After

Tessa Young è una studentessa diciottenne al college, con una vita semplice, voti eccellenti e un dolce fidanzato. Pianifica sempre le cose prima del tempo, finché non incontra un ragazzo scortese di nome Harry, con troppi tatuaggi e piercing, il quale distrugge i suoi piani.

59Likes
74Comments
86632Views
AA

43. Capitolo 43.

Mi appoggio a Zayn lentamente e Harry spalanca gli occhi, ma si riprende velocemente. So quanto immatura e ridicola è tutta questa cosa, ma non mi interessa. Se gli devo stare vicino, voglio che sia irritato quanto lo sono io.
La motociclista ritorna e prende gli ordini di tutti. Io prendo un hamburger con patatine fritte, meno il ketchup, mentre tutti gli altri le ali di pollo. Porta una Cola a Harry e delle birre a tutti gli altri. Sto ancora aspettando la mia Cola, ma non voglio essere scortese.
“Hanno le migliori ali di pollo qui.” Mi informa Zayn e io gli sorrido.
“Allora, vai al falò il prossimo fine settimana?” Gli chiedo.
“Non lo so, non è esattamente il mio campo.” Ride e prende un sorso di birra. “Tu vai?” Mi chiede e toglie il braccio dallo schienale per metterlo completamente sulle mie spalle. Mi sento in colpa per flirtare con lui in questo modo, beh, non è proprio flirtare perché gli sto solo facendo delle domande, ma mi sento comunque in colpa. Non ho mai neanche provato a flirtare con qualcuno prima, quindi sono sicura che sono terribile a farlo.
“Sì, vado con Liam.” Rispondo e tutti scoppiano a ridere.
“Liam Payne?” Chiede Zayn, ancora ridendo.
“Sì, è mio amico.” Scatto. Non mi piace il modo in cui stanno ridendo di lui.
“Ovvio che va al falò! E’ proprio un perdente.” Dice Molly e io le lancio un’occhiata.
“No, non lo è in realtà. E’ un tipo apposto.” Lo difendo. Capisco che la mia definizione di “tipo apposto” non è uguale alla loro, ma la mia è migliore.
“Liam Payne e tipo apposto, non possono stare nella stessa frase.” Dice Molly e toglie i capelli dalla fronte ad Harry. La odio.
“Beh, scusate se non è abbastanza figo da uscire con voi, ma lui è..” Inizio ad urlare.
“Wow, Tessa, calmati. Stiamo solo scherzando.” Dice Niall e Molly mi fa un sorrisetto. Ho la sensazione che neanche a lei importi molto di me.
“Beh, non mi piace quando la gente scherza sui miei amici, specialmente quando non sono qui per difendersi.” Devo calmarmi. Le mie emozioni stanno impazzando per stare vicino ad Harry e il fatto che si stia spalmando tutto addosso a Molly davanti a me.
“Okay, mi dispiace averlo preso in giro. In oltre, devo dargli qualche credito per l’occhio nero che ha fatto ad Harry.” Dice Zayn e rimette il braccio intorno a me. Tutti ridono, anche io, tranne Harry.
“Sì, meno male che un professore ha interrotto la litigata o Harry sarebbe stato ridotto anche peggio dal perdente..” Dice Niall e poi mi guarda. “Scusa, mi è scappato.” Dice e mi rivolge un sorriso dispiaciuto.
Un professore? La litigata non è stata interrotta da un professore, è stata interrotta dal padre di Harry. Mi chiedo se sappiano che Harry e Liam presto saranno fratellastri. Guardo Harry e sembra preoccupato. Gli ha mentito. Dovrei smascherarlo davanti a tutti, ma non ci riesco. Non sono come lui, trovo più difficile ferire le persone rispetto a lui. A parte Noah, mi ricorda il mio subconscio e io lo respingo.
“Beh, credo che il falò sarà divertente.” Dico a Zayn e lui sorride.
“Magari ci farò un salto dopo tutto.” Mi dice.
“Io vado.” Dice Harry dall’altro tavolo. Tutti si girano a guardarlo e Molly ride.
“Come no.” Alza gli occhi al cielo e ride di nuovo.
“Dico davvero, non sarà così male.” Dice Harry e Molly alza di nuovo gli occhi al cielo. Perché dovrebbe andare? Forse perché Zayn ha detto che sarebbe andato. Questo giochetto fastidioso potrebbe star funzionando dopo tutto.
La cameriera porta il cibo e mi passa l’hamburger. Sembra buonissimo, a parte il ketchup che cola di lato. Storco il naso e cerco di pulire un po’ di ketchup con un tovagliolo. Odio mandare il cibo indietro e sto già avendo abbastanza filo da torcere stasera, l’ultima cosa di cui ho bisogno è attirare ancora più attenzione su di me.
Tutti affondano le mani nelle loro ali di pollo e io prendo qualcuna delle mie patatine mentre tutti parlano della festa di stasera.
“Posso portarvi qualcosa?” Chiede la donna quando torna ai tavoli.
“No, penso che siamo apposto.” Le dice Tristan e lei inizia ad andar via.
“Lei ha ordinato un hamburger senza ketchup.” Dice Harry e io faccio cadere la patatina nel piatto.
La cameriera mi guarda. “Vuoi che lo porti indietro?” Mi chiede gentilmente e io scuoto la testa.
“Sì.. lo vuole.” Harry risponde per me. Che diavolo sta facendo? E come faceva a sapere che c’era il ketchup? Sta solo cercando di mettermi a disagio.
“Ecco, dammi il piatto. Ti porto un nuovo hamburger e patatine.” Mi sorride e allunga la mano. Le passo il piatto e abbasso lo sguardo ringraziandola.
“Che cos’era quello?!” Sento Molly chiedere ad Harry nell’orecchio. Dovrebbe davvero lavorare sulla sua voce quando sussurra.
“Niente, non le piace il ketchup.” Dice semplicemente e sbuffa prima di prendere un sorso di birra di Molly.
“Quindi?” Dice Molly e Harry le lancia un’occhiata.
“Quindi niente. Lascia perdere e basta.” Scatta e lei alza di nuovo gli occhi al cielo, avvicinandosi ancora di più a lui.
Almeno so che non sono l’unica con cui fa l’antipatico.
Mi viene dato un nuovo hamburger senza ketchup e delle nuove patatine e ne mangio la maggior parte, nonostante la mia mancanza di appetito. Zayn finisce per pagare per la mia cena, il che è carino e imbarazzante allo stesso tempo. Il fastidio di Harry sembra crescere quando Zayn mette di nuovo il braccio intorno a me, mentre usciamo.
“Louis ha detto che la festa è già super piena!” Dice Niall.
“Dovresti venire in macchina con me.” Si offre Zayn e io scuoto la testa.
“Oh, non vado alla festa, Tristan mi riporta a casa.” Gli dico e si acciglia.
“Posso riportarla io in camera, dato che sono venuto con la mia macchina.” Dice Harry e quasi inciampo sui miei piedi.
“No, la portiamo io e Tristan. Anche Zayn può venire con noi.” Steph sorride ad Harry. Se gli sguardi potessero uccidere, Steph starebbe collassando sul pavimento adesso.
“Non vuoi guidare ubriaco al campus, la polizia sta cercando gente a cui fare le multe, perché è venerdì.” Harry dice a Tristan. Steph mi guarda, aspettando che parli, ma io non so cosa dire. Non voglio stare sola in macchina con Harry, ma non voglio che Tristan guidi, dal momento che ha bevuto. Faccio spallucce e mi appoggio a Zayn mente decidono la cosa tra di loro.
“Vengo con te per riaccompagnarla.” Molly dice ad Harry, ma lui scuote la testa.
“No, tu vai con Tristan e Steph.” Dice con vigore.
“Per l’amor di Dio, possiamo entrare nelle macchine e andare?!” Piagnucola Niall e tira fuori le sue chiavi.
“Sì, andiamo Tessa.” Mi ordina Harry e io guardo Zayn e poi Steph.
“Tessa!” Dice di nuovo Harry, sbloccando l’auto. Mi guarda e ho la sensazione che se non lo seguo, mi trascinerà in macchina. Perché dovrebbe volermi stare vicino se ha detto a Steph che farei meglio a non farmi vedere intorno? Sparisce nell’auto e la accende.
“Scrivimi appena arrivi in camera.” Dice Steph, io annuisco e vado verso l’auto di Harry.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...