Il prezzo del ricordo


0Likes
0Comments
229Views
AA

1. Il prezzo del ricordo

nella vita imparerai che tutto quello che hai un giorno non ci sarà più. morirà, scomparirà, se ne andrà o si dissolverà, semplicemente. allora impianterai gli artigli alle cose che ami e tenterai in tutti i modi di non farteli fuggire dalle mani. ma invano. potrai serbare tutto ciò che vorrai nella memoria, ma un giorno, domani, il prossimo inverno i ricordi si faranno meno nitidi, sfuggenti, impalpabili, fantasmi di vite precedenti e di giorni che furono. saranno parte di te ma di un te passato, di un te che non sei più ora, di un te andato, cambiato, morto. ricordare farà male, farà bene. ti farà piangere, sorridere. i ricordi si mescoleranno con altri ricordi, accavallati e stipati a miliardi nella tua testolina stanca. ci saranno canzoni e profumi che solerte ti faranno visita, sguardi e parole che ricorderai più raramente, gesti e poesie che avevi invece dimenticato e che ricorderai con l'aiuto di un indizio: una nuvola dalla forma strana, una foglia sul tuo cammino, un dettaglio sul tuo volto. quello che forse ora non sai è che ti sbagliavi: ti sbagliavi di grosso. a questo mondo qualcosa di immortale c'è, noi lo siamo. quando stanca sulla poltrona di casa tua a raccontare le storie ai tuoi nipoti passerai le ultime estati della tua vita, ecco, lo capirai. e un sorriso di fiore che sboccia repentino con la carezza del sole nascerà sul tuo viso accartocciato dalle rughe: io sono quello che sono stata, quello che ho fatto, che ho vissuto, provato, immaginato, sognato, costruito, inventato, faticato, guadagnato, amato, pensato. sono ciò che fui e tutto ciò che mi resta sono i miei ricordi. e ho fatto bene a non dimenticare nulla, tutto quello che ho fatto mi ha portato ad essere la persona che sono ora, che sorridente racconta ai suoi nipoti la donna che era, la donna che sono e che non sarò più. ma loro ricorderanno per me e mi terranno in vita. con il ricordo. con i profumi, le canzoni e le poesie. gli sguardi, i sorrisi e gli amori. i baci, la lettura e le emozioni. le passeggiate e i viaggi, i sapori e i pensieri. e vivrò nei loro ricordi. e i ricordi mi terranno in vita. perciò non dimentico e tengo tutto a mente e nulla mi faccio fuggire. mi illudo, qualcosa muore tra i ricordi per forza maggiore. ma in fondo basta un dettaglio per farmi ritrovare la memoria smarrita; un giorno volevo dimenticare e fuggire, ma sarei morta, avrei cancellato tutto. dovevo ricordare, altrimenti avrei perso me stessa. dovevo ricordare per essere ricordata. dovevo ricordare per vivere. dovevo ricordare altrimenti sarebbe stato tutto vano. dovevo ricordare altrimenti non avrei vissuto in maniera degna, non avrei lottato, non avrei vinto e non avrei ricominciato ad amare.

Join MovellasFind out what all the buzz is about. Join now to start sharing your creativity and passion
Loading ...