After

Tessa Young è una studentessa diciottenne al college, con una vita semplice, voti eccellenti e un dolce fidanzato. Pianifica sempre le cose prima del tempo, finché non incontra un ragazzo scortese di nome Harry, con troppi tatuaggi e piercing, il quale distrugge i suoi piani.

59Likes
74Comments
92209Views
AA

6. Capitolo 6.

I capelli sono perfettamente arricciati contro il mio viso, infilo le forcine, una su ogni lato per tenerli lontani dagli occhi.
“Vuoi usare un po’ dei miei trucchi?” mi chiede Steph e guardo di nuovo nello specchio.
Gli occhi sembrano sempre un po’ troppo grandi per la mia faccia, ma preferisco mettere poco trucco, di solito solo un po’ di mascara e lucidalabbra. Sono abbastanza fiera di come mi prendo cura della mia pelle, quindi perché nasconderla se non ne ho bisogno?
“Forse un po’ di eyeliner?” dico, ancora insicura.
Mi rivolge un sorriso e mi passa tre matite. Una viola, una nera e una marrone. Me le faccio rotolare tra le dita, indecisa tra la nera e la marrone.
“Quella viola sarebbe grandiosa con i tuoi occhi grigio-azzurri.” Dice e io sorrido, ma scuoto la testa.
“Hai degli occhi unici, vuoi fare scambio?” Scherza.
Lei ha dei bellissimi occhi verdi, perché vorrebbe fare scambio con me? Prendo la matita nera e disegno la linea più sottile possibile intorno ad entrambi gli occhi, guadagnandomi un sorriso orgoglioso da parte di Steph. Il cellulare le squilla e afferra la borsa. “Niall è qui” mi informa, prendo la mia borsa, liscio il vestito e scivolo nelle mie Toms bianche. Squadra le mie scarpe basse, ma non commenta.
Niall sta aspettando davanti all’edificio, musica rock echeggia dai finestrini abbassati. Non posso evitare di guardarmi intorno per vedere che tutti ci stanno fissando. Tengo la testa abbassata e appena guardo in alto, vedo Harry appoggiarsi al sediolino davanti. Deve essersi piegato. Ugh.
“Signore.” Ci saluta Niall e Harry mi lancia un’occhiata appena salgo dopo Steph, costretta a sedere dietro Harry.
“Sai che stiamo andando ad una festa e non in chiesa, vero, Theresa?” Dice Harry con un sorrisetto.
“Non chiamarmi Theresa, per favore. Preferisco Tessa.” Lo avviso, come fa poi a sapere che il mio nome è Theresa? Odio essere chiamata Theresa.
“Sicuramente, Theresa.” Dice e alzo gli occhi al cielo. Non starò a battibeccare con lui, non è degno del mio tempo.
Dopo quelli che sembrano anni, arriviamo finalmente in un enorme casa a due piani con viti incolte che si distendono sulla parete frontale. THETA XI è dipinto in lettere nere sull’imponente casa.
“E’ così grande, quante persone ci saranno.” Deglutisco. Il prato è pieno di persone che mantengono bicchieri rossi, è proprio fuori dalla mia portata qui.
“Si spera tonnellate.” Dice Harry ed esce dall’auto. Guardo come molteplici persone danno il cinque ad Harry o gli stringono la mano. Non vedo nessun altro ricoperto di tatuaggi come lui, Niall e Steph. Forse posso farmi qualche amico stasera.
“Vieni?” Sorride Steph, e io annuisco uscendo dall’auto, assicurandomi di lisciare di nuovo il vestito.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...