After

Tessa Young è una studentessa diciottenne al college, con una vita semplice, voti eccellenti e un dolce fidanzato. Pianifica sempre le cose prima del tempo, finché non incontra un ragazzo scortese di nome Harry, con troppi tatuaggi e piercing, il quale distrugge i suoi piani.

59Likes
74Comments
95258Views
AA

67. Capitolo 67.

Prendo l’autobus per il centro della città dove so che ci sono lotti di auto. Volevo aspettare per andare più lontano dal campus, ma non posso sopportare un altro giorno senza un’auto mia. Il venditore è un viscido e puzza di sigaretta stantia, ma non posso più fare la schizzinosa. Dopo un’ora di trattativa, gli firmo un assegno per l’acconto e mi da le chiavi per una dignitosa Corolla del 2010. La pittura bianca è scheggiata in qualche punto, ma riesco a fargli fare un prezzo abbastanza basso da lasciar passare la cosa. Chiamo mia madre prima di uscire dal lotto per dirle che ho comprato una macchina, ovviamente mi dice che avrei potuto prendere una più grande e mi fa una lista dei perché. Attacco fingendo di non avere più linea e spengo il telefono. Mi guardo nello specchio e mi acciglio alla mia vista. Sono orribile, i capelli arruffati, gli occhi gonfi e le guance ancora macchiate dal pianto di prima.
E’ una sensazione stupenda guidare la propria macchina, non devo più dipendere dai trasporti pubblici e ora posso andare da sola allo stage. Spero che il mio taglio di legami con Harry, non abbia alcun effetto su questo, non penso che succederà, ma se lui si è annoiato di farmi solo piangere e fa qualcosa per rovinarlo? Forse dovrei parlare con Ken e cercare di spiegargli che io e Harry non stiamo più.. insieme? Lui pensa che stiamo insieme, quindi dovrò inventarmi qualcosa di diverso dal “tuo figlio è la persona più crudele del modo e per me è tossico, quindi non posso più stargli vicino.”
Accendo la radio e alzo il volume più di quanto farei di solito, ma ha l’effetto di cui ho bisogno. Fa annegare i miei pensieri e mi concentro su ogni parola di ogni canzone. Ignoro il fatto che ognuna mi ricordi Harry. Prima di tornare al campus, decido di andare a comprare qualche altro vestito, sta iniziando a fare più freddo e ho bisogno di più jeans. Mi sto iniziando a stancare di indossare sempre le gonne lunghe. Finisco per comprare qualche abito nuovo da indossare alla Vance e qualche paia di jeans, sono più aderenti del solito, ma mi stanno bene, e un paio di semplici magliette e cardigan. Steph non è in camera quando torno e ne sono felice. Penso davvero che dovrei informarmi sul cambiare di stanza, mi piace Steph, ma non possiamo continuare a vivere insieme, se c’è di mezzo Harry. A seconda di quanto guadagnerò con lo stage, potrei prendermi un appartamento mio e vivere fuori dal campus. Sarebbe l’ideale per me, mia madre impazzirebbe, ma non riguarda lei.
Piego i miei nuovi vestiti e li poso prima di prendere la borsa per il bagno e andare alle docce. Quando torno, Steph e Zayn sono seduti sul letto. Grandioso.
“Ti ha trovata alla fine Harry ieri sera?” Mi chiede e annuisco.
“Quindi avete risolto?”
“No, beh, sì, immagino. Ho chiuso con lui.” Le dico. Lei spalanca gli occhi, doveva aver presupposto che avrebbe riaffondato i suoi artigli in me.
“Beh, per una volta, io ne sono contento.” Sorride Zayn e Steph gli colpisce il braccio. Il suo telefono squilla, facendole abbassare lo sguardo.
“Tristan è qui, dobbiamo andare. Vuoi venire?” Mi chiede.
“No, grazie. Ho comprato una macchina oggi!” Le dico e lei lancia un gridolino.
“Davvero!” Dice e io annuisco. “Devo vederla quanto torno.” Dice e si dirigono verso la porta.
Steph esce, ma Zayn indugia sull’entrata.
“Tessa?” La sua voce è liscia quanto il velluto. Lo guardo e mi sorride.
“Hai pensato al nostro appuntamento?” Mi chiede, guardandomi negli occhi.
“Io..” Sto per rifiutarlo, ma perché? E’ molto attraente e sembra dolce. Non si è approfittato di me, quando avrebbe facilmente potuto. So che sarebbe una compagnia migliore di Harry, chiunque lo sarebbe, onestamente. “Sicuro.” Sorrido.
“Sicuro tipo che mi lascerai portarti fuori?” Il suo sorriso cresce.
“Sì, perché no.” Rispondo.
“Stasera allora?” Mi chiede.
“Sì, stasera va bene.” Non penso che stasera sia una buona idea, visto che ho dei compiti da fare, ma sono ancora avanti nonostante abbia saltato qualche lezione questa settimana.
“Fantastico, sarò qui alle sette, sì?”
“Okay.” Gli dico e si porta il labbro tra i denti perfetti.
“Ci vediamo stasera, bellissima.” Dice e io arrossisco, salutandolo mentre lascia la stanza.
Sono le quattro adesso, ho tre ore prima che torni. Mi asciugo i capelli e arriccio le punte e, per mia sorpresa, stanno davvero bene. Mi trucco un po’ e metto dei vestiti nuovi, un paio di jeans scuri, una canotta bianca e un cardigan marrone lungo. Forse mi devo cambiare? Mi metto una canotta blu e una camicetta. Non posso credere che sto andando ad un appuntamento con Zayn, ho avuto un solo ragazzo in tutta la mia vita e ora sto andando ad un appuntamento con Zayn dopo tutto il casino con Harry. Forse i ragazzi con i tatuaggi e i piercing sono il mio nuovo tipo?
Prendo la mia vecchia copia di Orgoglio e Pregiudizio e inizio a leggere giusto per passare il tempo. Dopo quello che sembra solo minuti più tardi, qualcuno bussa alla porta. So che dev’essere Zayn, perché Harry non avrebbe bussato. Si sarebbe maleducatamente fiondato dentro e avrebbe buttato la mia roba ovunque.
Quando apro la porta, non posso fare a meno di spalancare la bocca per Zayn. E’ vestito in jeans scuri stretti, scarpe da ginnastica bianche, e una t-shirt con una giacca di jeans. E’ così figo.
“Sei bellissima, Tessa.” Mi saluta e mi da un fiore. Un fiore? Sono sorpresa e lusingata dal suo semplice gesto.
“Grazie.” Sorrido e porto il fiore al naso.
“Sei pronta?” Chiede educatamente.
“Sì, dove mi porti?” Gli chiedo, appena usciamo.
“Ho pensato che potremmo andare semplicemente a cena e poi al cinema, giusto un appuntamento informale, nessuna pressione.” Dice. Allungo un braccio per la maniglia della portiera, ma mi ferma.
“Volevo farlo per te.” Dice.
“Oh. Grazie.” Sono ancora nervosa, ma ora un po’ meno. Quando entriamo in macchina, tiene la radio spenta e fa un po’ di conversazione, chiedendomi della mia famiglia e dei miei piani dopo il college. Mi dice che va alla WSU per scienze ambientali, il che mi sorprende ma mi intriga. Arriviamo ad un tranquillo ristorante-caffè e ci sediamo sul patio. Ordiniamo i nostri pasti e continuiamo a chiacchierare finché non arriva il cibo. Zayn mangia tutta la sua porzione e inizia a rubare delle patatine dal mio piatto.
“Se prendi un’altra patatina, dovrò ucciderti.” Lo prendo in giro. Mi rivolge un finto sguardo innocente e ride con la lingua tra i denti. Mi ritrovo a ridere dopo quelli che sembrano anni, ed è grandioso.
“Hai una risata adorabile.” Si complimenta e io alzo gli occhi al cielo.
Finiamo per andare a vedere una commedia scontata che fallisce nell’intrattenerci. Ci facciamo piccoli scherzi durante il film e mette la sua mano sulla mia verso la fine. Non è spiacevole come avevo immaginato, ma non è la stessa cosa di quando lo fa Harry. Ho passato ore senza neanche pensarlo e ne sono felice. Consuma i miei pensieri ogni giorno, tutto il giorno. Quando Zayn mi riporta in camera, sono le undici e sono contenta che sia mercoledì, solo altri due giorni al fine settimana. Esce dalla macchina e viene verso di me mentre mi aggiusto la borsetta.
“Sono stato davvero bene, grazie per aver accettato di venire con me.” Mi dice.
“Anche io sono stata bene.” Sorrido.
“Stavo pensando.. ricordi quando mi hai chiesto se sarei andato al falò?” Annuisco. “Ti dispiace se vengo con te?” Mi chiede.
“Sì, mi andrebbe bene. Però io vado con Liam e la sua ragazza.” Non ricordo che Zayn si era unito al gruppo che stava prendendo in giro Liam, ma voglio assicurarmi che sappia che non va bene.
“Va bene, sembra simpatico.” Dice e io sorrido.
“Beh, è deciso, allora. Ci vediamo lì?” Suggerisco. Non esiste che lo porti a cena a casa di Liam.
“Mi sembra ottimo. Grazie di nuovo per stasera.” Si avvicina di un passo. Vuole baciarmi? Avvolge la mano intorno alla mia e la porta alla sua bocca. Vi poggia un singolo bacio sul dorso, il suo piercing al labbro freddo contro la mia pelle calda, ma il suo gesto è davvero dolce.
“Buonanotte, Tessa.” Dice e torna in macchina.
Sono sollevata che non abbia provato a baciarmi, anche se era bravo a baciare, non penso che sia il momento giusto. Ora devo solo trovare un modo per spiegare del mio compagno per venerdì a Liam.
Steph è curiosa del mio tempo con Zayn stasera, ma tengo i dettagli per me. Dopo che mi sono struccata, finalmente mi metto a letto e dormo. La mattina seguente Liam mi sta aspettando alla caffetteria e gli dico di Zayn.
“Harry lo sa?” Mi chiede.
“No, non ne ha bisogno. Non sono affari suoi.” Dico un po’ troppo acidamente. “Scusa, è solo che è un argomento delicato.”
“Ovviamente.” Sorride. “Non devono essere molto amici, se Zayn ti porta fuori a cena dopo tutto ciò che c’è stato con Harry.”
“Beh, nessuno sa davvero ciò che è successo tra me ed Harry, l’ha tenuto segreto ai suoi amici, ricordi?”
“Sì, immagino tu abbia ragione. Solo stai attenta.” Mi avvisa dolcemente e gli prometto che lo sarò. Il resto della giornata passa senza che Liam metta in mezzo Harry o Zayn. Finalmente, è ora di letteratura, trattengo il fiato mentre io e Liam entriamo nella stanza. Harry è seduto al suo solito posto. Il petto mi fa male alla sua vista. Mi lancia un’occhiata, ma si rigira davanti.
“Quindi sei uscita con Zayn ieri sera?” Mi chiede Harry appena mi siedo. Stavo pregando che non mi parlasse.
“Non è affar tuo.” Gli dico piano. Si gira sulla sedia e porta il viso più vicino al mio.
“Le informazioni girano velocemente nel nostro gruppo, Tessa, ricordalo.” Mi fa un sorrisetto. Sta cercando di minacciarmi di dire ai suoi amici dei momenti intimi che abbiamo avuto? Il pensiero mi fa salire della bile in gola.
Distolgo lo sguardo da lui e focalizzo la mia attenzione sul professore. “Va bene, iniziamo dove abbiamo finito ieri a discutere di Cime Tempestose.” Dice e lo stomaco mi cade.
Non dovremmo discutere di Cime Tempestose fino alla prossima settimana, questo è quello che mi becco per saltare le lezioni. Sento gli occhi di Harry su di me. Forse sta pensando alla prima volta in cui ero nella sua camera da letto e lui mi ha beccata a leggere la sua copia del romanzo.
“Quindi, come sappiamo, Catherine e Heatcliff hanno avuto una relazione molto appassionata, la loro passione era proprio una forza nel romanzo che ha essenzialmente rovinato la vita di ogni personaggio intorno a loro. Alcuni sostengono che fossero davvero terribili l’uno per l’altra, e altri sostengono che si sarebbero dovuti sposare invece di combattere il loro amore dall’inizio.” Dice il professore. “Cosa ne pensate?” Ci chiede. Di solito, alzerei immediatamente la mano, orgogliosa di mostrare la mia esperta conoscenza dei romanzi classici, ma questo è troppo vicino a casa.
“Credo fossero terribili l’uno per l’altra, litigavano costantemente e Catherine si rifiutava di ammettere il suo amore per Heathcliff. Ha sposato Edgar anche se sapeva di essere innamorata di Heathcliff tutto il tempo. Se fossero stati insieme sin dall’inizio, sarebbero stati tutti molto meno infelici.” Risponde una voce dal retro. Sento le guance accaldarsi appena Harry mi guarda prima di parlare.
“Io penso che Catherine fosse un’egoista, pomposa, stronza.” Sussulti sono udibili nell’aula e il professore riprende Harry, prima che lui continui. “Scusi, ma lei pensava di essere troppo per Heathcliff e magari lo era, ma sapeva che Edgar non sarebbe mai potuto essere paragonato a Heathcliff, ma l’ha sposato comunque. Catherine e Heathcliff erano così simili, che era difficile per loro andare d’accordo, ma se Catherine non fosse stata così ostinata, avrebbero potuto vivere una lunga e felice vita insieme.” Dice. Mi sento stupida quando inizio a paragonare me ed Harry ad i personaggi del romanzo. La differenza è che Heathcliff amava Catherine tremendamente, così tanto che rimase inerte quando lei sposò un altro uomo, prima di sposare finalmente qualcun altro. Harry non mi ama in quel modo, o per niente, quindi non ha il diritto di paragonarsi a Heathcliff.
L’intera classe sembra guardarmi, in attesa della mia risposta. Probabilmente stanno sperando in una discussione come l’ultima volta, ma io resto in silenzio. So che sta cercando di tormentarmi, e non ci casco.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...