After

Tessa Young è una studentessa diciottenne al college, con una vita semplice, voti eccellenti e un dolce fidanzato. Pianifica sempre le cose prima del tempo, finché non incontra un ragazzo scortese di nome Harry, con troppi tatuaggi e piercing, il quale distrugge i suoi piani.

59Likes
74Comments
90422Views
AA

8. Capitolo 8.

La ragazza si gira e mi guarda mentre io cerco di muovere i piedi, ma non hanno intenzione di darmi ascolto.
“Posso aiutarti?” Fa un mezzo sorrisetto. Harry si siede con lei ancora addosso. La faccia piatta, né divertita o imbarazzata che sia. Deve fare questo genere di cose tutto il tempo.
“Oh.. Uhmm.. no, scusate. Sto cercando un bagno, qualcuno mi ha versato un drink addosso.” Spiego velocemente. E’ così spiacevole, ma non sorprendente. La ragazza dai capelli rosa e Harry sono perfetti l’una per l’altro. Entrambi tatuati, entrambi antipatici.
“Okay? Allora vatti a trovare un bagno.” Dice e io annuisco, lasciando la stanza. Dopo che la porta si chiude, mi ci appoggio contro. Finora il college non è divertente. Non riesco proprio a capire come una festa del genere possa essere considerata divertente. Invece di provare a trovare un bagno, decido di trovare la cucina e pulirmi lì. L’ultima cosa che voglio, è aprire un’altra porta e trovare altri ragazzi ubriachi in preda agli ormoni uno addosso all’altro. Di nuovo.
La cucina non è così difficile da trovare, ma è fin troppo affollata, dal momento che le risorse alcoliche sono in dei secchi sul bancone. Devo raggirare una brunetta che sta vomitando nel lavello per prendere un po’ di carta e bagnarla, strusciandomela sul vestito, piccoli fiocchi bianchi del tovagliolo dozzinale ricoprono il punto bagnato, rendendolo anche peggiore. Mi lamento e mi appoggio contro il bancone.
“Ti diverti?” Sento Niall dire. Sono sollevata nel vedere un volto familiare. Sorride dolcemente e prende un sorso del suo drink.
“Non così tanto.. quanto tempo durano di solito queste feste?”
“Tutta la notte.. e metà del giorno dopo.” Ride e io spalanco la bocca. Quando se ne vorrà andare Steph? Spero presto.
“Aspetta.. chi ci riaccompagna al dormitorio?” Sono ben consapevole dei suoi occhi rossi.
“Non lo so.. puoi guidare la mia macchina se vuoi.” Mi offre e io sospiro.
“Non posso guidare la tua auto, se la rompo o vengo fermata con bevitori sotto età nell’auto, mi metterei in troppi guai.” Non riesco ad immaginare la faccia di mia madre mentre paga la cauzione per farmi uscire di prigione.
“Non è tanto distante, dovresti prendere la mia auto e basta. Non hai neanche bevuto. Altrimenti devi restare qua, a meno che non vuoi che guidi io. Posso chiedere in giro per vedere se qualcuno..”
“No, va bene. Mi inventerò qualcosa.” Questa festa diventa sempre più un problema minuto dopo minuto.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...