Abbie Allison Styles ღ

  • by
  • Rating:
  • Published: 23 Dec 2013
  • Updated: 18 Apr 2015
  • Status: Complete
«Vuoi saperlo davvero?» Annuii decisa. «Vuoi sapere perchè in questi anni sono stato così lontano da te?» «S-si..» «Vuoi sapere perchè ti trattavo male, i miei sbalzi d'umore?» «Si...si!» Sospirò. «Speravo questo momento non arrivasse mai..» farneticò. «Cosa..quale momento?» «In cui ti dicevo tutta la verità..» -------------------------------------------- Zayn Jawadd Malik, un ragazzo cupo e solitario. La sua vita è cambiata nel corso degli ultimi anni, si comporta male con tutti, persino con i suoi amici. Ma c'è un motivo per il suo improvviso cambiamento? Egli nasconde un terribile segreto che però non rivela in giro. Perchè Zayn non ha bisogno di nessuno, neanche di colei che gli ha segretamente rubato il cuore. O almeno lei così crede. Riuscirà una turbolenta vacanza in California a calmare le acque? Troverà Zayn la pace? Riuscirà a fidarsi della sorella del suo migliore amico?

78Likes
447Comments
60480Views
AA

32. 32.Capitolo Trentadue

                                   32.Capitolo Trentadue

Aprì la porta cercando di poggiarmi sul letto, era così delicato nei suoi movimenti ed attento a non farmi cadere. Appena mi sdraiò lo tirai su di me baciandolo.
Forse lo colsi di sorpresa visto che all'inizio aveva opposto un po' di resistenza...ma subitò dopo si lasciò andare.
-Dove sono i ragazzi?- chiesi staccandomi a malvoglia da quelle labbra così soffici.
In effetti non avevo idea di che ora potesse essere e credevo che fossero arrivati da un momento all'altro.
-E' presto, ho detto loro di rimanere e di non preoccuparsi.- spiegò più felice che mai.
-Zayn cattivo.- dissi facendolo ridere.
-Sono venuto per te..ti chiedo ancora scusa per le cose che ho detto prima, tu sei importante e non mi sognerei mai di lasciarti andare, sono stato troppo egoista. Ho pensato solo a quello che potevo provare io, non ho capito che tu ci sei stata davvero male...scusami piccola mia..- mi abbracciò, così improvvisamente.
Sorrisi mentre una lacrima mi rigò il volto, erano lacrime di gioia, per la prima volta...ero contenta! Si perchè finalmente a qualcuno importava della mia vita, non solo in senso protettivo come faceva Harry, ma a Zayn importava come mi ci potevo sentire, per una volta a qualcuno interessava ciò che potevo provare in seguito a qualche azione sbagliata...
Per la prima volta a qualcuno importava me stessa!
E quel qualcuno era proprio la persona che non mi sarei mai aspettata. Per me Zayn Malik era una caso perso, l'ennesima persona da evitare e che mi evitava.
Una persona del tutto diversa da me, ma con qualche pregio che forse prima non riuscivo ad accorgermene.
Mi prese in braccio scoprendo il lenzuolo e mi appoggiò nuovamente coprendomi e facendomi appoggiare la testa sul suo petto vicino al suo cuore, la sua mano mi stringeva la spalla quasi da non lasciarmi andare, mi beavo del suo profumo...
Non riuscivo a sentire nulla a parte la sua presenza tra le mie braccia, a parte il calore che emanava.
-Stai bene così?- domandò sistemandosi nel miglior modo possibile.
-Mai stata meglio..- sorrisi per ringraziarlo delle sue attenzioni, davvero...non c'era cosa più bella.
-Zayn..- lo richiamai
-Dimmi.-
-....tu....m-mi lascerai mai sola?- chiesi con timore alzando lo sguardo sul suo.
-Che domande..- sorrise accarezzandomi il viso.
-Si lo so è assurdo, ma questo pensiero mi tortura da tempo, visto il nostro rapporto di prima...poi stasera mi avevi detto quelle cose e allora io..-
-Ehi! Ho sbagliato!- mi interruppe -E non sono mai stato più felice di ammetterlo!..Ma perchè questa domanda?-
-Io...ecco vedi...non, non riesco ad immaginarmi la mia vita senza...senza di te..- arrossì improvvisamente
Non ci potevo credere, l'avevo detto davvero!
Alzai lentamente lo sguardo su di lui, sbirciando il suo viso...aveva una faccia mista a felicità e preoccupazione.
-.....Io non...non ti lascerò mai, questa è una promessa...e bhe..-
-Bhe?- chiesi preoccupata.
-Finchè morte non ci separi.- rispose ironico.
-Hahaha ma dai! Abbiamo ancora molti anni da vivere fino alla morte..- enunciai rabbrividendo.
-Non si sa mai.- ammiccò
-Zayn smettila subito!- lo rimproverai.
-Scusa principessa.-
-Non devi dire una cosa del genere mai più intesi?- mi alzai inginocciandomi e puntandogli un dito dinanzi alla faccia.
-Intesi.- affermò sempre con quel sorriso spalmato in viso.
Rimasi in ginocchio al centro del letto mentre lui chiuse lentamente gli occhi...
-Sei stanco?- chiesi a bassa voce.
-Un po'.- rispose sempre ad occhi chiusi.
-Dovresti andare...ma prima va a levarti quella roba dai capelli.- enunciai riferendomi al gel.
-Hahaha si forse hai ragione..- si alzò dirigendosi al bagno.
-Posso farlo io?- chiesi saltando giù dal letto.
Prima di uscire dalla mia camera si fermò facendo un sorrisetto.
-Lo sapevo.- disse ed io feci una linguaccia -no!- concluse bastardo.
-Dai!-
-Nooo.- cantilenò andando verso il bagno.
-Ti prego!- lo seguii.
-Non lascio toccare i miei capelli da nessuno..- spiegò voltandosi verso di me.
-Da me si però.- ammiccai.
-E tu chi sei?- chiese ironico.
In effetti quella frase mi fece riflettere...io davvero non ero niente per lui!
La tristezza mi assalì in un baleno, dopo tutto quello che era successo, Zayn non mi aveva ancora chiesto quello che tutte le ragazze vogliono sentirsi chiedere! Oppure neanche quelle due paroline magiche, che farebbero felici chiunque....io, personalmente, mi sarei sentita al settimo cielo.
-Hai ragione....io non sono nessuno.- abbassai il capo ritornando in camera mia ma fui bloccata dal moro.
-Ehi su scherzavo!- pronunciò notando la mia faccia delusa -avanti vieni con me..- mi porse la mano ed io non feci altro che stringerla seguendolo in bagno.
-Hai mai fatto uno shampoo?- mi chiese leggermente preoccupato.
-Hai idea della stupidità della domanda che hai fatto?- chiesi retorica.
-Scusa.- ridacchiò
-Muoviti...-
Si appoggiò al lavandino abbassando la testa in esso, successivamente aprii l'acqua facendola scorrere tra i suoi capelli.
-E' fredda!- urlò prontamente.
-Calma...- risi -così va bene?- 
-Si.-
Presi lo shampoo versandone un po' tra le mani, poi timidamente iniziai a massaggiargli i capelli facendo comprarire la schiuma bianca.
Chiusi la fontana ed iniziai a massaggiare più velocemente, intanto sentivo Zayn rilassarsi...
-Ti piace eh?- mi fermai abbassando il viso accanto al suo.
-Fantastico, smettila di essere così brava se non vuoi che mi addormenti...- sussurrò chiudendo gli occhi.
-Non sono brava, faccio solo il mio lavoro.- ammiccai riprendendo ad insaponare.
Improvvisamente Zayn tirò un urlo facendomi sobbalzare, poi alzò la testa dal lavandino sedendosi sul bordo della vasca e passandosi una mano in faccia.
-Cosa c'è?- chiesi impaurita notando la sua reazione.
-Credo che il tuo lavoro sia quello di far andare il sapone negli occhi alle persone.- disse sciacquandosi la faccia ancora con la testa bianca per la schiuma.
-Scusami...di solito non accade mai..- lo aiutai.
Rise anche lui ed appena alzò lo sguardo verso il mio, scoppiai a ridere. Aveva la testa insaponata, un occhione rosso ed un espressione del tutto sofferente.
-Hhahahaha guardati ti prego.- 
Si voltò verso lo specchio poi si girò di nuovo verso di me guardandomi con aria di sfida, ma io non ci feci caso. Ero troppo impegnata a scompisciarmi dalle risate.
-Cosa diavolo ti ridi?- enunciò prendendomi in braccio, di conseguenza sporcandomi tutta la maglia di schiuma e poggiandomi nella vasca.
Io continuavo a ridere poi però quando aprii gli occhi, era lì che mi guardava beffardo con il manico della doccia puntato verso di me.
-Zayn no!- ordinai smettendo di ridere all'instante.
Mi guardò sorridendo.
-No!- urlai ancora.
Alzò le sopracciglia avvicinandosi.
-Zayn! Aaaaah!-
Troppo tardi, aveva aperto la fontana ed un getto d'acqua fredda mi si riversò addosso.
-Aaaaaah è gelida! Smettila! Zayn! Bastaa!- continuavo a dimenarmi ma lui era lì che si godeva la scena, ridendo più che mai.
-Così me la paghi!- rise passandomi il manico della doccia dappertutto.
Instintivamente lo tirai sopra di me nella vasca, poi lo buttai al lato apposto salendo a cavalcioni.
-Sei un idiota...ti ho detto che non l'avevo fatto apposta.- mi lamentai puntandogli il manico in faccia.
-Perchè io si?- rispose ironico appoggiando le mani sui miei fianchi e spostando il suo sguardo sulla mia canotta.
Quella risposta fu un via libera. Aprii la fontana bagnandolo ovunque ma di conseguenza, bagnando anche me!
-Ahi ahi ahi!- pronunciò mentre una goccia di sapone stava per avvicinarsi al suo occhio semichiuso, così per ripulirlo passai l'acqua su tutta la faccia facendolo tossire.
-Stasera vuoi vedermi morto...- 
-Mai!- risposi -adesso fammi finire quello che ho cominciato!- 
In un attimo mi guardò confuso poi gli indicai i suoi capelli ancora pieni di schiuma e fu lì che acconsentì chiudendo gli occhi.
Iniziai a sciacquarli per bene facendo schizzare acqua da tutte le parti, manomale che Zayn aveva chiuso lo sportello della doccia, altrimenti a quell'ora eravamo allagati.
-Doveva essere solo un semplice shampoo.- rise prendendo il manico della doccia dalle mie mani e posandolo nell'apposito spazio, ovvero proprio sopra di noi.
Sorrisi poi mi alzò prendendomi in braccio facendomi allacciare le gambe attorno a lui. Fu così che ci gurdammo per attimi infiniti, l'acqua leggermente tiepida scorreva lentamente su di noi, ero bagnata fradicia, ma non m'importava. M'importava solamente di quella splendida e altrettanto fradicia, persona che avevo di fronte.
Spostava lo sguardo dai miei occhi alle mie labbra e anche un po' più giù, avvicinandosi lentamente, io facevo lo stesso...assaporandole prima ancora di sentirle sulle mie. Oramai conoscevo il suo sapore, conoscevo la sua morbidezza, conoscevo lui...finalmente!
Ed ecco che le nostre labbra combaciarono ancora una volta. Le lingue si muovevano ritmicamente, insieme si rincorrevano per poi rincontrarsi.
Con una mano spostò i miei capelli di lato baciandomi il collo avidamente. Chiusi gli occhi a quel contatto godendomi le sue labbra muoversi dolcemente su e giù come se ne avessero bisogno.
Poi mi adagiò delicatamente sul fondo della vasca appoggiandosi su di me. L'acqua scorreva ancora sui nostri corpi bagnati, il vapore si era attaccato ai nostri volti rendendo il tutto più eccitante, faceva un gran caldo...sentivo un gran caldo, ma non m'importava. Come avevo detto, non m'importava di nulla. Tutto era fantastico, nulla poteva rovinare un momento simile...
Si staccò guardandomi fisso negli occhi, fu allora che mi accorsi di essermi davvero innamorata di lui. Oramai non c'era più scampo, lo....amavo...se forse così potevo definirlo. Era davvero amore?
Si non c'erano dubbi.
Mi stavo già innamorando quando un suo sguardo illuminava il mio viso.
Mi stavo già innamorando quando con un sorriso rendeva più allegre le mie giornate.
Mi stavo già innamorando quando nei momenti di sconforto il suo pensiero mi faceva star meglio.
Mi stavo giò innamorando quando il mondo mi crollava addosso la voglia di rivederlo cresceva sempre di più e la voglia di averlo accanto mi faceva star meglio.
Ma purtroppo mi ero già innamorata quando non mi rivolgeva la parola, quando mi scansava, mi snobbava. C'era qualcosa in lui che mi attirava, come se non dovessi lasciarlo andare, come se fosse destinato a stare con me....per sempre!

-Ehi tutto bene?- chiese passandomi una mano davanti la faccia.
Cavolo forse pensando a tutto ciò mi ero incantata a guardarlo.
-Cosa? Sisi..benissimo..- enunciai sbattendo le palpebre.
-A cosa pensavi?- domandò ancora.
-A te..- confessai.
-Me?- sorrise.
-Si.- sussurrai baciandolo ancora.
Invertii le posizioni salendo sopra di lui, appoggiò le mani sulla mia schiena massaggiandola da sopra la canotta. Con una mano chiusi il rubinetto non staccandomi dalle sue labbra, come potevo! Erano diventate una droga per me.
-Non credi sia meglio asciugarci?- propose.
-Mhm..- farfugliai succhiando insistentemente le sue labbra, per poi racchiuderle in un morso.
-Ah...è già la seconda volta che lo fai..- mi guardò con quel po' di malizia.
-Non ti piace?- alzai le sopracciglia in segno di sfida.
Non rispose, ma poggiò le mani dietro la mia testa avvicinandola con prepotenza alla sua...così dopo un ultimo bacio si staccò definitivamente.
-Su andiamo....i ragazzi potrebbero arrivare..- spiegò facendomi alzare.
Mi voltai e lo fissai. Aveva una camicia bianca bagnata che faceva intravedere gli addominali, pantaloni altrettanto bagnati...era così perfetto, passava le mani tra i suoi capelli strizzandoli e aggiustandoli al meglio, poi si girò a guardare anche me. Dalla testa ai piedi soffermandosi su una parte imprecisa del mio corpo, poi ecco che racchiuse il suo labbro inferiore tra i denti mordendolo lentamente, facendo scattare in me la voglia di baciarlo nuovamente..ma mi trattenni mentre fissavo i suoi occhi ancora spostati sulla mia canotta.
Gli sorrisi un'ultima volta poi andai in camera mia e guardandomi allo specchio, trovai la risposta a tutti quegli sguardi pieni di malizia e stupore.
Io non portavo il reggiseno, visto che indossavo il pigiama.....bagnato fradicio..
Mi feci rossa in un baleno, mi maledii mentalmente per la grandissima figura che avevo appena fatto. Ecco perchè spostava sempre lo sguardo lì..
Rimasi minuti infiniti a fissarmi davanti lo specchio, non ci potevo credere, speravo fosse un sogno...che mi sarei svegliata all'improvviso ma ciò non accadde.
Poi ecco che la porta si aprì facendo spuntare Zayn.
Mi coprii velocemente con una maglia a caso e lui scoppiò a ridere.
-Sei un pervertito Malik..- sbottai, non ero arrabbiata con lui...ma per quell'enorme figura di merda.
-Hahahaha non è mica colpa mia se tu..-
-Shhh..zitto..- presi un ricambio e mi rifugiai in bagno ancora tutta rossa, mentre sentivo lui dall'altro lato che rideva senza sosta.
Mi cambiai ed uscendo dal bagno lo trovai....a terra.
-ZAYN!- urlai in preda al panico catapultandomi su di lui.
Aveva gli occhi chiusi e per di più non muoveva un muscolo.
-Zayn! Zayn rispondi!- iniziai a scuoterlo ma nulla.
Poggiai una mano sul suo petto...non respirava ed era tutto freddo.
-Dove diavolo è il telefono! Zayn!- mi guardavo intorno per cercarlo ma nulla.
Più lo guardavo più mi sentivo male, sentivo il mio cuore a pezzi e la mia faccia sbiancare.
Improvvisamente aprì gli occhi sospirando pesantemente.
-Zayn! Stai bene!- urlai piangendo ed alzandolo da terra.
-C-cosa è successo?- chiese a bassa voce toccandosi la testa.
-Io...io non lo so, un attimo prima stavi bene e dopo sei...sei svenuto.- 
-Svenuto?- domandò poi iniziò a ridere.
-Cosa?! Sei un idiota!- lo spinsi facendolo cadere sul letto e scendendo in salotto.
Dopo un po' mi seguì con un sorrisetto stampato in faccia.
-Non.toccarmi!- sbottai allontanandolo.
-Andiamo Abbie! Scherzavo!-
-Scherzavi?! Guarda che mi hai fatto prendere un bello spavento, stavo quasi per sentirmi male!- mi asciugai le lacrime sedendomi sul divano.
Mi guardò facendo gli occhi dolci, non avrei saputo resistere ancora per molto.
-Non guardarmi così.- cercai di non fissarlo ma ogni tanto sbirciavo. -basta!- mi lamentai.
-Hahaha perchè?- 
-Sei....sei troppo dolce.- incrociai le braccia voltandomi di spalle.
-Ah davvero? Anche se faccio così?- chiese abbracciandomi da dietro.
Poi iniziò a baciarmi il collo, Dio non so se avrei resistito..
-Smettila..- sussurrai pesantemente.
-Sicura?- continuò la sua tortura.
-S...s-si..- poggiai la testa sulla sua spalla.
-Mhm...non mi convinci.- sorrise solleticandomi la spalla con la barba.
Basta..
Mi voltai spingendolo sul divano sdraiandomi su di lui provocandogli un sorrisetto di vittoria.
-Lo sapevo non avresti resistito..-
Lo baciai ancora. Avevo perso il conto di quante volte avevo assaggiato le sue labbra in quella serata.
Ma di una cosa ero certa..non me ne sarei mai stancata.
-Bhe se questo è il tuo modo per farti perdonare...dovrei arrabbiarmi più spesso.- sussurrai facendo incrociare nuovamente le nostre lingue.


[...]

-Svegliaa!!- 
Quella mattina non c'era nessun raggio di sole ad illuminarmi il viso, non era stato un risveglio maledetto come facevano ogni giorno. Era troppo strano.
Aprii lentamente gli occhi ritrovandomelo davanti...cavolo non era un sogno.
C'era davvero Zayn seduto al bordo del letto, che mi guardava sorridendo...credo quello sia stato il miglior risveglio della mia vita.
-Buongiorno principessa, dormito bene?- pronunciò un po' assonnato mentre mi accarezzava il viso.
Annuii con gli occhi semichiusi mentre attirai Zayn lasciandogli un bacio sulla guancia.
-Ragaz...- Liam entrò guardandoci -ehm....è pronta la colazione..- pronunciò grattandosi la testa un po' imbarazzato.
-A-arriviamo Lì.- rispose Zayn.
-E' così strano vedere che ti do un semplice bacio sulla guancia?- sbuffai alzandomi.
-E' per questo che preferivo evitare.- rispose vago.
Mi fermai voltandomi verso di lui.
-Oh scusa allora...la prossima volta non lo farò più!- risposi un po' irritata scuotendo la testa.
Mi fermò abbracciandomi da dietro.
-Sei così bella quando ti arrabbi..- ridacchiò solleticandomi la pancia.
-Non sono arrabbiata sono solo...- cercai di spiegare.
-Shhhh.- soffiò sul mio collo facendomi rabbrividire, poi insieme scendemmo di sotto.

....

-Divertiti ieri?- domandai a Liam mentre cercavo un canale decente in quella televisione.
-Direi di si...e voi?- pronunciò con un sorrisetto.
Non si era riferito direttamente a me, ma 'voi' intendeva me e Zayn!
-N-noi?- chiesi cercando una risposta.
-Andiamo! Solo uno stupido non avrebbe capito che ieri è tornato presto per te!- incrociò le braccia.
-Ehm....io..-
-Avanti..- aveva una faccia così maliziosa da fare invidia al mondo.

'Mhm vediamo...
-Bacio mentre mi chiedeva scusa,
-Mi aveva portata sul letto rimanendo attaccati l'uno all'altra,
-Shampoo,
-Bacio sotto la doccia,
-Mi aveva fatto prendere un bello spavento,
-Ennesimo bacio'

Direi che era stata una serata movimentata...
-Non è successo nulla...- risposi torturandomi le mani.
-Mhm...- forse non era convinto.
No Abbie non è convinto per niente!
-Eccomi ragazzi!- arrivò anche Lou.
-Mancavi solo tu credimi...- risi.
-Di cosa parlavate?- Liam e Louis si scambiarono sguardi poi insieme tornarono a guardare me.
-Su Abbie! Cosa avete fatto?- ecco quest'ultimo.
-Siete impossibili voi due! Non è successo niente...n i e n t e !- sottolineai
-Hahahah sai sembra un po' strano visto che le cose tra voi due sono cambiate e ieri Zayn è tornato prima del dovuto.- ammiccò.
Scossi la testa sorridendo appena poi mi alzai facendoli rimanere con l'acquolina in bocca.
-Pronti ragazzi?- arrivò mio fratello.
-Harry? Io non ho proprio voglia di andare a mare...- mi lamentai sedendomi accanto a Zayn.
-Non puoi rimanere qui da sola Abbie..- mi avvisò
-Credo che andrò a fare una passeggiata al parco..- farfugliai mentre il moro alzò di scatto la testa.
-Da sola?- mi chiese Harry.
-Bhe...se qualcuno vuole venire per..-
-Io!- Vidi Zayn cercando di dire qualcosa ma fu interrotto da Niall -Ci vado io Harry.- il biondino mi sorrise poi insieme andammo a prepararci.

[...]

-Tornate presto!- raccomandò mio fratello
-Anche voi.- ammiccai andando accanto a Zayn, il suo sguardo non mi convinceva molto.
-Tutto bene?- chiesi portandolo in cucina.
-Bhe se volevi farmi stare in pensiero ci sei riuscita.- sbottò guardando altrove.
-E' una semplice passeggiata Zayn, cosa vuoi che succeda?-
Mi guardò alzando le sopracciglia.
-Bhe non sono sola, c'è Niall con me....non ho voglia di andare a mare, credo mi faccia bene cambiare aria.- spiegai.
Sospirò poi mi prese entrambe le mani racchiudendole nelle sue.
-Mi mancherai.- disse improvvisamente.
Sorrisi accarezzandogli il volto.
-Non starò via per molto..- lo rassicurai.
-Tu mi manchi anche quando non ti vedo semplicemente per casa..- continuò a guardarmi con occhi teneri.
-Come?- risposi colta di sorpresa.
-Bella merda eh?- rise.
-No, nono è che...-
-Abbie andiamo?- mi richiamò Niall.
-Si!- risposi -Ci vediamo dopo Zayn!- mi avviai verso il salotto ma poi tornai indietro.
Era ancora lì che mi guardava come un cane bastonato.
Mi avvicinai e lentamente gli lasciai un bacio sulle labbra. Sorrise a quel contatto, trascinandomi verso di se. Approfondì ancora di più, mentre io cercavo di staccarmi..non era nè il luogo nè il momento adatto!
-Zayn! Devo andare..-
-Ti...ehm...cioè, a dopo...- rispose passando una mani tra i capelli.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...