After

Tessa Young è una studentessa diciottenne al college, con una vita semplice, voti eccellenti e un dolce fidanzato. Pianifica sempre le cose prima del tempo, finché non incontra un ragazzo scortese di nome Harry, con troppi tatuaggi e piercing, il quale distrugge i suoi piani.

59Likes
74Comments
86828Views
AA

2. Capitolo 2.

“Eccoci!” Strilla mia mamma non appena entriamo nel campus. Dal vivo sembra grandioso proprio come sulle brochure e online. Gli edifici sono antichi ma eleganti allo stesso tempo. Le dimensioni del campus sono intimidatorie, ma si spera che dopo un po’ di settimane mi sentirò a casa. L’orientamento è breve e io sto seduta da sola, come al solito. Una donna apparentemente gentile, di mezza età, mi da le chiavi del mio dormitorio e mi indica la direzione. Sento già più libertà di quanta ne abbia sentita negli ultimi diciotto anni.
“Voglio vedere la tua camera prima di andare, tesoro. Non riesco a credere che tu sia al college! La mia unica figlia, una studentessa del college, che vive da sola. Proprio non riesco a crederci.” Piagnucola e si asciuga gli occhi, attenta a non rovinare il trucco. Noah ci segue, portando le mie borse mentre attraversiamo il corridoio.
“E’ B22.. siamo nella hall C.” Dico loro. Fortunatamente, vedo una grande B dipinta sul muro. “Da questa parte” Istruisco e mi seguono. Meno male che ho portato solo pochi vestiti, una coperta, e alcuni dei miei libri preferiti con me, così Noah non ha troppe cose da trascinare.
“B22” Sbuffa mia mamma. Ha indossato dei tacchi troppo alti per la lunga camminata che abbiamo appena affrontato. Faccio scivolare la chiave dentro la vecchia porta di legno, la quale scricchiola aprendosi e mia mamma sussulta. La camera è piccola, con due letti minuscoli e due scrivanie. I miei occhi si spostano verso la ragione del sussulto di mia mamma. Un lato della camera è ricoperto di poster, per lo più band di cui non ho mai sentito, le loro facce ricoperte di piercing e tatuaggi. La ragazza distesa sul letto ha dei luminosi capelli rossi, gli occhi definiti da quelli che sembrano chili di eyeliner nero, e le braccia ricoperte di tatuaggi.
“Ehi.” Dice e ci offre un sorriso. Il suo sorriso è abbastanza intrigante, il che mi sorprende molto. “Sono Steph.” dice, sedendosi.
“E.. ehi.. io sono Tessa.” Mi impappino. Lei ride leggermente e si alza.
“Benvenuta alla WSU, dove i dormitori sono minuscoli e le feste sono enormi.”
Piega indietro in una risata spontanea. La bocca di mia mamma si spalanca e Noah si muove a disagio. Steph cammina verso di noi, chiudendo lo spazio tra noi e abbracciandomi. Sono sorpresa dal suo affetto, ma ricambio l’abbraccio. Qualcuno bussa alla porta non appena Noah posa le mie borse sul pavimento. “Entrate!” Urla la mia nuova compagna di stanza. La porta si apre e due ragazzi entrano. Ragazzi nel dormitorio femminile il primo giorno? Forse la WSU è stata una cattiva decisione. Mia mamma sembra star per svenire a momenti.
“Ehi, sei la nuova compagnetta di Steph?” Chiede il ragazzo biondo. Non ha tanti tatuaggi come l’altro, ma li ha comunque.
“Uhm.. sì. MI chiamo Tessa.” Riesco a dire.
“Io sono Niall, amerai questo posto.” Dice con un sorriso. Il suo sorriso è caldo e invitante malgrado l’aria da duro.
“Sono pronta.” Dice Steph e prende la sua borsa dal letto. I miei occhi si spostano sul ragazzo con i capelli castani. I capelli un miscuglio di ricci sulla sua testa, tirati indietro dalla fronte, ed ha un piercing sul sopracciglio e uno sul labbro. I miei occhi scendono verso la sua t-shirt nera fino alle braccia, che sono altrettanto ricoperte di tatuaggi. Mi aspetto che si presenti, ma non lo fa. Non è decisamente amichevole come l’amico biondo.
“Ci vediamo in giro, Tessa.” Dice Niall, e tutti e tre escono dalla stanza.
“Stai per avere un nuovo dormitorio!” Urla mia madre, non appena la porta si chiude.
“No, non posso. Va bene, mamma, sono sicura che lei non starà nei paraggi comunque.”
“Assolutamente no, adesso li scambiamo. Non starai in una stanza con qualcuno che accoglie ragazzi nella sua camera, punk per di più!” Dice.
“Mamma.. per favore.. vediamo come va. Per favore.” La prego e lei sospira.
“Va bene.” Sputa, con mia grande sorpresa

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...