Into the Darkness

Una ragazza, un vampiro. Sangue, lacrime e due destini che sembrano incrociarsi sempre di piú. Potrá mai il loro amore trionfare? Oppure la vera natura di lui spingerà lei a scappare?

-Storia nata dalla serie tv The Vampire Diaries, sono dunque presenti alcuni personaggi di questa serie-

10I mi piace
31Commenti
2158Visualizzazioni
AA

10. Ricordi di una notte

Capitolo.9

I ricordi che affollavano la mente di Annie erano tanti, Damon riusciva a percepirli perché Annie aveva accettato di illustrarglieli attraverso la sua mente, per mostrargli ció che si ricordava dell'altra notte.

Damon le aveva preso la sua piccola mano facendola scomparire tra le sue, grandi e fredde, come in una specie di gioco di magia, e poi si era concentrato chiudendo gli occhi.

Ora riusciva a vedere tutti i ricordi della ragazza.

Era curioso di conoscere ogni minimo dettaglio della sua vita, ma i suoi poteri purtroppo erano alquanto limitati in quel momento, perció decise di cercare solo ciò che gli serviva, prima di esaurirli completamente.

I poteri dipendevano infatti dal sangue che beveva. Più si nutriva, più i suoi poteri aumentavano.

Dopo appena due minuti, Annie aveva visto Damon aprire gli occhi, segno che aveva appreso ció che gli serviva, e guardarla maliziosamente.

-Non hai ancora risposto alla mia domanda- le disse.

-Neanche tu alla mia- lo sfidò Annie.

Si era resa conto di quanto fosse stupido sfidare un vampiro, ma oramai non aveva nulla da perdere.

Un guizzo luminoso aveva fatto brillare gli occhi di Damon: questa volta Annie l'aveva visto, ne era sicura.

- Ti ho riportata a casa io quella notte- le disse, quasi con dolcezza.

Le guance di Annie si tinsero di un tenue rosa.

Il pensiero che lui l'avesse vista arrossire peró, cominciò a tormentarla, perciò abbassò lo sguardo, liberandosi dalla vista di quegli occhi magnetici.

-Ora rispondi tu alla mia...-

Le disse lui.

A quelle parole Annie alzó nuovamente lo sguardo, e subito gli occhi di lui si fissarono di nuovo in quelli di lei, pronti a ristabilire quello strano legame che li univa.

Dannazione, non poteva smettere di fissarla?

Cercó di non farci caso, e abbassando lo sguardo gli rispose:

-Ora non ho paura-

Poi continuó

-...ma si è fatto tardi, scusa devo andare...-

Damon assentí, allontanandosi di poco, per lasciarla andar via, ma appena lei fece quattro passi, lui si ricordò di una cosa.

La prese per il braccio, poi lasciò scivolare la sua mano attorno a quella della ragazza e velocemente la strattonó forte, per non farla allontanare, così forte da farle perdere l'equilibrio.

Annie si aggrappó a Damon per non cadere, e lui la strinse a sè sorridendo, poi l'aiutò a rimettersi in piedi.

Quando Annie alzó lo sguardo, vide il suo splendido sorriso ammaliante e la sua voce le disse:

- Non mi hai ancora detto come ti chiami principessa-

Lei, lo guardó con le guance in fiamme e in un sussurro gli disse:

-Annie, mi chiamo Annie-

Iscriviti su MovellasScopri perché tutta questa agitazione. Iscriviti adesso per cominciare a condividere la tua creatività e passione.
Loading ...