Abbie Allison Styles ღ

  • by
  • Rating:
  • Published: 23 Dec 2013
  • Updated: 18 Apr 2015
  • Status: Complete
«Vuoi saperlo davvero?» Annuii decisa. «Vuoi sapere perchè in questi anni sono stato così lontano da te?» «S-si..» «Vuoi sapere perchè ti trattavo male, i miei sbalzi d'umore?» «Si...si!» Sospirò. «Speravo questo momento non arrivasse mai..» farneticò. «Cosa..quale momento?» «In cui ti dicevo tutta la verità..» -------------------------------------------- Zayn Jawadd Malik, un ragazzo cupo e solitario. La sua vita è cambiata nel corso degli ultimi anni, si comporta male con tutti, persino con i suoi amici. Ma c'è un motivo per il suo improvviso cambiamento? Egli nasconde un terribile segreto che però non rivela in giro. Perchè Zayn non ha bisogno di nessuno, neanche di colei che gli ha segretamente rubato il cuore. O almeno lei così crede. Riuscirà una turbolenta vacanza in California a calmare le acque? Troverà Zayn la pace? Riuscirà a fidarsi della sorella del suo migliore amico?

78Likes
447Comments
60524Views
AA

3. 3.Capitolo Tre

                                               3.Capitolo Tre
 

-Styles!- urlò per l'ennesima volta quella professoressa

Sbuffai portandomi le mani sul viso

-Questa è l'ultima volta che la richiamo, alla prossima va dal preside!- ribattè

-Non è colpa mia se spiega come una lumaca!- dissi acidamente ricevendo un'occhiataccia da Cleo.

-Adesso basta! Dal preside ora!- 

 

[...]

 

-Ma cosa diavolo hai in mente?! Devi finirla con questo comportamento da immatura Abbie.- mi disse Cleo appoggiata al muro fuori la presidenza

-Non le sono mai piaciuta!- mi difesi

-E allora? Credi che facendole dispetti o rispondendole male ti aiuterà? Cosa dirà tua madre quando vedrà l'ennesimo debito in fisica?- spiegò

-Ehi ehi ehi calma! Non ho ancora nessun debito e non portare sfiga!- la rimproverai

Si avvicinò anche mio fratello...perfetto!

-Ciao ragazze! Che ci fate fuori la seconda casa di Zayn?- rise

-Abbie..- disse Cleo guardandomi

-Si Abbie?- mi guardò

-Uff ho risposto male ad un professore..- spiegai

-Fammi indovinare la Parker?- chiese

-Esatto- mi anticipò Cleo

-Uffa basta, c-cambierò!- dissi non accorgendomi delle parole uscite dalla mia bocca, ma forse l'avevo detto per farli stare zitti. Quando quei due si mettevano insieme erano anche peggio dei miei genitori...erano proprio una bella coppia.

-Uff questa scuola mi stressa- enunciò Cleo improvvisamente.

-Non dirlo a me- le dissi appoggiandomi al muro

-Ciao ragazzi!- arrivò anche Zayn che ci salutò, non ricevendo però nessuna risposta da parte mia

-Non si saluta?- chiese sorridendomi ricevendo un'occhiataccia da parte di Harry

Ruotai gli occhi al cielo, mi provocava?

Così per evitargli una risposta che conteneva tutta la mia acidità e antipatia nei suoi confronti, salutai Harry e Cleo e andai a casa

 

[...]

 

-NON E' COLPA MIA SE SPIEGA COME UNA LUMACA?!- Urlò mia mamma

Non parlai, avrei peggiorato solo le cose.

-Cosa ti passa per la testa Abbie?! Perchè mentre sono al lavoro devo ricevere una chiamata dal preside della tua scuola per dirmi che mia figlia...la più educata della West High School, con voti alti in tutte le materie...abbia risposto male ad un insegnante?! Ma stiamo scherzando?! Dov'è finita tutta l'educazione che ti abbiamo impartito io e tuo padre?!- continuò più arrabbiata che mai

-Posso spiegare adesso?!- iniziavo ad alterarmi, in tutta la mia vita avevo sempre odiato persone che urlavano, non si poteva dire tutto a bassa voce? Che bisogno avevano di urlare? Che forse urlando, una persona avrebbe capito meglio? No, urlando quella persona si sarebbe rotta i coglioni, mandando a fanculo tutto e tutti....perfino la sua finezza!

-NO! Adesso tu sali in camera tua, studi fino a stasera e non esci di casa se non per andare a scuola! Sei in punizione Allison, un mese!-

Quando si arrabbiava usava il mio secondo nome..

-Ma mamm..- intervenne Harry

-Zitto Harry, se non vuoi finire come lei!- detto questo se ne andò in cucina

Avevo sempre amato questa parte di Harry, lui... anche quando avevo torto..mi dava ragione! Mi aiutava sempre quando avevo qualche discussione con i miei ed io facevo lo stesso. Diciamo che su questo lato ci aiutavamo a vicenda...

In un attimo sentii i miei occhi andare a fuoco, lacrime s'impossessarono del mio viso, non avevo mai litigato fino a questo punto con mia madre, non avevo mai ricevuto una punizione in vita mia.

Corsi di sopra nella mia stanza, mi gettai sul letto e continuai a piangere. Ricevere rimproveri dai miei non era proprio il mio forte, in quel momento mi sentivo diversa come se li avessi delusi, ma non era di certo mia intenzione..

Rimasi sul mio letto per svariati minuti poi entrò Harry...lo stavo aspettando!

-Shh...non piangere!- si sedette accanto a me e mi abbracciò

Ricambiai subito, lo tenevo stretto a me, mi sentivo al sicuro nelle sue braccia. Prese ad accarezzarmi i capelli facendo movimenti dolci..

-Aiutami Harry.- dissi stringendolo

Prese il mio viso tra le mani, mi asciugò le lacrime e mi appoggiò un bacio sulla guancia

-Bhe..ti ho fatto ridurre a una settimana.- mi guardò sorridente 

Lo guardai e lo abbracciai ancora più forte, lasciando ancora cadere lacrime. Non erano più lacrime di dolore ma di gioia, sapevo che ce l'avrei fatta ed Harry in quel momento ce l'aveva fatta!

-Basta Abbie, non voglio vederti piangere coraggio..- si alzò

-Harry, non posso uscire di casa per una settimana..sai che palle!- risposi asciugandomi il volto

-Mhm finezza pari a zero, sorriso sulle labbra...ecco di nuovo la mia Abbie!- sorrise

-Hahaha sai mi è venuta un po' fame..- obiettai facendo gli occhi dolci sperando mi preparasse qualcosa

-Nonono non guardarmi così, posso aiutarti quanto vuoi ma su questo no.- rise

Stavo per scendere ma mi bloccai

-S-sono ancora giu?- chiesi, non avevo voglia di rivedere mia madre

-Via libera capo.- mi rassicurò

 

Bene...

 

Scesi di sotto e indovinate un po'? C'erano TUTTI...non ne mancava uno...TUTTI!

-Uno, due, tre...quattro!- dissi a bassa voce -Via libera vero Harry?- gli sussurrai mentre scendeva le scale sorridendomi.

I ragazzi mi guardavano dalla testa ai piedi, nessuno aveva il coraggio di dire niente e per di più mi guardavano un po' preoccupati vedendo la mia faccia e di conseguenza...i miei occhi gonfi..

Abbassai il capo e mi diressi in cucina per mangiarmi un panino, avevo una fame tremenda.

-Cos'ha Abbie?- sentii sussurrare ad Harry, mhm quella voce..

-Niente, solito litigio con i miei.- rispose quest'ultimo

Decisi di non pensarci e continuai a prepararmi un panino, poi qualcuno arrivò in cucina..

 

Zayn

 

Ecco chi aveva pronunciato quelle parole!

 

 

Zayn's Pov

-Niente, solito litigio con i miei.- mi rispose Harry

Andai in cucina e la vidi armeggiare con un coltello. Quella scena mi fece ridere, sbaglio o non sapeva usarlo?

-Faccio io?- le chiesi dolcemente

Dapprima mi guardò sbarrando gli occhi. Per un attimo incrociai il suo sguardo, occhi castani misti a residui di lacrime il tutto incorniciato da sbavature di trucco e occhi rossi...aveva pianto! Solo immaginare quella scena mi fece tremare il cuore. La guardai per circa tre secondi, poi ruppe il ghiaccio tornando a fare il suo lavoro

-Me la cavo da sola.- mi rispose fredda

-Menomale che volevo aiutarti.- le dissi ricevendo un'occhiataccia da parte sua

Mi appoggiai allo stipite della porta e la guardai continuare. Ogni tanto alzava lo sguardo e vedendo che era reciproco, lo abbassava all'istante.

Era triste, arrabbiata..ma era anche molto bella...

-Cosa cazzo hai da guardare Malik?!- sbottò improvvisamente irritata mantenendo la calma

Ah e anche molto fine!

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...