You're my sunshine

È davvero una fortuna conoscere gli One direction in una competizione corale scolastica. E se loro volessero per caso rivedermi? Chissà cosa succederà...

24I mi piace
23Commenti
2192Visualizzazioni
AA

7. Capitolo 6

Mi giro subito e abbraccio ancora più forte Harry che sta cercando di nascondere le sue lacrime. "Oh mio dio!! Cosa ci fai tu qui?" "Siamo venuti perché ci mancavi e volevamo sapere come va... Oh senti ne parliamo dopo adesso abbracciami forte!" "Non me lo faccio certo ripetere due volte" "Non devi piangere ok? Io e i ragazzi ti abbiamo sentito cantare, non devi più pensare a chiunque ti abbia fatto del male, ora ci siamo noi" "Oh yes girl!" Ecco i ragazzi che arrivano e si uniscono al nostro abbraccio. "Emi facciamo 15 minuti di pausa ok?" "Si grazie mille Lara!"

Quando mi sono calmata un po' mi stacco dal gruppo e mi siedo appoggiata al grande specchio e i ragazzi si siedono di fianco a me, formando un cerchio. "Allora adesso me lo dite perché siete qui in Italia e soprattutto perché siete qui da me?" Cerco di cambiare argomento, non voglio ancora parlarne ad altri, per ora mi sono liberata con me stessa, un passo per volta... "Volevamo vedere come stava la nostra carotina superstar" dice Louis con il suo solito tono allegro "si certo! Superstar ahahah! E come facevate a sapere che ero qui?" "Siamo passati da casa tua e tua madre ci ha dato l'indirizzo" dice questa volta Liam. "Non ci credo! Sapete pure dove abito? E io che penavo vi foste completamente dimenticati di me!" "Non dirlo neanche per scherzo! Non ci potremmo mai dimenticare di te soprattutto con..." Niall e Harry cominciano a tossire e Zayn quindi interrompe quello che stava dicendo. "Qualcuno, delle persone che vedo o senti, ti ha mai chiesto di noi, o sa che ci conosciamo?" Mi chiede Niall con aria tra l'interessata e la preoccupata. "Beh, no... Nel senso che sanno di voi nella mia gara, ma non che ci siamo ancora sentiti o che ci conosciamo, quindi è tutto ok" "Perfetto, anche perché per ora, non so come, siamo riusciti a tenere la nostra partenza per l'Italia..." "Davvero?!" "Ahahah si"

"E adesso cosa si fa? Un giro della città direi proprio di no.. Perché non andiamo nella casa in campagna dei miei nonni? Là non ci vedrà nessuno." "Si! Così possiamo stare tranquilli a parlare e all'aria aperta." Acconsente Louis e Zayn continua "Dai allora andiamo, ci facciamo portare da Paul sulla macchina con i vetri oscurati." Così usciamo dalla sala, io saluto Lara e saliamo in macchina. Durante il viaggio i ragazzi mi presentano Paul, pariamo un po' con lui e poi cantiamo alcune canzoni come facevamo quando mi dovevano aiutare a preparare quelle per la gara. Dopo una mezzoretta finalmente arriviamo davanti al cancello che lascia vedere io grande giardino che si trova tutto intorno alla casa. Apro il cancello e lascio tutti entrare, ci dirigiamo subito verso un grande spazio di un prato all'ombra di un grande albero.

L:"Mamma mia quante cose dobbiamo raccontarci!"

Z:"Eh già, è passato un sacco di tempo!"

E:"comincio io col dirvi che ho cambiato scuola, canto nella sala che avete visto perché... Giusto! Questa è la cosa più importante che vi devo dire! Qualche settimana fa mi ha chiamato una casa discografica italiana per offrirmi un contratto" lo dico entusiasta e molto contenta ma loro non ne sembrano molto stupiti...

E:"Cos'è? Non vi interessa?"

H:"No sisi assolutamente però... Diciamo che noi ne sapevamo già qualcosina..."

E:"Siete stati voi a mandare la demo?"

Li:"Forse... Ahahah"

E:"Oddio! Non sapete quanto significhi per me!"

Così uno alla volta li abbraccio e li ringrazio tutti.

H:"Anche se in realtà secondo me tu ti meriti di più.."

E:"Cosa intendi?"

H:"Molti dei cantanti italiani sono famosi solo qui in Italia, il tuo talento non dovrebbe essere 'sprecato' in questo modo.

Io continuo a guardarlo senza essere sicura di dove vuole arrivare.

H:"Insomma.... Perché durante le vacanze di Natale non vieni a stare in vacanza a casa nostra a Londra?"

E:"Oh. Mio. Dio!! Stai scherzando?"

H:"Perché no? Così ti facciamo visitare la città, e farti sentire a qualche casa discografica!"

E:"Non ci credo.... Se questo è un sogno vi prego non svegliatemi!"

Lo,Li,Z,N:"Ahahahah"

H:"Allora cosa ne pensi? Vuoi venire a stare a casa nostra per le vacanze?"

E:"... Si si si si!!!!! Assolutamente si!"

Li:"I tuoi saranno d'accordo?"

E:"Non lo so, ma non mi interessa, in un modo o nell'altro verrò!"

Lo:"Adesso.... Una partitina a calcio per divertirci un po?"

Così ci siamo divisi in due squadre: io Louis e Harry contro Zayn, Niall e Liam.

Alla fine della partita...

Li:"E da quando la mia bambina è diventata così forte?"

E:"Da quando gioco in una squadra" dico sorridendo beffarda

Lo:"E brava carotina!"

E:"Vado un attimo in casa a vedere se c'è qualcosa da mettermi al posto dei miei vestiti che sono tutta sudata. Aspettatemi al cancello così poi andiamo via." Corro al primo piano per non farli aspettare e trovo fortunatamente in un cassetto nella stanza dove di solito dormo io una maglietta che ormai mi è un po' corta, ma tanto devo usarla solo per andare a casa senza puzzare.

Esco di casa, chiudo e vedo che sono già tutti in macchina così lo raggiungo e partiamo. Mi accompagnano a casa e nel tragitto parliamo di tutte le cose che potremo fare quando saremo a Londra: non vedo l'ora! Stasera ne parlo con i miei.

E:"Ciao ragazzi! E grazie a tutti per la bellissima sorpresa e per la giornata passata insieme."

H:"Vuoi che ti accompagno su?" chiede premuroso. Stranamente gli altri stanno facendo finta di non ascoltare, non so, hanno un atteggiamento molto sospetto.

E:"Non ti preoccupare, non ce n'è bisogno."

H:"Ok allora magari ti scrivo stasera."

E:"Certo! Allora ci sentiamo!" dico riferendomi a tutti. Entro nel mio portone e aspetto l'ascensore mentre vedo il grande macchinone nero ripartire.

Iscriviti su MovellasScopri perché tutta questa agitazione. Iscriviti adesso per cominciare a condividere la tua creatività e passione.
Loading ...