The golden of evil

Credo di sapere cosa significhi morire...anche perché l'ho provato sulla mia stessa pelle. Pensavo di ritrovarmi in una bellissima distesa di nuvole e invece...ero circondata da spaventosi alberi senza foglie....in quel momento me n'è resi conto....ero all'inferno ma la domanda che mi sorgeva era....


cosa ho fatto di male per arrivare in questo posto?

0I mi piace
0Commenti
52Visualizzazioni

1. Capitolo 1

Dove volete che inizi? Mi chiamo Fiamma. Sono un angelo più precisamente sono la figlia dell'Arcangelo Gabriele. Mia madre era caduta molti secoli fa insieme al Demonio più comunemente chiamato Lucifero. Quando lo vidi per la prima volta,ero a malapena una bambina di 18 anni (per gli umani,8 anni) e a malapena riuscivo a volare.

Il Diavolo mi prese in braccio quella volta e fece comparire dietro il mio orecchio una bellissima rosa rossa. Da quel giorno il demone cominció ad inviarmi lettere colme di parole così belle che più di una volta,ebbi la tentazione di cadere negli abissi dell'inferno solo per poterlo rivedere e abbracciare.

L'ultima lettera che mi arrivó da parte sua,era la più dolorosa. Sarebbe venuto il giorno del mio 118esimo compleanno,l'anno della mia maggiore età. La cosa che mi fece raddrizzare le piume delle ali,era che sarebbe venuto in Paradiso con la sua fidanzata.

Arrivó il gran giorno. Mi svegliai,mi feci una bella doccia calda lavando per bene i miei capelli rossi. Uscii dalla doccia e indossai un abito corto davanti e lungo dietro,bianco come le nuvole. Indossai anche un paio di tacchi a spillo non troppo alti ma abbastanza da far impazzire un uomo. Sentii le trombe angeliche suonare. Segno che la legione di demoni stava entrando.

Aprii le mie grandi ali bianche e scesi giù dalla finestra atterrando vicino a mio padre.

-Figlia mia,sei bellissima.-

-Grazie papà,i demoni sono già arrivati-

-Già...tuttavia devi concentrarti più su Lucifero e la sua compare più che sugli altri demoni...è Lucifero il nemico hai 118 anni vedi di usarli come arma-

-D'accordo-

Passarono alcuni minuti e vidi scendere da una piccola carrozza una donna. Si potrebbe dire una donna più nuda che vestita. Aveva i capelli rossi come i miei solo che io c'è lì avevo rossi naturale mentre lei era tutta finta. Ma come faceva Lucifero a mettersi con donne simili?!

Dopo un po' vidi un ragazzo sulla ventina con capelli neri fino le spalle,occhi di un bellissimo azzurro,corpo atletico e muscoloso,fasciato da una camicia bianca e dei pantaloni neri. Quello doveva essere Lucifero.

-Ne è passato di tempo Fratello-

-Ciao bambolotto,come butta?-

-Discretamente,è un piacere averti alla festa di mia figlia Fiamma-

Lucifero mi stava ignorando! Può essere che non mi abbia nemmeno riconosciuta

-Dov'è la mia bambina preferita?-

Mi intromisi e mi misi accanto a mio padre

-D-dovrei essere io-

-Tu non sei Fiamma,Fiamma ha i capelli biondi-

-Fratello,lei è Fiamma. I capelli misteriosamente le sono diventati rossi. Non sappiamo spiegare il perché-

-Wow...Fiamma...sei bellissima!-

Il bel momento fu rovinato dalla presunta sgualdrina che si era presentata al mio compleanno. C'era qualcosa in lei che non mi convinceva. Qualcosa di oscuro e pericoloso.

Iscriviti su MovellasScopri perché tutta questa agitazione. Iscriviti adesso per cominciare a condividere la tua creatività e passione.
Loading ...