Abbie Allison Styles ღ

  • by
  • Rating:
  • Published: 23 Dec 2013
  • Updated: 18 Apr 2015
  • Status: Complete
«Vuoi saperlo davvero?» Annuii decisa. «Vuoi sapere perchè in questi anni sono stato così lontano da te?» «S-si..» «Vuoi sapere perchè ti trattavo male, i miei sbalzi d'umore?» «Si...si!» Sospirò. «Speravo questo momento non arrivasse mai..» farneticò. «Cosa..quale momento?» «In cui ti dicevo tutta la verità..» -------------------------------------------- Zayn Jawadd Malik, un ragazzo cupo e solitario. La sua vita è cambiata nel corso degli ultimi anni, si comporta male con tutti, persino con i suoi amici. Ma c'è un motivo per il suo improvviso cambiamento? Egli nasconde un terribile segreto che però non rivela in giro. Perchè Zayn non ha bisogno di nessuno, neanche di colei che gli ha segretamente rubato il cuore. O almeno lei così crede. Riuscirà una turbolenta vacanza in California a calmare le acque? Troverà Zayn la pace? Riuscirà a fidarsi della sorella del suo migliore amico?

78Likes
447Comments
60512Views
AA

14. 14.Capitolo Quattordici

                                            14.Capitolo Quattordici
 

"-Perchè mi stai facendo questo?- piangevo, piangevo a dirotto mentre cercavo spiegazioni dal ragazzo di fronte a me.

-Sta zitta! Ti avevo detto di starmi a sentire ma nulla...hai voluto fare di testa tua e adesso paghi.- pronunciava quelle parole con rabbia.

Continuavo a piangere mentre Zayn, di fronte, mi puntava una pistola alla testa..

-Tu sei solo mia, non devi appartenere a nessun'altro!- continuava imperterrito.

-Credi che uccidendomi cambierà qualcosa?!- alzai un po' troppo il tono di voce.

Schiaffo...

La mia testa volò dall'altra parte, mentre Zayn caricò l'arma...

-Addio Abbie, sei stata una ragazza fantastica.- sorrise beffardo.

-Zayn no....ZAYN!-"

 

Aprii di colpo gli occhi guardandomi intorno. Era stato l'ennesimo incubo da quando avevo 'conosciuto' Zayn. Il mio respiro era irregolare, mi appoggiai alla testiera del letto prendendo fiato e rendendomi conto di dove mi trovavo. 

Camera differente dalla mia...

Con indosso vestiti della sera precendente..

ZAYN!

Dov'era? Dovevo parlargli... non era più arrivato e mi ero addormentata....cazzo!

La sveglia portava le nove e trenta, era presto. Potevo ancora dormire o forse andare in cerca di Zayn, bhe era meglio andare a fare colazione prima, visto che il mio stomaco brontolava.
Scesi pian piano dal letto e mi girai intorno. L'armadio era aperto, i vestiti fuoriuscivano mentre grandi maglie erano poggiate sulla sedia. La scrivania era piena di profumi, inconsciamente ne presi uno e ne spruzzai un po' sul collo, era quello che portava ogni giorno, perfino ieri sera lo avevo sentito quando ero tra le sue braccia...
Forse era il suo preferito, visto che lo usava spesso.

Scesi in salotto e con mia grande sorpresa trovai il moro disteso sul divano. Mi sentii davvero in colpa, aveva dormito su quel divano rischiando di rimanere bloccato per sempre, pur di non svegliarmi e portarmi nella mia camera? Visto il nostro rapporto, lo avrebbe fatto..

Lo tralasciai e andai in cucina a fare colazione.

Nonostante il mio gran casino, visto che feci cadere di tutto rompendo persino una tazza, non si svegliò nessuno che venne a picchiarmi, ci mancava solo quello.

Finito di riscaldare il latte mi sedetti iniziando a fare colazione...poi d'un tratto sentii un rumore e qualcuno pronunciare 'Cazzo!' proprio dal salotto, mi alzai di corsa e sbirciando notai Zayn a terra. Scoppiai a ridere e me ne tornai in cucina cercando di fare meno rumore possibile. Poi il moro arrivò guardandomi silenzioso. Ricambiai ma poi abbassai lo sguardo sulla mia tazza. In due secondi si preparò la colazione poi si sedette di fronte a me.

-D-dormito bene?- domandò improvvisamente con voce assonnata.

Rimasi spiazzata, era uno dei suoi momenti gentili o il mio sfogo della sera precendente lo aveva fatto risvegliare? 

-S-si...e tu?- chiesi bevendo il latte.

Mi guardò con aria stanca mista a dolore, sembrava un tenero cucciolo bastonato.

Scoppiammo a ridere entrambi mentre lui si massaggiava la schiena.

 

-Quel divano mi uccide...- disse continuando a ridere.

-Si ho visto poco fa!- sul mio volto apparve un gran sorriso.

-Hahahaha non sapevo fosse così piccolo!-

-S-scusa..- dissi

-Cosa ci facevi nella mia camera?- mi chiese turbato.

-Bhe....io...volevo parlarti...ma tu non c'eri....e così.....-

-E così ti sei addormentata...- sorrise

Credo che quello fu il suo primo vero sorriso..

Abbassai lo sguardo dalla vergogna -Che fine avevi fatto?- chiesi tanto per cambiare dicorso.

-Ero in bagno..- rispose finendo la sua colazione.

-E ci hai messo tanto?- alzai lo sguardo.

-I miei capelli devono essere sempre al top.- si vantò

Così scoppiammo a ridere di nuovo e vista l'ora preparammo anche la colazione per i ragazzi...visto che in pochi minuti iniziarono a scendere uno alla volta..

-Che diavolo...- arrivò Louis che mi guardò con occhi socchiusi, ma appena vide il moro spuntare da dietro di me, sgranò gli occhi.

-Cosa state...- puntò un dito.

-Abbiamo preparato la colazione.- lo anticipò Zayn sorridente passandomi una tazza da lavare.

-A-avete?- chiese Louis assonnato.

-S-si.- risposi io arrossendo.

-Occhei, sto sognando...ci vediamo nella realtà ragazzi!- ci salutò e tornò di sopra.
-Questa è l'ultima.- disse avvicinandosi per pormi la tazza.
Si avvicinò, un po' troppo. Era ad un passo da me, i nostri corpi si sfioravano...era rimasto immobile...eravamo immobili, continuavamo a fissarci, lui aveva un tenero sorriso stampato sulle labbra, dolcemente mi passò una mano tra i capelli...i suoi occhi scintillavano, e quel sorriso si allargò notandomi paralizzata, non riuscivo a capire nulla, dentro di me era tutto in confusione lui mi aveva mandata in confusione con un sorriso!
D'un tratto arricciò il naso avvicinandosi al mio collo.

Panico..

Sentii il suo fiato sul mio corpo, rabbrividii di colpo e credo se ne accorse. Rimase lì, mentre il suo volto era immerso tra la mia spalla e il mento.
-..Questo è il mio profumo..- sussurrò ritirando il capo continuando a guardarmi sorridente...accarezzandomi la guancia.
-N-no...n-non è niente..
..- farfugliai posando una mano sulla sua allontanandola da me -Bhe...io...d-devo andare..- cercai di uscire da quella stanza diventata troppo stretta, doveoìvo prendere aria.

-Abbie!- mi chiamò -....N-non è che avresti un minuto? Ho bisogno di...-

-Buongiorno ragazzi!!- Un Harry sorridente arrivò in cucina -Che stavate facendo?- iniziò con le domande toste.

-Niente.- sbottai -stavo per andarmene. -gli diedi un bacio sulla guancia, poi andai nella mia camera.

Lì trovai Niall che dormiva beatamente. Ma guarda un po'!

Lo guardai per pochi secondi, poi mi venne un'idea geniale.

Mi buttai con tutte le mie forze su di lui, iniziando a fare il solletico.

-Niall!! Svegliatii!! E' mattina!! Su avanti!!- urlavo mentre il biondino si divincolava dalla mia presa.

-Ma che....- aveva finalmente aperto gli occhi -Abbie....hahahahahahah basta, vai a dormire!- 

-Ma sono le dieci!- dissi delusa -Non siamo qui per dormire sai? Devi alzarti, dobbiamo andare a mare!!- urlai ancora.

-Occhei occhei, solo se mi lasci in pace.- disse facendomi ridere

-Ma cosa ci fai nella mia camera?- chiesi mentre si alzava dal letto.

-Avevi detto che potevo dormire quando volevo.- alzò le spalle e dopo un'ultima spinta Niall Horan era fuori dalla mia camera.

-Wow ho anche un bagno incluso, non potevo scegliere di meglio!- esclamai entrandoci e chiudendo a chiave

Non si poteva mai sapere...ero in casa con cinque maschi!

'Ma a te ne interessa uno vero Abbie?' disse la mia mente tanto pervertita...

Mhm non aveva tutti i torti...

'Ricorda qual è il tuo posto' rispose il mio cuore...

 

Scossi la testa per scacciare quei pensieri poi mi spogliai e feci una doccia. Anche se fuori c'erano trenta gradi, l'acqua era sempre bollente, era talmente rilassante!

Pensavo, pensavo a Zayn...ecco l'avevo detto! Ripensavo a quando era scoppiato a ridere, la sua risata...mi aveva mandato lo stomaco in confusione...così flebile, così cristallina....i suoi occhi sprizzavano felicità, era stato bellissimo vederlo felice! Era contento, una delle rare volte dove Zayn Jawaad Malik mostrava il suo lato dolce e sereno, speravo di rivederlo ancora.

Forse era vero quello che diceva Louis? A me piaceva quel ragazzo? Quel misterioso, timido, perfetto ragazzo?

Bhe era una domanda piuttosto difficile, era intrigante si lo ammetto, affascinante! Ma il suo comportamento nei miei confronti, aveva fatto si che si allontanasse da me. Non mi sarebbe dispiaciuto conoscerlo e magari sarebbe diventato una persona importante per me! 

'Ma tu a lui non interessi Abbie, mettitelo bene in testa!' pensai, si avevo ragione. Basta pensarci, se Zayn sarebbe stato interessato a me, si sarebbe comportato diversamente....

Uscii da quell'interminabile getto d'acqua e mi avvolsi un asciugamano intorno al corpo. Poi uscii dal bagno con l'intenzione di prepararmi, ma un piccolo inconveniente mi fece distrarre..

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...