vigliacca ma sai..-
-Shhh è passato.- continuò stringendomi -La colpa è mia, è stato il mio comportamento a spingerti di non farne parola con me...ed ho sbagliato.-
Le parole mi si fermarono in gola, iniziai a piangere più forte di prima, ma quelle erano lacrime di gioia, avevo ritrovato la persona più importante della mia vita.
-Su basta piangere..- ancora una volta la sua mano si posò sul mio viso asciugandomi le lacrime, io rimasi con la testa sul suo petto...sentendo il suo profumo.
Poi lentamente spostai la testa su Zayn che mi fissava con volto felice, i suoi occhi erano umidi e leggermente arrossati, potevo pensare fosse triste ma dal sorriso stampato in volto sembrava proprio di no.
Con un po' di difficoltà riuscii ad alzarmi tirandolo su per le mani, una volta in piedi Zayn mi tirò verso di se abbracciandomi forte.
-E' finita.- sussurrò nel mio orecchio.
Annuii lentamente voltandomi poi verso mio fratello che ci stava già guardando.
-Zayn scusa...per tutto ciò che ho fatto.- gli tese la mano che il moro non tardò ad afferrare.
Ero così estremamente felice nel vedere quella scena. Lì, in quel preciso momento, due delle persone più importanti della mia vita andavano finalmente d'accordo. Li fissavo con un sorriso sornione, gli occhi luccicavano a quella vista...era davvero il giorno più bello di tutti.
-Non pensavo...ci tenessi così tanto..- alzò le spalle.
Zayn sorrise...mi sorrise.
-E' tutta la mia vita...lo giuro!- confessò passandosi una mano tra i capelli.
Potevo giurare di essere arrossita, insomma ero lì immobile mentre quattro paia di occhi mi fissavano allegri, tranne quelli maliziosi di Louis..come al solito.
-State benissimo insieme, dico davvero.- mi riabbracciò.
-Grazie..- rispose Zayn poggiandomi una mano attorno alla vita.
-Trattamela bene okay?- gli chiese per poi dargli un ironico bacio sulla guancia.

-Okay.- rise Zayn seguito da tutti noi.
-Ah un'altra cosa..niente....quelle cose lì...davanti a me..- continuò leggermente imbarazzato -almeno i primi giorni..- ammiccò.
-Dici questo?- chiese Zayn tirandomi verso di lui e baciandomi.
-S-si...questo..- balbettò Harry andando in salotto.
-Idiota..- sussurrai al moro che mi prese in braccio -mettimi giù!-
-Nono, tu ora stai solo con me!- rise.
-Mhm e cosa posso fare per farti cambiare idea?- chiesi alzando le sopracciglia.
Non rispose, ma il suo sguardo malizioso diceva già tutto.
-Sei un pervertito Malik!- sgranai gli occhi facendolo scoppiare in una grossa risata -Fammi scendere!- ordinai.
-No.- continuò a ridere seguito da Louis.
-Ha preso dal migliore!- intervenne quest'ultimo indicando se stesso.
-Certo come no.- ruotai gli occhi ritornando a guardarlo -Lasciami!-
-No!-
-Za....-
-Sei mia ricordi?- sussurrò a pochi centimetri dalle mie labbra.
Mi arresi mentre mi poggiava delicatamente sul divano, mi fece sdraiare e rimanendo seduto iniziò a scrutarmi dappertutto.
-Sei perfetta te l'ho già detto?- chiese accarezzandomi i castani capelli lunghi.
-Si, molto spesso sento questa cazzata uscire da quella bocca.- enunciai facendolo ridere.
-Però quella bocca ti piace.- si avvicinò leccandosi le labbra con insistenza.
Quanto poteva essere stronzo?
-Andiamo...adesso puoi farlo..- continuò con voce roca mandandomi fuori di testa -non devi aver paura di nessuno..-
Le sue labbra erano sempre più vicine e quando alzai il collo per assaporarle si tirò indietro, da grande bastardo.
Un sorrisino spuntò sul suo viso facendomi rimanere di sasso...ed un pensiero provocatorio apparve nella mia mente.
Con fare molto lento iniziai a mordermi le labbra...sapevo che sarebbe impazzito, se non potevo baciarlo io, sarà stato lui a farlo.
Zayn le fissava con insistenza, si abbassò nuovamente rimanendo che la poca distanza potesse ancora separarci.
-Tu non sai cosa significa..-
-Fallo..- mormorai con un sorrisetto beffardo.
-Mi sto trattenendo..-
-Fallo e basta.-
Rise.
-Sei impaziente..-
-Sei un bastardo..- enunciai andando sempre più alla ricerca di quelle labbra morbide.
Ancora una volta, a pochi centimetri si tirò indietro con un sorrisetto.
-Zayn sto impazzendo..- confessai allacciando le mani attorno al suo collo.
-Anch'io.- pronunciò per poi baciarmi finalmente.
Fin da subito sentii il sapore della sua lingua leccarmi il labbro inferiore, schiusi la bocca per farle rotolare insieme, il moro poggiò una mano sul mio fianco stringendolo forte, inarcai leggermente la schiena per la poca delicatezza usata e la sua mano finì proprio lì sotto facendo su e giù e provocandomi solo brividi di piacere. Mi staccai leggermente, ma solo il tempo di guardarlo negli occhi che mi baciò nuovamente sempre con più passione, con voracia, con desiderio, con amore.
-No cazzo Zayn così me la stai divorando.- arrivò mio fratello scherzando insieme a Louis.
Alzai un dito medio ad entrambi e continuai a baciarlo indisturbata.

-Ottima la cena!- borbottò Niall portando un'altra forchettata alla bocca.
-Come al solito..- intervenni sorridendo a Liam.
Era una serata molto tranquilla, mi sentivo tranquilla. Mio fratello sapeva la verità ed accettava tutto ciò. Ero in America con i miei migliori amici, il mio ragazzo e mio fratello...andava tutto alla perfezione...
-Abbie, mi dimenticai di domandarti una cosa..- enunciò mio fratello con aria confusa -cosa voleva Andy? Quel giorno ricordi?- 
Vidi la faccia di Zayn diventare nera dalla rabbia, la forchetta tra le sue mani quasi si spaccava per come la teneva stretta, abbassai lo sguardo sul mio piatto rimanendo in silenzio per un po'.
-...mi ha detto che centrava anche lui con l'aggressione..- sospirai pesantemente.
-Andy?! Proprio Andy?! Lui!- farfugliò confuso.
-Si lui Harry.- mormorò Zayn a denti stretti, la rabbia lo stava divorando..senza dubbio.
-Ma allora...lui...-
-SI.- 
-Dobbiamo correre dalla polizia e subito!- pronunciò allarmato.
-N-noi...avevamo intenzione di andarci, domani..- alzai le spalle guardando Zayn che annuii deciso.
-E quando avevate intenzione di dircelo?- chiese ancora dimenticandosi del piatto da finire.
Scossi la testa tenendo sempre lo sguardo basso.
-E' un bastardo..- sussurrò Zayn.
-Già...ed io che mi fidavo di lui..- il riccio si passò una mano tra i capelli.
-Visto? Io te l'ho sempre detto!- lo rimproverò il moro.
-Su basta ragazzi..- intervenni io -l'ultima cosa che voglio adesso è vedervi litigare.-
-Sta attenta quando esci da sola Abbie..- mi raccomandò.
-Non sarà mai più sola..- Zayn mi fece un occhiolino che io ricambiai con un sorriso.

***

-Stai barando ancora!- si lamentò Liam pescando un'altra carta.
-Non è vero, io non so barare!- mi difesi
-Si è quello che dicono tutti i dilettanti che giocano 'onestamente'.- fece le virgolette con le mani.
-Eppure quel dilettante ti ha battuto tre volte di fila..-
-Tutto ha suo tempo..- ammiccò.
-Si certo!- risi divertita.
-Allora cosa state facendo?- arrivò Niall sedendosi accanto a me per terra.
-Sto stracciando Liam.- proposi
-Sta barando!- mi accusò puntandomi un dito contro.
-Lei non sa barare!- arrivò anche Louis gettandosi su di me.
-Aiaaa Lou diamine!- lo spostai tenendo lo sguardo fisso sulle mie carte.
-Giuro che se scopro come stai barando te la farò pagare una volta per tutte.-
-Inizia a cercare caro mio!- sorrisi beffarda mentre Liam guardava le sue carte con insistenza.
-Ehilà!- ecco che Zayn si avvicinò al divano -ciao tesoro.- mi salutò con un bacio a stampo.
-Bleach!- sputò Niall ricevendo una gomitata dal moro -Anche se adesso potete fare tutto quello che volete indisturbati, non significa che dovete farlo in pubblico..- continuò.
-Sarà meglio che ti trovi una ragazza Niall.- rise Zayn trasportando anche Louis e Liam -Che fate?- 
A quella domanda scoppiai a ridere, insomma Liam stava applicato con quelle carte e tutti gli rivolgevano sempre la stessa domanda.
-Liam sta perdendo, ed è la terza volta.-
-Abbie sta barando, ed è la terza volta.-
-La mia piccolina non bara mai.- enunciò Zayn facendomi sedere in braccio.
-Visto? Prendi esempio da lui.- 
-Ecco adesso ha anche un supporto, come se non bastasse il fatto che vince sempre..- mormorò passandosi le carte tra le mani.
Risi seguita da Zayn.
-Se vuoi posso supportarti io Liam..- alzò la mano Niall andandogli accanto.
-No grazie biondo, me la cavo da solo.- lo allontanò disgustato sotto gli occhi divertiti del biondino.
-Ragazz....oh..siete qui.- arrivò anche Harry, la banda era al completo.
Si sedette sul divano entrando a far parte dei nostri discorsi, delle nostre battute, delle prese in giro verso Liam...e in tutto ciò io ero in braccio a Zayn mentre le sue mani erano poggiate sulle mie gambe. Era fantastico vedere che Harry non ci guardava più male, era fantastico il fatto che aveva accettato la nostra scelta, non avevo più paura di nessuno, dovevo solo godermi quei giorni prima della fine dell'estate, lontana da ogni problema.
-Oh è il mio...passamelo Lou.- dissi al castano sentendo il mio telefono vibrare.
Era un messaggio....Cleo.
Senza indugio lo aprii, era così tenera.
-Mi manchi, cosa stai facendo?-
Sorrisi instintivamente e forse Zayn lo notò.
-Chi è?- chiese infastidito.
-Cleo...- risposi vaga guardandolo per un attimo, poi tornai a scrivere.
-Anche tu tesoro, adesso sono a casa con i ragazzi e tu?-
Posai il cellulare per terra quando improvvisamente Liam buttò le carte in aria facendo un gran caos.
-Mi sono stufato!- si lamentò incrociando le braccia.
-Ma non vale! Stavo per vincere!- enunciai vittoriosa agitando le carti vincenti tra le mie mani.
-Psss.- accese la tv facendomi scoppiare a ridere.
-Niente, sono qui mentre faccio i compiti, guarda un po' te cosa mi sono ridotta a fare! Ma con Zayn? Tutto apposto?-
-Si benissimo, che ne dici di chiamarmi?-
-Perfetto!-
Sorrisi per l'ennesima volta, mi alzai dalle sue gambe e sotto i suoi occhi investigatori salii di sopra in camera mia.
-Ciao bella!- urlai sedendomi sul letto.
-Abbieeee!- ricambiò dall'altro lato, risentire la sua voce dopo tutto quel tempo...era una cosa meravigliosa.
-Mi sei mancata!-
-Guarda che sei ancora in America.-
-Mi è mancata la tua voce.-
-Che dolce...ehm noi stavamo discutendo su Zayn..- faccia maliziosa attivata.
-Oh si giusto!Le cose vanno alla grande, gliel'abbiamo detto anche ad Harry, all'inizio non l'ha presa tanto bene..ma poi gli è passato.-
-Oh che bello! Quindi siete una coppia fissa!-
-Si, è così strano...Zayn!- pronunciai fiera -Non me lo sarei mai aspettato! Mi sento così bene accanto a lui, non ho mai provato nulla di simile davvero! E' il mio primo vero ragazzo, spero che duri...perchè non sopravviverei senza di lui..- confessai sorridendo come un ebete.
-Ah che carina che sei...non vedo l'ora di vedervi insieme! Manca poco.-
-Ebbene si.- sospirai -ma sai che..-
Fui interrotta dal moro che mi tolse il telefono dalle mani con un ghigno divertito.
-Mi dispiace chiunque tu sia, ma Abbie è solo mia...e adesso deve stare solo con me....ehm...ciao.- disse per poi attaccare.
-Zayn!-
Posò l'aggeggio sulla scrivania per poi buttarsi su di me facendomi il solletico.
-Mi tradisci tu eh?- rise.
-Hahahaha basta!- urlai -era Cleo!- continuai dimenandomi dalla sua presa, ma risultò un po' difficile.
-Mhm...non so se crederti!-
-Hahahaha basta Zayn!- continuò a ridere per poi smettere.
Era rimasto ancora su di me con le mani appoggiate ai lati della mia testa. Mi guardava con un certo bagliore contenuto nei suoi occhi...era contento, ed io altrettanto.
-Ovvio che durerà!- affermò mostrando i suoi candidi denti bianchi.
Mi...aveva...sentita....
-T-tu...tu mi hai..-
Mi baciò improvvisamente trasmettendomi tutto l'amore che possedeva. Fu uno dei baci migliori della mia vita, uno dei baci più belli che avesse potuto regalarmi.
-E sai perchè? Sai perchè sono così convinto? Perchè ti amo Abbie, ti amo così tanto da credere di vivere un sogno..dal quale non vorrei mai risvegliarmi, ti amo così tanto perchè tu sei una ragazza stupenda, piena di difetti e sono questi a renderti meravigliosa, tutti parlano della ragazza perfetta, sia difficile da trovare ma io credo di averla già trovata..e intendo passare ogni secondo, momento, ricordo della mia vita con lei..con te, che mi fai stare bene, con te mi sento me stesso non ho bisogno di fingere....non più.-
Non più. Quelle due parole mi fecero riflettere, parecchio.
Gli poggiai le mani sul petto spingendolo dall'altro lato e con un po' di forza riuscii a salire a cavalcioni appoggiando le gambe ai lati dei suoi fianchi.
Rise malizioso poggiandomi le mani sui fianchi.
Le sue dita finirono leggermente nel pantaloncino mentre il resto della mano era poggiato sulla mia schiena. Io lo fissavo dall'alto con un sorriso stampato sul volto a godermi quella meraviglia proprio sotto di me.
Scosse la testa guardandomi pesieroso.
-A cosa pensi?- chiese scendendo sempre più con le mani sul mio fondoschiena.
-Nulla..- sorrisi.
Così mi calai per cercare ancora una volta le sue labbra. Il contatto fu talmente leggero che credevo di aver baciato soffici nuvole, poi le sue labbra si fecero sempre più travolgenti, lasciando spazio alla passione e al desiderio di avere di più.
Non avrei mai pensato a male fin quando le sue mani non andarono ad alzarmi la maglietta lasciando la pancia scoperta, rabbrividii.
Gli presi i polsi tra le mani bloccandoli ai lati della sua testa, cosa che fece ridere entrambi.
-Vuoi fare la ragazza forte?- sussurrò mordendomi il labbro.
'Vedrai chi sarà il più forte' pensai.
Lentamente inizia a posare le mie labbra sul suo collo. Appena Zayn sentì quel contatto s'irrigidì ed iniziò a dimenarsi con le mani....
-...A-abbie..n-no..- ansimò quando i baci divennero più frequenti.
Soffriva il solletico? Nha, non ci avevo mai creduto.
Con le mani facevo fatica a tenerlo fermo, mi spostai sotto l'orecchio compiendo movimenti circolari, dalla sua bocca uscivano solo gemiti di piacere..cosa al quanto eccitante.
Con un movimento rude riuscì a liberarsi alzandomi la testa di scatto, tirò un sospiro di sollievo mentre io lo guardavo alzando un sopracciglio.
-Solletico?- chiesi incrociando le braccia.
-Bastarda, ma ti amo lo stesso!-
E con un gesto fulmineo mi spostò salendo sopra di me, nella stessa posizione di prima, mi bloccò le mani ai lati della mia testa indugiando a posare le sue labbra sulle mie.
Stavo davvero impazzendo, ecco come decideva di farmela pagare.
Mi dimenavo, ma la sua presa era mille volte superiore la mia.
-Zayn..- si avvicinò per poi allontanarsi nuovamente.
-Si?- domandò facendo finta di niente
-...Zayn...ti prego..-
Sentivo la mia testa scoppiare, l'immagine delle sue labbra mentre si allontanavano da me mi mandavano fuori controllo.
-Ti sei divertita prima?-
Non risposi, continuavo a guardarlo speranzosa.
-Adesso mi diverto io..- pronunciò con un sorrisetto.
-Lasciami almeno le mani.- protestai
-Per far cosa? Per lasciarti andare? Nono..-
-Allora vieni qui.-
-E rendere le cose più semplici?-
-Zayn!-
Scoppiò a ridere trascinando anche me.
-Zayn giuro che ti ammazzo.- enunciai disperata.
Lui era lì mentre si godeva la scena.
-Zayn! Vieni qui!- alzavo il collo ma la sua testa era ancora lontana.
-Giuro che non c'è spettacolo migliore!- 
-Stronzo..muoviti o mi passerà la voglia.-
-Ma davvero? Devo rimediare allora?-
-Si e adesso.-
Non si mosse.
-Zayn!-
Fece un ultimo risolino mentre lentamente si avvicinava. 
E finalmente mi baciò, sempre con quella lentezza snervante, ma mi baciò. Un bacio molto lungo...tanto che persi il conto.
-Sei bellissima quando sei disperata.-
Per tutta risposta gli morsi il labbro inferiore facendolo gemere silenziosamente.
Mi lasciò i polsi e poggiai le mani dietro la sua schiena, il bacio continuava ad essere casto...ma per poco.
Presa dalla passione non mi accorsi che gli alzai la maglietta lasciando scoperto il suo torso così perfettamente scolpito, Zayn non si oppose, almeno non subito. Dopo circa pochi secondi, appena le mi mani si posarono sulla sua schiena nuda...si alzò....così di scatto. Si abbassò la maglietta e mi fece un piccolo sorriso, poi uscì lasciandomi lì come un ebete.

Zayn's Pov
Non potevo! Non potevo affatto! Non doveva succedere, mi ero ripromesso di non farlo capitare...almeno non prima di aver saputo quelle risposte.
Eppure me l'ero messo in testa fin dall'inizio, non potevo cedere così facilmente.
Scesi in salotto appoggiandomi sul divano, non facevo altro che pensare a quella scena, quando le sue mani si erano poggiate sulla mia schiena, avevo provato tantissime sensazioni e quando aveva preso a baciarmi il collo...mi sentivo morire..
-Hai finito di farti seghe mentali Zayn?- mi interruppe Louis facendomi sgranare gli occhi
-C-cosa?!-
-E' un modo di dire...non è che tu veramente...- spiegò 
Iniziai a sudare freddo, sentii le guance andare a farsi fottere, mi nascosi la testa fra le mani quando Louis richiamò di nuovo la mia attenzione.
-Senti scusa per la domanda ma...non è per entrare nei vostri affari...ma..sono solo curioso, io...ehm cioè..-
-No Louis non l'abbiamo fatto se è questo che vuoi sapere..- pronunciai più imbarazzato che mai.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...